Il malloppo lo ha intascato Umberto Bossi

venerdì, 13 aprile 2012

Possono girarci intorno finché vogliono, là in via Bellerio. Espellere Belsito e mandare al rogo Rosi Mauro, graziare Renzo Bossi e chiudere un occhio su Calderoli, fingere un repulisti che in verità è solo la vendetta della corrente fino a ieri minoritaria (ma non esclusa dalla pappatoia generalizzata). Possono girarci intorno finché vogliono, ma in cuor loro i leghisti lo sanno benissimo che il maggiore beneficiario di denaro pubblico illegalmente adibito a portafoglio privato, si chiama Umberto Bossi. Bossi è l’unico parlamentare della Lega che non risulti aver versato alcun contributo al suo partito. Ha mantenuto nel lusso i figli mal educati, probabilmente ha rubato un’eredità (l’appartamento di via Mugello a Milano) su cui non fornisce ancora spiegazioni. Il vecchio slogan del fascista Pisanò, “si scrive leader, si dice lader”, sembra confezionato su misura per il fondatore della Lega. State pur tranquilli che la cittadinanza ne è consapevole.

190 Commenti

  1. gio70 · venerdì, 13 aprile 2012, 10:09 am

    Ikea : la delocalizzazione al contrario
    la ricaduta occupazionale collegata a queste commesse produttive è stimabile attorno ai 2.500 posti di lavoro. “Se a questi si sommano i 6.600 dipendenti della rete commerciale e logistica e l’indotto generato dai punti vendita – sottolinea il gruppo svedese – si ottiene una ricaduta occupazionale in Italia pari a circa 11.000 posti di lavoro”.“

  2. Francesco · venerdì, 13 aprile 2012, 10:07 am

    a proposito di affarismo: qui non si muove foglia che il PD non voglia, edilizia e relativa speculazione fondiaria, grande distribuzione, morte del piccolo commercio orchestrata ad arte con sapienti zone a traffico limitato ideate per uccidere i quartieri dove non hanno la maggioranza. Imprenditoria del terzo settore, foraggiata a milioni dagli Enti Locali, retta esclusivamente da militanti di provata fede del PD, spesso eletti a cariche pubbliche.Consiglieri di amministrazione delle multiutilities reclutati ugualmente tra militanti di alto livello, lì messi a far la guardia al malloppo. Imprenditoria impegnata in solenni giuramenti di obbedienza al partito e via così.

  3. vu' cumpra ? · venerdì, 13 aprile 2012, 10:03 am

    scusa Marghe , l’ ho fatto perche’ ti stavo aspettando .

  4. Margherita · venerdì, 13 aprile 2012, 10:00 am

    si dice : SCHEI

  5. marco scamardella · venerdì, 13 aprile 2012, 10:00 am

    Mafia è un modo di pensare, è un sistema, non è una definizione che possa essere limitata alle cosche, ai boss, alle piovre, alle strutture della criminalità organizzata. Mafia è l’arroganza del potere che ruba e prende perché sa di poterlo fare, e sistema gente, e fa favori in cambio di favori

    banalizzare la mafia che è un fenomeno ,organizzazione ben circoscritta non è un bel servizio alla lotta contro la criminalità organizzata

  6. marco scamardella · venerdì, 13 aprile 2012, 9:55 am

    Dimenticando che dell’onestà e dell’essere tutti di un pezzo e della lotta al vecchio modo di far politica, la Lega aveva fatto la propria bandiera. O sbaglio? Pensare

    anche la sinistra da decenni

    o recentemente il Fli , legalità etica !!!( ma non a Monte Carlo )

    per non parlare di VEndola

    la lega è corrotta e disinvolta come gli altri, ognuno con le sue caratteristiche peculiari

    nella lega si dimettono con più facilità forse , ma saranno costretti

    a questo punto interessa la politica , le riforme , il governo

  7. vu' cumpra ? · venerdì, 13 aprile 2012, 9:51 am

    Tutto si puo’ comprare coi dannati skei . Chiedere a Robert Redford .

  8. Alessandra Schofield · venerdì, 13 aprile 2012, 9:48 am

    Perché non sento nessuno dire “Io sono della Lega e sono profondamente deluso e arrabbiato, e non me l’aspettavo che rubassero anche loro, altrimenti non li avrei mai votati” e leggo invece un sacco di commenti che suonano quasi come una giustificazione, perché sono stati rubati meno soldi che da altri politici o da altri partiti? Dimenticando che dell’onestà e dell’essere tutti di un pezzo e della lotta al vecchio modo di far politica, la Lega aveva fatto la propria bandiera. O sbaglio? Pensare che, nella mia ingenuità, perfino io che non ho mai condiviso le posizioni leghiste, avevo però compreso il senso di ribellione, la voglia di pulizia che stava dietro la nascita di quel partito. Perfino io pensavo che fossero almeno onesti. Invece neanche quello. Ma davvero si riesce a sistemarsi così le cose? Io non so chi sia l’interlocutore della mafia “in senso stretto” al Nord (anche se mi pare di aver colto qualche cenno di ipotesi pure su questo, negli ultimi giorni). Ma seriamente si vuole disconoscere che hanno tenuto un atteggiamento da mafiosi, usando come paravento lo stesso atteggiamento da mafiosi degli altri? Puntare il dito su quello che sta venendo fuori adesso in Lega, almeno per quanto riguarda me, non significa ignorare o sottostimare quello che è già venuto fuori e ancora continua a tracimare e riguarda le altre formazioni. Ma è necessario fare l’elenco ogni volta che si parla della Lega, per par condicio, o si può dare per assunto?

  9. Carlos · venerdì, 13 aprile 2012, 9:41 am

    Da una parte l’incompetenza dall’ altra la furbizia, dall’ altra la pigrizia regna abbastanza incontrastata in Italia e la situazione della lega non è dissimile da quella di tutti gli altri partiti, con l’unica eccezione di una classe dirigente territoriale ancora in gamba e competente almeno fino a che non va in parlamento.

  10. i debiti si pagano · venerdì, 13 aprile 2012, 9:38 am

    Premetto che non sono leghista, ma devo dire che il linciaggio politico cui è sottoposta la lega da parte degli strilloni del fango rosso, Meo in primis è a dir poco agghiacciante. La loro tesi è semplice: non è vero che la malattia abbia menomato Bossi lasciandolo alla mercé di un gruppo di avventurieri e aprofittatori chiamato cerchio magico, bensì egli nel pieno possesso delle sue facoltà mentali ha trasformato la lega in una “pappatoia” per i suoi accoliti.
    In realtà, ripercorrendo la storia della lega vediamo che prima della malattia di Bossi le istanze politiche della stessa erano l’efficienza dello stato e la lotta alla corruzione, con la malattia del capo e l’avvento del cerchio magico invece i cavalli di battaglia del movimento sono diventati la lotta all’immigrazione e la difesa di parassitismi vari, quali provincie e pensioni d’anzianità.
    Ora è evidente che questo così drastico cambiamento di rotta è stato dettato dalla volontà di far accettare alla base un’alleanza contro natura con un partito notoriamente centralista e meridionalista come an, ma è mai possibile che tutto ciò sia stato partorito dalla mente di chi ha guidato la lega fino a quel momento? A mio avviso no e questo smentisce la tesi degli strilloni del fango rosso.
    D’altro canto è lampante che le istanze originarie della lega sono assolutamente attuali, o vogliamo negare che gli stati che attualmente funzionano meglio siano tutti federali, dalla Germania, alla Svizzera agli USA e perfino la Cina? O forse gli sprechi dell’apparato (inteso come politica + p.a. perché la capziosa distinzione tra politica corrotta e p.a. pulita non ha assolutamente senso) non esistono e la spesa pubblica non è lievitata fino all’innominabile cifra di 800 miliardi annui? E non esistono neanche le abissali differenze tra il costo di un servizio da regione a regione?
    È evidente che l’assassinio politico della lega messo in atto dagli strilloni del fango rosso ha come obiettivo che non si parli di queste cose.

  11. f · venerdì, 13 aprile 2012, 9:36 am

    La Lega però spaccia montagne di fumo (no, non fraintendermi, ancora non è saltato fuori questo, volevo dire fumo negli occhi della povera gente o di chi ha paura del diverso) come un fenomeno razzista.

    Finirà come Haider in Austria.

    Probabile

  12. fra · venerdì, 13 aprile 2012, 9:26 am

    Auto blu, Edouard Ballaman condannato a un anno

    L’ex presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, autosospesosi dalla Lega Nord, è stato ritenuto colpevole di peculato per l’uso improprio dell’auto blu

    Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei!

  13. marco scamardella · venerdì, 13 aprile 2012, 9:24 am

    Maroni si fosse fatto invitare da Fazio e Saviano rivendicando il diritto di replica all’affermazione che ci sia mafia al Nord

    per precisione quasto è stato detto da Maroni e dalla lega mille volte

    Saviano aveva detto che l’interlocutore della mafia al nord era la lega

    tutto partenbdo da un filamto di una riunione in un circolo PD ARCi di mafiosi che ha portato ad indagini su esponenti di quel tipo di ambiente

    non doveva andare a replicare Maroni ?

  14. marco sacmardella · venerdì, 13 aprile 2012, 9:21 am

    Ma il fatto che il figlio di Bossi (quello detto “il trota”) abbia percepito 12.000 € al mese come compenso per l’attività di consigliere comunale, non dovrebbe essere forse già una vergogna sufficiente a chiamare consapevolezza? Cosa c’è di diverso, rispetto alla presenza nelle regioni di veline-letterine-subrettine-granfratelline? Eppure, nessuno ha detto nulla sul fatto che una persona così evidentemente incompetente ed incolta occupasse un posto che dovrebbe essere di responsabilità.

    Penati è molto colto edc educato

    i centiania di milioni da lui spesi per comprare a prezzo gonfuiato con i nostri soldi autostrade dagli amici

    sono l’evidente frutto di questo stile

    lui non solo continua a prenderseli i 12.000 euro , ma avendo costituito un gruppo di uno si prende anche i 50.000 annui per il gruppo

    quasi quasi direi pazienza per le multe dell’incredibile trota

  15. marco scamardella · venerdì, 13 aprile 2012, 9:16 am

    probabilmente ha rubato un’eredità (l’appartamento di via Mugello a Milano) su cui non fornisce ancora spiegazioni

    la sinistra ha coperto Fini

    trovato fastidio al solo argomento

    la magistratura compiacente ha stabilito che essendo i partiti associazioni private si può vendere sotto costo ad amici dei parenti magari prestanome a prezzi da furto le proprietà del partito

    per la sinistra tutto ok

    Fini è ancora lì

    seconda carica dello Stato

    anche di questo i cittadini si ricordano

    Bossi ha usato il suo partito come un bancomat , così si trova una cordata minoritaria a prendere il potere suo malgrado

    non è molto ma non è malaccio

    negfli altri partiti ?

  16. Alessandra Schofield · venerdì, 13 aprile 2012, 9:15 am

    Speriamo, che ne sia consapevole. Ma il fatto che il figlio di Bossi (quello detto “il trota”) abbia percepito 12.000 € al mese come compenso per l’attività di consigliere comunale, non dovrebbe essere forse già una vergogna sufficiente a chiamare consapevolezza? Cosa c’è di diverso, rispetto alla presenza nelle regioni di veline-letterine-subrettine-granfratelline? Eppure, nessuno ha detto nulla sul fatto che una persona così evidentemente incompetente ed incolta occupasse un posto che dovrebbe essere di responsabilità. Appare molto più sconvolgente il passaggio di denaro che sta venendo fuori. Pure, sempre di “appropriazione indebita” si tratta. O no? Per quanto mi riguarda, tutto ciò mi diverte molto. Soprattutto ricordando come Maroni si fosse fatto invitare da Fazio e Saviano rivendicando il diritto di replica all’affermazione che ci sia mafia al Nord. Rido pensando a “Roma ladrona”. Mafia è un modo di pensare, è un sistema, non è una definizione che possa essere limitata alle cosche, ai boss, alle piovre, alle strutture della criminalità organizzata. Mafia è l’arroganza del potere che ruba e prende perché sa di poterlo fare, e sistema gente, e fa favori in cambio di favori. Mafia è ogni volta che una raccomandazione serve a qualcuno per superare altri (probabilmente più meritevoli) in un qualsiasi concorso o graduatoria. Mafia è ogni volta che si imbroglia, che si paga per acquisire titoli di studio che non si posseggono davvero. Mafia è ogni volta che chiunque, in qualsiasi parte di Italia, si approfitta della propria posizione. Un saluto, Gad

  17. GIULIO CESARE · venerdì, 13 aprile 2012, 9:12 am

    Bene, il tribunale del popolo bolscevico ha democraticamente emesso la sua sentenza, peccato non ci sia più la condanna a morte altrimenti, il supremo giudice Lerner l’avrebbe comminata. Le prove sono un optional per i komunisti.

    Peccato che finora non si sia sentito di scrivere una riga sui più di 400 ladroni rossi indagati.

    Il metodo komunista non cambia mai.

    Giulio Cesare

    PS:

    Il vecchio slogan del fascista Pisanò, “si scrive leader, si dice lader”

    MEO PATAKKA non sei aggiornato, l’ultima versione è : “Si scrive komunista, si legge LADRO

  18. infernot · venerdì, 13 aprile 2012, 9:08 am

    probabilmente ha rubato un’eredità (l’appartamento di via Mugello a Milano)

    gia’, come Gianfry, vero? Solo che il seguito sara’ ben diverso, temo.

  19. DEF · venerdì, 13 aprile 2012, 9:06 am

    Lo so sono malpensante di natura . Pare che negli ultimi tempi il trio . ABC sia il meno attenzionato dalle procure . Sembra la santa trinita’ .
    Sara’ vera gloria ?????????????????

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.