Tunisi, vogliono impossessarsi di tutta la sponda sud del Mediterraneo

mercoledì, 18 marzo 2015

L’attentato al museo di Tunisi non mira solo a destabilizzare l’unico paese musulmano che dal 2011 sia riuscito ad avviare una transizione democratica. Terrorizzando i visitatori occidentali, e seminando la morte in siti culturali che riuniscono le nostre civiltà, i jihadisti puntano a scavare un fossato incolmabile fra le due sponde del Mediterraneo.
Non illudiamoci di poterci asserragliare sulla sponda nord, limitandoci a respingere gli assalti provenienti da sud. O avremo il coraggio di intervenire, anche con la forza militare, in sostegno a chi sta fronteggiando sulla sua pelle la minaccia del fanatismo di matrice sunnita, oppure la situazione peggiorerà anche in Europa.

I commenti sono chiusi.

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.