L’umiliazione di un Pd trasformista inaugura in Emilia Romagna la parabola discendente di Renzi

lunedì, 24 novembre 2014

Il crollo della partecipazione dei cittadini al voto nella regione che tradizionalmente garantiva l’affluenza più alta d’Italia suona come un de prufundis per la nostra democrazia. Ricorderemo le regionali dell’Emilia Romagna come il punto di non ritorno di una politica ritornata arrogante col trucco del falso rinnovamento renziano. Prima la disfatta del “modello emiliano” impersonato da Vasco Errani. Poi la sceneggiata delle false primarie, con ritiro decretato dall’alto dell’unico vero concorrente di Stefano Bonaccini. Infine l’arrembaggio al carro del vincitore presunto, Matteo Renzi, da parte di una moltitudine di trasformisti. Tutto ciò rende umiliante il risultato elettorale del Partito Democratico in Emilia Romagna, abbandonato dalla maggioranza dei suoi elettori e perfino insidiato nel suo primato da un leghista divenuto emblema della destra.
Da Bologna è probabile che prenda avvio la parabola discendente di Matteo Renzi.

804 Commenti

  1. paolo giuseppe · lunedì, 24 novembre 2014, 1:32 am

    …la gente e’ stufa di una vecchia politica che parla parla e non risolve i problemi. Renzi sta solo prolungando l’agonia di una sinistra lontana dalla gente, che ha sempre pensato al palazzo e ai talk show, ma poco alle periferie. Troppo semplice dargli la colpa del crollo dell’affluenza. SEL non cresce.Se Renzi fallisce tocca a Salvini e spero che quel momento tardi ad arrivare…

    • vibrissa · lunedì, 24 novembre 2014, 6:55 am

      Chi non vota perde sempre.
      doppio merito a chi ha votato

      • vibrissa · lunedì, 24 novembre 2014, 7:08 am

        Nessuna scusa all’astensione

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 7:55 am

        Cioè coloro che pascolano col Contaballe.

      • diegowolf · lunedì, 24 novembre 2014, 9:18 am

        Chi non vota perde sempre.
        doppio merito a chi ha votato

        Non posso biasimarti, comunque la si veda non sei peregrina.

      • maurizio5002 · lunedì, 24 novembre 2014, 11:58 am

        … il rottamatore ha rottamato le elezioni …

      • piero · lunedì, 24 novembre 2014, 3:09 pm

        chi non vota perde sempre….mah…e quando ha sempre votato vinceva o perdeva…stà di fatto che una esigua (ma molto) minoranza oggi governa l’Emilia Romagna…ci stiamo americanizzando-

      • Piero Macchi · lunedì, 24 novembre 2014, 6:01 pm

        Purtroppo non è vero. L’astensione ha fatto fallire molti referendum, facendo vincere chi non ha votato.

    • l'onorevole 5 stelle dai 20 voti in calabria · lunedì, 24 novembre 2014, 6:40 pm

      Boom di Voti per Beppe Grillo e i cinque stelle in Calabria con l’onorevole al parlamento;

      Lei, la giovano Onorevole al parlamento nella sua cittadella conta 50 voti;

      Certo che sa comunicare e non si può dire che è tra la gente risolvendo i problemi.

      Ma forse la gente calabrese non la capisce.
      ;-)

    • tal_Marco · lunedì, 24 novembre 2014, 8:50 pm

      Si credici

  2. Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:32 am

    piroga,
    quelli come te hanno smesso immediatamente di declamare sfaceli, perché quelli menano sul serio. Ci sono andati di mezzo migliaia di ragazzini ingenui, sempre a vostra insaputa.

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 7:57 am

      Ma che chezzo dici, rimbambito ?
      Non sai affatto di che cosa parli e a chi parli…
      FATTI SUBITO CURARE !!!

  3. 37,6 · lunedì, 24 novembre 2014, 1:29 am

    al nazareno si accontentano !

  4. Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:16 am

    Direi che si avvicini il momento, come dall’altra parte del Mediterraneo, che l’esercito si tenga pronto.

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:19 am

      Non ti basta il ducetto? Ne vorresti uno vero ?

      • Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:26 am

        Guarda che a tua insaputa sei tu a volerlo!

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 7:58 am

        Alla neuro, vecchietto rimbambito >>>>

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 6:14 pm

        magari eri fra quelli che applaudivano mussolini, prima di appenderlo…

    • Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:24 am

      Ne ho ben viste inaspettate in vita mia: Patakos in Grecia nel ’67, Videla in Argentina dieci anni dopo.

  5. Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:12 am

    Ve la immaginate una sentenza che comincia con:
    “in nome del Popolo Italiano”?

    • 37,6 · lunedì, 24 novembre 2014, 1:31 am

      in nome del 37,6

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 7:59 am

        mi sembrano piuttosto pochini…

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 7:59 am

        Ma se c’è quello svitato del vecchietto, allora…

  6. Giorgio · lunedì, 24 novembre 2014, 1:11 am

    Nel 2010, sostenendo per il terzo mandato un governatore molto popolare e conosciuto, Vasco Errani, il PD con segretario Bersani prese il 40,64%. Stando ai risultati attuali, spoglio iniziato da poco e in corso, con un candidato certamente meno noto e popolare, prende 4 anni dopo con segretario Renzi il 47,13%
    Che umiliazione!

    • gab · lunedì, 24 novembre 2014, 1:24 am

      Peccato che stavolta abbia votato la metà della gente. E che quindi quel 47% [che poi è tipo due o tre punti in meno] valga in termini assoluti decine di migliaia di voti in meno.

      • Giorgio · lunedì, 24 novembre 2014, 1:28 am

        Vale per tutti i partiti, quindi chi ha preso più voti in % della volta prima ha avuto comunque meno astensioni (o le ha compensate con i voti di chi prima votava altro o si era astenuto). Che da questo si possa dedurre una “responsabilità” di Renzi o addirittura l’inizio della fine di Renzi può dirlo solo uno accecato dall’ostilità. Quella di Lerner non è un’analisi è solo wishful thinking come direbbero gli americani

      • sciao macaco · lunedì, 24 novembre 2014, 1:39 am

        la ex regione rossa

        un trionfo ..

      • Saimon · lunedì, 24 novembre 2014, 9:18 am

        Pensare che l’astensione abbia interessato tutti i partiti allo stesso modo e’ una pia illusione – nella migliore delle ipotesi.
        L’astensione ha penalizzato soprattutto il pd e, in seconda battuta, il m5s. Ovviamente, di contro, ha avvantaggiato la Lega, che attualmente e’ il partito che offre maggiori motivazioni al proprio elettorato, purtroppo

      • piero · lunedì, 24 novembre 2014, 3:15 pm

        circa 900.000 voti….e il PD 700.000 (in meno)

    • Julio · lunedì, 24 novembre 2014, 1:25 am

      Giorgio, come scrivevo sotto le bevande sopra il 40 % possono dare fortemente alla testa. Hai mani sentito parlare del contesto? Penso di sì. E allora perché non lo prendi in considerazione? Soprattutto se si è alla guida non ci si deve ubriacare. Sveglia!: la democrazia in Italia è in pericolo. Anche un bambino lo può vedere.

    • Franco Cosmi · lunedì, 24 novembre 2014, 5:27 am

      700.000 voti in meno !!!
      700.000 voti su 1.200.000 !!!
      Ma Renzi non si preoccupa finchè avrà altri cammelli da far arrivare da altre oasi.
      Disse che c’erano tessere false, che delle idee di questi (700.000) non sa che farsene.
      Rottamate 700.000 tessere in un colpo solo! Che figata!
      #MatteoStiamoSereni!

      .

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 6:16 pm

        certo che in fatto di brogli, al Bugiardo ormai nessuno può insegnare… l’ha già fatto berluska…

    • mica50 · lunedì, 24 novembre 2014, 11:54 am

      In verità il PD prende 44,52% pari a 535.000 voti rispetto al 40,64% del 2010 con 857.000 e tutta la coalizione il 49,03% con 615.000 rispetto a 1.197.000 del 2010 con il 52,06% e con 31 consiglieri rispetto a 32. In tutta la storia repubblicana per la prima volta la sinistra in Emilia scende sotto il 50%. La Lega scala il 20% ed anche M5S passa dal 6%, 126.000 voti e 2 consiglieri del 2010 al 13,30%, 159.000 voti e 5 consiglieri di oggi. Il tutto con un’affluenza del 37%. Però la sinistra deve stare serena. Non bisogna rivedere nulla, né strategie, né progetto (ammesso che ne abbia uno),né provvedimenti, né classi di riferimento. Il passato, anche tragico, di pochi decenni fa non insegna nulla. Va tutto bene, madama la marchesa!

    • Piero Macchi · lunedì, 24 novembre 2014, 6:09 pm

      Si infatti, che umiliazione essere eletti con un solo terzo di elettori e con Renzi che dice pure chissenefrega. Fossi in Bonaccini mi dimetterei prima ancor di iniziare.

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 6:18 pm

        magari ‘sto bonaccini è un bravo cristo… si affretti allora a rinnegare quel pericoloso Bugiardo !

  7. Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:10 am

    E’ colpa di Renzi o di Lerner?

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:11 am

      di quel WC di renzi, no?

  8. Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:09 am

    silvia:
    “il PD deve cambiare il suo segretario! prima che il partito scompaia”!
    Civati o Cuperlo, tu cosa dici?

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:21 am

      uno qualunque purchè sparisca il Bugiardo. E ve lo dice uno VERAM£ENTE di sinistra e non per finta come il fiorentino…

  9. Un vecchietto · lunedì, 24 novembre 2014, 1:06 am

    C’è certamente una soglia di votanti al di sotto della quale la Costituzione perde ogni valore. L’Emilia e Romagna è una regione che non esiste più. Quando nelle prossime elezioni politiche si ripeteranno queste percentuali nessuno può declamare di trovarsi in una posizione autoritaria per volontà della nazione. Tutte le cariche sono invalidate. Quella del Presidente della Repubblica, della Corte Costituzionale, della Magistratura. Nessuno potrà parlare in nome del popolo italiano. In Italia vige l’anarchia e il si salvi chi può!

  10. Julio · lunedì, 24 novembre 2014, 12:59 am

    Macché colpa di Renzi? Questa mostruosa astensione, così come l’altrettanto mostruoso calo di iscritti al PD, si deve agli eccessi di Ignazion Marino con la Panda Rossa, che inconsciamente gli italiani associano ai delitti dell’Uno bianca.

    E in ogni caso il PD dovrebbe vincere sopra il 40 %! PD da bere, Vecchia Romagna! Avanti popolo, alla riscossa, in Panda Rossa, in Panda Rossa… O era in camper bianco? MATTEO RENZI ADESSO! La scritta rossoblu, ahimé, diventa più orrida che mai.

    Questa volta il pronostico di D’Alema si è avverato: Renzi è indubbiamente la fine del centrosinistra. E per la verità lo abbiamo detto e scritto in tanti, dai primissimi tempi. Ora solamente speriamo che l’alternativa a Renzi nel PD, del tutto necessaria, non sia D’Alema, e che intanto Renzi e la cricca dei costruttori-editori, lascino un poco in pace Marino con questi nuovi grattacapi (anche se il 40 per cento si sa che è una gradazione che se si abusa dà alla testa e può incitare a ridere quando si dovrebbe reagire in tutt’altro modo).

  11. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO · lunedì, 24 novembre 2014, 12:56 am

    GRANDE LEGA

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:22 am

      comincio a pensare di sì…

  12. Maria · lunedì, 24 novembre 2014, 12:54 am

    Secondo me lo sconfitto è il renzismo, il tradizionale elettorato del PD lo ha abbandonato. Ma questo si era già capito con il crollo delle iscrizioni. Invece il voto di destra è tornato a casa, ma pure questo si era capito. La vittoria alle europee era stata determinata dalle incredibili dichiarazioni di Grillo che avevano spaventato gli italiani, ma gli italiani sono conservatori ed alle politiche andrebbe ancora peggio. A mio avviso, se vogliamo conservare una rilevanza alla sinistra in italia non possiamo che sostenere la sinistra del PD.

  13. pinky700 · lunedì, 24 novembre 2014, 12:52 am

    tracollo Forza italia

    Patto del Nazareno Kaputt

    • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO · lunedì, 24 novembre 2014, 12:59 am

      LEGA NORD

      • pinky700 · lunedì, 24 novembre 2014, 1:01 am

        e lo so,prima o poi l’ebola doveva arrivare

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:23 am

      speriamo presto !

  14. silvia · lunedì, 24 novembre 2014, 12:45 am

    il PD deve cambiare il suo segretario! prima che il partito scompaia. E chiaro il segnale di queste elezioni e Renzi se ne deve fare una ragione! stai sereno, vattene…..

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 8:02 am

      …E tene andrai senza stare affatto sereno…!

    • Orlando · lunedì, 24 novembre 2014, 4:03 pm

      L’importante è che, per ora, sono scomparsi i grillini. In Emilia Romagna il 4%. In Calabria 13,3% dei suffragi.

  15. Tino · lunedì, 24 novembre 2014, 12:44 am

    ma vi rendete conto che Salvini, in certi casi ha messo in campo le identiche tecniche del vecchio PCI.

  16. Elisa · lunedì, 24 novembre 2014, 12:40 am

    Quello che sta accadendo qui in Emilia è impressionante.
    Gli iscritti al PD, come me, segretari di circolo come me, impegnati in amministrazioni locali, si sentono lasciati soli, da un PD nazionale che non c’è più, che ragiona con le logiche delle lobby e non della comunità.

    Non ci viene bene la politica fatta come si fa a destra

    • tsè · lunedì, 24 novembre 2014, 1:21 am

      La politica come si fa a destra è la vostra pratica da trent’anni.

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 8:03 am

        Può essere, ma il Bugiardo l’ha sorpassata di larghissima misura !!

    • Orlando · lunedì, 24 novembre 2014, 3:55 pm

      Non è questione di dx o sx, le cose non vanno bene, o si cambia o si va a scatafascio.
      Pensa tu se a governare erano i grillini o FI o Lega. Allora si che erano cavoli !!!

  17. pinky700 · lunedì, 24 novembre 2014, 12:34 am

    la questione è molto semplice.Chi è di sinistra oggi è senza rappresentanza e si astiene

    • pinky700 · lunedì, 24 novembre 2014, 12:39 am

      una sinistra che scimmiotta la destra peggiore non può che fare questa fine

    • AlbertoAlpado1 · lunedì, 24 novembre 2014, 12:56 am

      Infatti io per la prima volta e con grande sofferenza, sono passato con la matita sopra il simbolo del PD ma la mano l’ha trascinata oltre, impedendo alla mente di farsi sopraffare dall’emozione dei ricordi e così dare una conferma all’idiota che si crede il salvatore del Paese uccidendo la memoria storica della Sinistra, facendo il gioco della destra.

      • Franco Cosmi · lunedì, 24 novembre 2014, 5:39 am

        Da me non si è votato ma la mia situazione è identica.
        Quando toccherà a me saranno Lazzi amari, lo so!
        Spero in una rapida “evoluzione della specie” sennò so amari!
        .

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:24 am

      Esattamente ! La sinistra non c’è più !

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 8:04 am

        C’è solo un ducetto di paglia che fa finta di essere di sinistra e si sgola a gridarlo a chi non gli crede più !!!

  18. tsè · lunedì, 24 novembre 2014, 12:34 am

    I rottamandi ed i loro clientes si sono astenuti, ma non basterà ad evitare la discarica.

    • Stefano semeraro · lunedì, 24 novembre 2014, 12:44 am

      Trppo semplice e opportunistico questo commento.In realtà la rottamazione si è fermata per chi è salito su carro Renziano. Con grande delusione di chi ci credeva. E poi centinaia di migliaia di cittadini NON POSSONO ESSERE ETICHETTATI come clientes di un qualsiasi politico. Sono teste pensanti., E nemmeno a loro dsispiaceva un cambiamento serio nel rispetto, della stori adi questo,partito. Ma si vuol fare altro e spostarsi sul leaderismo. E questo è perdente.

  19. Michele · lunedì, 24 novembre 2014, 12:31 am

    Non poteva durare uno che fa solo annunci ed è la fotocopia di Berlusconi.
    Renzi ha così concluso la sua missione: uccidere la sinistra.
    Saranno cazzi acidi con la destra estrema che conquisterà l’Italia.

    • ukarka · lunedì, 24 novembre 2014, 11:17 am

      Saranno cazzi acidi con la destra estrema che conquisterà l’Italia….

      Perchè? Magari assisteremo a una nuova Liberazione…..

  20. Tino · lunedì, 24 novembre 2014, 12:28 am

    gad,
    altro che Renzi. L’intera Emilia Romagna non si fida proprio più di voi di sinistra. Nemmeno di SEL. La volete capire che siete dei dinosauri?

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:16 am

      Il vero crac però lo ha generato l’assolutamente inattendibile Contaballe fiorentino !!
      Come fai a fidarti di quello lì ?
      Ti volta le spalle in qualunque momento pur di galleggiare insiene alla sua cricca !
      Pronto ad allearsi con chiunque pur di sopravvivere… e schiavo di finanza, multinazionali etc…

    • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:26 am

      Un momento… C’è la sinistra e la destra di Renzi. Distinguiamo.

      • piroga · lunedì, 24 novembre 2014, 1:26 am

        Dire PD non ha più senso !

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.