I derivati del Piemonte comprati senza sapere l’inglese

sabato, 6 luglio 2013

Negli ultimi anni di boom del credito a basso costo prima della grande crisi gli enti locali del nostro paese hanno spesso acquisito strumenti finanziari per proteggersi dai rischi e tentare di sfruttare le opportunità offerte dai prodotti più innovativi delle banche. E’ il caso della Regione Piemonte, che all’epoca della giunta Bresso, nel 2006, lanciò un’emissione obbligazionaria da 1,85 miliardi di euro. Per coprirsi finanziariamente l’amministrazione regionale stipulò dei contratti derivati insieme a tre banche, Merrill Lynch, Intesa Sanpaolo e Dexia, che nel corso degli anni hanno però provocato delle forti perdite. La Regione Piemonte a  aveva avviato un contenzioso sui derivati e deciso la sospensione in autotutela degli atti che portarono alla stipula di questi contratti finanziari.

Il Tar del Piemonte si è dichiarato incompetente, ed in questi mesi è in corso una disputa davanti alla magistratura britannica. Oggi “La Stampa” rivela una delle tesi della difesa, che rimarca, anche con toni surreali, lo spirito del tempo degli anni nei quali gli enti locali giocavano con la finanza. Gli avvocati della Regione hanno infatti rivelato come il funzionario che firmò i contratti con le due banche non sapeva l’inglese, e di conseguenza non era in grado di capire la natura del derivato che stava sottoscrivendo. Secondo la linea difensiva del Piemonte il capo della finanza dell’amministrazione Bresso aveva conoscenze così limitate della lingua del mondo degli affari da giustificare poi il comportamento della Regione, che dal 2012 ha smesso di pagare le banche. L’attuale assessore al Bilancio, Gilberto Pichetto Fratin,conferma: “I nostri avvocati hanno citato una serie di motivazioni che hanno determinato l’autotutela”.  Con Merrill Lynch il Piemonte ha trovato un accordo stragiudiziale, mentre il caso prosegue con le altre due banche, Intesa e Dexia.

Come spiega il Sole 24 Ore, nel 2006 la Regione, allora guidata dalla Giunta di centrosinistra guidata da Mercedes Bresso, mette in campo un’emissione obbligazionaria da 1,85 miliardi di euro in forma bullet, che prevede il rimborso a scadenza in soluzione unica. Per questo tipo di obbligazioni, allora possibili, la legge imponeva la costituzione di fondi o di swap di ammortamento: nasceva proprio da qui la decisione di sottoscrivere i derivati per accantonare periodicamente le somme necessarie al rimborso (amortising swap), per mettersi al riparo dalle dinamiche di tasso (interest rate swap) e per proteggere le banche dal rischio Italia (credit default swap), i cui contratti sono stati firmati .

 

36 Commenti

  1. Pingback: Il debito di Torino e il Tav | Informare per Resistere

  2. Pingback: Il debito di Torino e il Tav

  3. deda · lunedì, 8 luglio 2013, 10:28 am

    C’è stato un periodo della mia vita in cui compravo e vendevo azioni, guadagnavo e perdevo, poi il crac, mi sono mangiata tutto, anche quello che era mio di mio, guadagnato con ore e ore di lavoro, E NON NEL SETTORE PUBBLICO, COSI’ BELLO COMODONE, ma non c’è stato un solo minuto in cui abbia incolpato gli altri per la mia avidità, il mio egoismo, la mia fame di soldi, mi dissi, cavolo, ma sai che ti sta proprio bene bene.. ero solo disperata per i guai che avevo prodotto alla mia famiglia, a mio marito, io non credo all’innocenza delle persone quando di mezzo c’è l’idea di fare PROFITTO, e men che meno posso credere all’innocenza di un pubblico amministratore, che gestisce roba non sua, questo ha l’obbligo morale di informarsi prima di fare un operazione bancaria, le banche non sono istituti di beneficenza… la gente si scorda cosa è una banca… la cosa che invece mi chiedo è, perché chi provoca danni al suo Comune non va in galera? O paga con i suoi averi personali? Se rompo un piatto nell’appartamento che prendo in affitto lo devo pagare, è così che funzionano le cose.
    Non c’è niente da fare, ci sono due Italie, una reale, quella dei parassiti, e l’altra, quella dei mansueti, che non è vera, non si può essere così passivi, perdenti, succubi, senza dignità, non è proprio scritto nel nostro DNA… noi siamo DIO!

    • pippo · lunedì, 8 luglio 2013, 6:23 pm

      Mi chiedo come mai tutte le amministrazioni locali guidate dalla sinistra, ma proprio tutte, hanno acquistato i derivati inguaiando i comuni? Non credi ci sia lo zampino anche delle coop? e di Unipol?

  4. deda · lunedì, 8 luglio 2013, 10:02 am

    Mi sembra chiaro che esistono due Italie, una che umilia l’altra ogni minuto dell’intera giornata, e mi chiedo perché l’Italia umiliata ancora vota chi la umilia, ma dov’è finita la dignità? io rimango basita. I miei genitori erano tipi strani, non ricordo un rimprovero, un insegnamento, forse perché erano troppo occupati a dirsene di tutti i colori tra loro, fatto sta che l’unica cosa mia madre mi abbia mai detto nella vita che può sembrare un insegnamento è stata : se aspetti gli altri… è meglio se fai da sola, qualunque cosa ti vada di fare, falla tu. E un altra volta, quando mi ha consigliato certi bottoni per una maglietta… mio padre, insegnamenti ZERO, per via delle assenze, ingiustificate ma forse nemmeno tanto, ma sentendo i loro discorsi capivo che c’erano brave ed oneste persone e farabutti, e i farabutti stavano ben nascosti per non finire in galera, e adesso invece GOVERNANO! E fanno le leggi anche per gli onesti! MA NON E’ ASSURDO? QUESTO E’ MATRIX, NON CI POSSONO ESSERE DUBBI..
    Tutto comunque è nato dalle MAFIE MERIDIONALI, il vento caldo del sud, che quando ha incontrato i faccendieri reaganiani del nord, il vento freddo, si sono miscelati in un tornado che ha distrutto, raso al suolo l’intero paese. E se lo sono preso, adesso l’Italia è “robbaloro”, e finiscono l’opera di demolizione, da veri VAMPIRI. E voi li votate… sareste da mettere a Guantanamo assieme a loro…

    • deda · lunedì, 8 luglio 2013, 10:13 am

      Posso capire la paura, è normale avere paura del più forte, del mafioso, del padrone, perché c’è di mezzo la vita, mica tagliatelle, ma addirittura ammirarli… questo per me è davvero troppo, questo non posso digerirlo, qui subentra da parte mia un sentimento di disprezzo per questi mentecatti senza dignità, il napoletano dei vasci che difende il boss camorrista portato via dalla polizia è uno spettacolo indecente, così come la sciura MARIA di Bustio Arsizio, pensionata al minimo, che va a mangiare alla caritas, che dice quanto è buono quel miliardario di Arcore, diiio che buon uomo quello lì, gira sempre con il blocchetto degli assegni nel caso trova un bisognoso, si si, meglio però se bisognosa, dico io, e anche possibilmente bella… vorrei chiedere alla sciura Maria se il “buon uomo” le ha mai dato un bell’assegnetto… sconvolgente l’italiano medio..

    • robespierre · lunedì, 8 luglio 2013, 1:20 pm

      Già, li votano per avere in cambio la baby pensione o il posto in pa o in qualche municipalizzata o ente inutile. Una perfetta simbiosi tra parassiti.
      Tu fai confusione tra onestà e ricchezza, probabilmente perché da piccola ti hanno fatto il lavaggio del cervello con la lotta di classe e fesserie simili, ma l’onestà e la correttezza non sono funzioni inverse della ricchezza. Il baby pensionato è colpevole come chi ha inventato le baby pensioni, l’impiegato raccomandato come il politico corrotto.

  5. robespierre · lunedì, 8 luglio 2013, 9:07 am

    Il fatto di aver piazzato un incapace in una posizione di rilievo semmai dovrebbe costituire un reato da parte dell’amministrazione. Perché nessuno apre mai inchieste contro questa prassi?

    • picodepaperis · lunedì, 8 luglio 2013, 9:45 am

      Ecco, allora quando i parassiti vomitano “ognumo si assume le proprie responsabilità” cosa intendono dire ?

      Chi ha fatto i danni, esce dalla scena momentaneamente, senza pagare dazio, e poi rientra in un’altra “commedia” ?

      Ad es. Chiamparino dopo avre indebitato i torinesi con le Olimpiadi inernali (i danni continuano a pagarli costoro) è stato “premiato” con la Presidenza della Fondazine San Paolo.

      Non solo, è stato proposto a segr. del pd o a sponsor di qualcun altro.

      Chiampa, quando ti assumi le tue responsbilità?
      Oppure, avendo ormai passato il testimone ad un altro parassita, te ne lavi le mani e per voi parassiti tutto finisce a tarallucci e vino , mentre per noi contribuenti a segatura e sangue ?

  6. onyric · domenica, 7 luglio 2013, 11:44 am

    tutti sappiamo perfettamente che i derivati comprati dagli enti pubblici non sono frutto di ignoranza ma di un preciso impacchettamento che aveva il pregio di generare soldi subito rinviando rischio e costi di un paio di legislature.

    se ci sono anche commissioni implicite, sono il prezzo pagato per la progettazione d’un contratto adeguato alle esigenze dei politici.

    si legga: farsi eleggere al prossimo giro, e poi ci pensi sansone.

    • Lady Dodi · domenica, 7 luglio 2013, 1:02 pm

      Con tutti i Filistei che saremmo noi?

  7. GiulianoFornari · domenica, 7 luglio 2013, 9:36 am

    A Napoli invece il responsabile di UBS, figlio di notissimo esponente politico, fece lui la traduzione all’Assessore al Bilancio e lo convinse in poco tempo sulla bontà del prodotto, visto che trasferiva l’onere dei pagamenti sui successivi amministratori e liberava risorse da spendere alla sua Giunta.

    • picodepaperis · domenica, 7 luglio 2013, 10:50 am

      A Napoli c’era il figlio di bassolino (durante la giunta paterna) che, “lavorando” per Nomura, ha propinato le “sole” (derivati) ai napoletani… :mrgreen:

  8. capo-linea · sabato, 6 luglio 2013, 11:02 pm

    Tecnicamente fallito e’ un paese che non trova 4 miliardi x esentare da IMU la prima casa (magari gravata da mutuo) su un bilancio di 800 miliardi ! Lo 0,5% lo dice la matematica.

    • Cabezon · domenica, 7 luglio 2013, 8:43 pm

      Una normale appartamento non in centro citta pagherebbe di Imu prima casa circa 400 euro meno i 200 euro fanno circa 200 euro. Lei, se la banca le ha concesso un mutuo di questi tempi, deve avere un reddito decente, diciamo almeno 40.000 euro/anno. Lo 0,5% di 40.000 sono 200 euro. è questa la cifra che fa la differenza fra la vita e l’indigenza? NON CI CREDO.

      • deda · lunedì, 8 luglio 2013, 9:43 am

        Non va sempre così, si può anche stipulare un mutuo nel 2003 quando si lavorava in due e i genitori facevano da garanti, e adesso essere in due in mobilità, dopo due anni di cassintegrazione, e va ancora bene, perché molti hanno proprio perso il posto. L’ IMU dovrebbe veramente essere calibrata ad-personam. TUTTI GLI STATALI ad esempio, che hanno vissuto a scrocco su di noi, e in alcune famiglie tutti i componenti sono dipendenti della PA. dovrebbero pagare l’IMU, nessuno esentato, se non altro per il fatto che hanno un lavoro GARANTITO, perché parificare un dipendente statale ad un dipendente del settore privato è ASSURDO. Perché tanto diciamoci la verità fuori dai denti, c’è un centro che contiene un programma dove sono inseriti tutti i dati di ognuno di noi, 60 milioni di schede, era scritto l’altro anno su tutti i giornali, entra in funzione il nuovo ecc ecc ecc, sanno benissimo “lor signori” chi ha soldi, e quanti sono, e quali non hanno mai partecipato alla vita del paese, compresi loro stessi, lor signori devono quindi come sempre rivolgersi a noi, i soliti a dover far fronte alle cambiali degli usurai mondiali che Napolitano e tutta la cricca parassita ha firmato col nostro nome, e devono fare la sceneggiata… Diiio, ma dove possiamo trovare i soldi dell’IMU, che li dobbiamo passare alla UE e agli F35…. avete visto dove sono finiti i soldi che la BCE ha dato alla Grecia? Fior di miliardi, mica giuggiole : agli speculatori e ai parassiti di alto bordo di sempre! MA VA!

  9. Paola.z · sabato, 6 luglio 2013, 10:22 pm

    Ora Bresso and company si preparino a pagare, sarebbe ora che questa gente cominciasse a pagare per i disastri che combina, invece no, sono sempre lì con la loro ignoranza pronti a ricominciare e con quale arroganza!

    • Also sprach Zarathustra · sabato, 6 luglio 2013, 11:07 pm

      L’ANC (African National Congres) e’ in Sud Africa oggi come la DC in Italia era negli anni ’60.
      Ogni luogo, posto, sedia, antro di potere e’ presieduto e controllato dall’ANC attraverso I suoi politici che, nel 95% dei casi non capiscono un tubo e la cui cultura media e’ semplicemente “raccapricciante”.

      Ora. Sapendo di poter stare li a tempo strettamente determinato, poiche’ apparira’ palese dopo poco la loro totale incompetenza, arraffano velocemente quanto piu’ possibile. Il Sud Africa ha un tasso di corruzione altissimo.

      Ma almeno, una volta silurati, tornano mestamente dal villaggio da dove sono venuti e non se ne sente piu’ parlare.

      In Italia invece sono 30 anni che li campiamo (campate) e che is ripresentano dopo ogni danno, piu’ vergini di prima.

  10. Paola.z · sabato, 6 luglio 2013, 9:55 pm

    Guardate che quella gente lì non solo non sa l’inglese, ancora oggi, ma neanche l’italiano nè capisce un cavolo di niente nè di finanza nè di economia, sono i boiardi dei partiti che vengono messi lì per mangiare a crepapelle senza niente saper fare. Sono uguali sia i Bressini che i Cotiani, il Piemonte è un fallimento totale ed è così pure il comune gestito in passato da un certo genio chiamato Chiamparino ed oggi dal genio bis chiamato Fassino.

  11. Liberatidalnano · sabato, 6 luglio 2013, 8:49 pm

    Purtroppo il Piemonte è una regione tecnicamente fallita. Alla Bresso che aveva apertola strada a danni irreversibili è subentrato Cota( quello che sostiene il posacenere a Bossi in un luogo in cui è vietato fumare). Il risultato è sotto gli occhi di chi ha voglia di guardare. A condire la situazione , 54 consiglieri su 60 sono inquisiti per avere rubato sui rimborsi circa 2 milioni di Euro. Si giustificano dicendo che non sapevano che fosse reato… Tra chi non sa l’inglese e i ladri a loro insaputa la regione è fallita.

    • Paola.z · sabato, 6 luglio 2013, 10:43 pm

      Caro Liberati mi risulta che i milioni siano ben cinque (5) e non due…..

  12. ma sta andando tutto peggio · sabato, 6 luglio 2013, 7:57 pm

    Frullatori Bresso

    2007
    “non si può costruire una nuova forza pensando di sommare senza distinzioni le culture politiche liberali, socialiste e cattoliche”.

    2010
    «Sono stati messi i pezzi nel bicchierone, nessuno però ha mai attivato le pale. Solo quando idee e identità saranno mischiate andrà tutto meglio»

    2013
    Letta al M5S: “Mischiatevi, andrà tutto meglio”

  13. pensiero bifronte · sabato, 6 luglio 2013, 6:34 pm

    Da che mondo è mondo gli anglosassoni vendono cara la loro (mediocrissima) mercanzia.

    • Lady Dodi · sabato, 6 luglio 2013, 6:35 pm

      Pure gli F35?

  14. trapassato futuro · sabato, 6 luglio 2013, 6:22 pm

    e se “la rottamazione” di Renzi è indubbiamente di destra

    “il frullato” di Bresso che cosa sarà?

    e se Renzi è di destra il barone D’Alema e tutti i suoi Bersani in colonna devono esser proprio di sinistra

    Gennaio 2007
    In tale scenario Mercedes Bresso è solo l’ultima esponente ad evidenziare il proprio esodo, dichiarando di non voler aderire al futuro Pd. Infatti, la governatrice del Piemonte ponendo come elemento fondamentale la collocazione dei Ds nel Pse, ha sottolineato: “non si può costruire una nuova forza pensando di sommare senza distinzioni le culture politiche liberali, socialiste e cattoliche”.

    • Lady Dodi · sabato, 6 luglio 2013, 6:27 pm

      Toh, ne ha detta una giusta!

  15. cosa ti frulla nel cervello? · sabato, 6 luglio 2013, 5:51 pm

    Frullatori Bresso

    http://www.corriere.it/politica/09_febbraio_24/intervista_bresso_adf814a4-026e-11de-adb7-00144f02aabc.shtml

    Bresso: «Il Pd? Deve essere frullato»
    «Sono stati messi i pezzi nel bicchierone, nessuno però ha mai attivato le pale. Solo quando idee e identità saranno mischiate andrà tutto meglio»

  16. non è il tipo · sabato, 6 luglio 2013, 5:48 pm

    Bresso è della scuola di Chicago, l’ultraliberista di estrema destra non credo sia del PD come Lerner e Mollica

    no, non è il tipo

    • Paola.z · sabato, 6 luglio 2013, 10:36 pm

      Bresso della scuola di Chicago? Ma siete sicuri? Guardate che forse sarà della più appropriata scuola di Ci..c..ago. Scusate l’rriverenza, non è nelle mie corde ma quando sento parlare della Bresso e di quella gente lì le dita vanno da sole sulla tastiera e ci esce pure il turpiloquio!

  17. Lady Dodi · sabato, 6 luglio 2013, 4:49 pm

    Concordo naturalmente.
    Non ho voglia di leggermi tutto ma ditemi era gente del PD? Quelli che sanno tutto?

    • picodepaperis · sabato, 6 luglio 2013, 5:31 pm

      Lady, hai letto ?

      E’ il caso della Regione Piemonte, che all’epoca della giunta Bresso

      La bresso (pd) ad un torinese che le ha rinfacciato i 14.000 euruzzi di stipendio che succhiava, ha replicato “le sue levatacce alle 7.00 di mattina, per andare …”lavorare” in regione.

      Senza vergogna!

  18. Lady Dodi · sabato, 6 luglio 2013, 4:31 pm

    Io anche senza sapere l’inglese, anzi, soprattutto senza sapere l’inglese, non li avrei mai comprati.

    • picodepaperis · sabato, 6 luglio 2013, 4:42 pm

      La cosa puzza di tangente…

      Ma se uno è ciucci e commette errori, non dovrebbe pagarne le conseguenze?

      Bello che sento sempre dire “poi ognuno se ne assume le responzabilità”.

      Solo che nella Repubblica di Bananas i parassiti non pagano mai!

  19. Gigi del Merre · sabato, 6 luglio 2013, 3:54 pm

    Tutti a casa…Incondizionatamente.

  20. picodepaperis · sabato, 6 luglio 2013, 12:49 pm

    Andrea, ma doveva conoscere l’inglese o doveva essere competente in materia (finanziaria) prima di firmare i contratti ?

    Quindi ha firmato, bovinamente, senza consultare nessuno ?

    Ma costui chi l’ha messo lì, la bresso (che poi ha accusato grillo per la sconfitta) ?

    Braccia rubate alla pulizia dei VESPA_siani !

    • Paola.z · sabato, 6 luglio 2013, 10:20 pm

      Infatti carissimo Pico!Stavo per fare il tuo stesso commento ma tu mi hai preceduto! I piddini dopo aver governato la regione in modo a dir poco riprovevole hanno avuto il barbaro coraggio di accusare della loro giusta sconfitta alle elezioni il movimento 5Stelle che aveva osato presentarsi alle elezioni “portando via i voti a loro”. Come al solito è stata colpa non dello schifo che hanno fatto e che fanno ma “degli altri”, meglio se grillini! Facce di palta!

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.