Un appello a sostegno di Francesca Balzani, innovazione entusiasmo e competenza per la Milano del futuro

sabato, 2 gennaio 2016

Non capita spesso di trovare l’uno accanto all’altro il maestro elementare Paolo Limonta -animatore dei Comitati popolari per Pisapia sindaco- e l’economista bocconiano Francesco Giavazzi, donne e uomini della sinistra sociale insieme con l’eccellenza delle professioni milanesi. Per non dire di personalità indipendenti come il presidente emerito della Corte Costituzionale, Valerio Onida, o l’ex magistrato Gherardo Colombo… Le oltre 130 firme diffuse in sostegno della candidatura di Francesca Balzani a sindaco di Milano nelle primarie del prossimo 7 febbraio, testimoniano una davvero insolita capacità di attrazione; culture e ambienti diversi che si ritrovano insieme per il futuro della città. Qui di seguito il testo dell’appello e, in ordine alfabetico, le firme tra le quali con molta convinzione c’è anche la mia

La candidatura di Francesca Balzani è una buona notizia per chiunque abbia a cuore il governo della città.
Sosteniamo Francesca perché crediamo sia l’unica, fra le personalità in campo, in grado di parlare a tutte le culture e le esperienze che compongono l’area del centrosinistra milanese. Per le sue qualità politiche e umane, per l’entusiasmo e la passione con cui si è lanciata in questa sfida.
Nel suo impegno politico e amministrativo è sempre riuscita a coniugare competenze tecniche di primordine a una chiara visione delle priorità e a capacità innovativa.
Ne sono prova il lavoro svolto come relatrice del Bilancio della Commissione Europea e, a Milano, l’introduzione del Bilancio Partecipativo – con oltre 30mila cittadini che hanno votato – la sperimentazione del baratto amministrativo, la salvaguardia dei capitoli di spesa per il welfare, il sostegno alle fragilità sociali e per incentivare la produzione culturale di qualità.
La candidatura di Francesca Balzani è, da un lato, la prosecuzione del buon governo dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuliano Pisapia e insieme la promessa dell’apertura di una pagina nuova per Milano e per la nuova Città Metropolitana policentrica che costruiremo insieme nei prossimi anni.

Cristiana Agliardi

Nanni Anselmi

Rosellina Archinto

Natalia Aspesi

Laura Balbo

Enzo Balboni

Gianpaolo Barbetta

Umberta Barletti

Benedetta Barzini

Sandra Bassan

Ginevra Battistini

Bianca Beccalli

Marco Belpoliti

Ivan Berni

Francesco Bertolini

Carla Biagi

Bice Biagi

Stefano Boeri

Andrea Boitani

Franco Bolelli

Luca Boneschi

Massimo Bordignon

Alberto Borgia

Lorenzo Boscarelli

Benito Boschetto

Umberto Bottazzini

Silvia Brena

Maria Agostina Cabiddu

Maria Paola Canevini

Valeria Cantoni

Manuela Carbonere

Stefano Cardini

Silvana Casarotto

Cetti Cascio

Lucia Castellano

Cesare Castelli

Carlo Chambry

Alba Chiavassa

Danila Chiesa

Massimo Cirri

Giuseppe Colli

Giulia Maria Crespi

Emilia dalla Chiesa

Nando dalla Chiesa

Giovanni Colombo

Alessandro D’Adda

Alessandro Dalai

Michele Dalai

Marco De Min

Pino Di Staso

Aldo Angelo Dolmetta

Chicca Domeneghetti Smuraglia

Alfredo Drufuca

Laura de Rui

Claudia de Lillo

Giacomo Faina

Giuseppe Faina

Franco Ferrari

Vincenzo Ferrari

Mario Fezzi

Emi Fontana

Giuseppe Fornari

Alessandro Galli

Jole Garuti

Francesco Giavazzi

Ada Gigli

Mario Giusti

Licia Granello

Alberto Guariso

Laura Hoesch

Paolo Hutter

Giuseppe Iannaccone

Bruno Inzitari

Antonio Iosa

Marco Lampugnani

Gad Lerner

Paolo Limonta

Maurizio Logozzo

Cristina Lupoli

Federico Magnifico

Aldo Majno

Caterina Malavenda

Pier Mannuccio Mannucci

Giuseppe Marino

Ettore Martinelli

Gianna Martinengo

Maria Grazia Mattei

Alberto Mattioli

Valeria Mezzanotte

Franco Monaco

Alberto Montanari

Eleonora Montani

Anna Maria Morazzoni

Franco Morganti

Matteo Motterlini

Massimo Mucchetti

Alessandra Naldi

Viola Nicodano

Valerio Onida

Marisa Paramidani

Luca Perfetti

Valentina Piccinini

Marco Ponti

Patrizia Pozzi

Barbara Pozzo

Fabio Ranchetti

Anelisa Ricci

Cesare Rimini

Carlo Rimini

Elisabetta Rubini

Lia Rumma

Tommaso Sacchi

Lorenzo Sacconi

Beniamino Saibene

Cristina Saibene

Giuliana Saibene

Luca Salvi

Rosanna Santonocito

Valeria Sborlino

Fulvio Scaparro

Piero Scaramucci

Aldo Scaringella

Gadi Schoenheit

Francesco Silva

Cristina Simonini

Filippo Solibello

Giovanni Stella

Roberto Tamborini

Lucilla Tempesti

Chiara Tenella Sillani

Francesco Tesauro

Benedetta Tobagi

Mario Tomasoni

Cristina Treu

Lea Vergine

Francesca Zajczyk

Buni Zeller

Giuseppe Zizzo

Giuliana Zoppis

Furio Zucco

411 Commenti

  1. Artmando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 10:44 am

    Pisapia è stato un buon sindaco per Milano…
    sebbene proveniente da SEL quindi dalla sinistra
    estrema…ha saputo anteporre la pragmaticità al settarismo ideologico…infatti Milano dalla rituale
    classifica sulla qualità della vita del Sole 24
    ore e balzata al 2° posto dopo Bolzano…
    tra l’altro l’onestà intellettuale di Pisapia ha riconosciuto che parte del merito
    va anche alla Regione governata da Maroni…
    sopratutto per quanto riguarda i servizi
    alla sanità e al contributo alle imprese…
    questa è la prova che quando politici intelligenti riescono a superare barriere
    ideologiche chi ci guadagna è il cittadino…
    la Balzani continuerà su questa strada…

    • Mastro Titta · domenica, 3 gennaio 2016, 10:45 am

      Parola di nazifascista?

      • Artmando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 10:54 am

        ma va là…tu sì che sei un destroide
        mimetizzato…

  2. Mastro Titta · domenica, 3 gennaio 2016, 10:33 am

    Io quando vedo certi appelli sottoscritti da una certa sinistra immediatamente vado ad un certo proclama che portò all’uccisione del Commissario Calabresi. E siccome c’è un firmatario che ha le mani lorde di sangue per i suicidi degli imprenditori falliti grazie all’euro…

    • etwas ruhiger · domenica, 3 gennaio 2016, 4:14 pm

      io quando leggo la locuzione “una certa sinistra” ho subito la sensazione di un blocco mentale – nella mente di chi la usa.
      una locuzione che sostituisce un ragionamento non è mai una buona cosa.

  3. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · domenica, 3 gennaio 2016, 10:33 am

    Zappa
    Il leghista komunista
    Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

    • Artmando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 11:38 am

      effettivamente è un paradosso…
      a leghista si addice di più “fascista”
      visto le alleanze

  4. Moe · domenica, 3 gennaio 2016, 10:29 am

    ma Gad Lerner risiede e vota a Milano o risiede dove ha il cascinale?

  5. Moe · domenica, 3 gennaio 2016, 10:18 am

    Francesco Giavazzi? L’economista che scrive sul Corriere? Opporcapaletta. Il più venduto deigli economisti che esaltavano il macellaio Mario Monti e la Fornero? Allora questo è uno schieramento nazifascista

    • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · domenica, 3 gennaio 2016, 10:27 am

      strong>ESATTO

  6. Un vecchietto · domenica, 3 gennaio 2016, 10:15 am

    Paolo Limonta, Francesco Giavazzi, Valerio Onida, Gherardo Colombo e altre 130 firme in sostegno della candidatura di Francesca Balzani. Tutti membri della famigerata casta hanno scritto:
    “Sosteniamo Francesca perché crediamo sia l’unica, fra le personalità in campo, in grado di parlare a tutte le culture e le esperienze che compongono l’area del centrosinistra milanese. Per le sue qualità politiche e umane, per l’entusiasmo e la passione con cui si è lanciata in questa sfida.”
    Da quel giorno più non vi leggemmo avante. Nemmeno i consiglieri di Mattarella potevano essere tanto banali.

    • etwas ruhiger · domenica, 3 gennaio 2016, 4:28 pm

      Paolo Limonta casta? questa battuta degna di Totò dimostra come l’uso del termine casta abbia assolto la stessa funzione della locuzione “una certa sinistra” e similari nel simulare un qualche tipo di ragionamento che si suppone acuto ed informato, mentre non solo non è acuto, ma non è nemmeno un ragionamento e di sicuro fa volentieri a meno di informazione.
      Limonta, che conosco personalmente da vent’anni e come Lerner ha ben chiaramente detto in testa al suo intervento, è un maestro elementare.
      Anna Maria Morazzoni è una musicologa, ex insegnante di conservatorio, Gherardo Colombo è un magistrato (uno che lavora anche secondo gli standard di chi usa a capocchia il termine “casta”), Onida è un giurista (casta anche lui?), Hutter, Tobagi, Scaramucci e Berni sono giornalisti (casta anche loro?), Dalla Chiesa è un docente universitario (casta!!)… questo solo per limitarmi ad una manciata di nomi di persone che conosco più o meno direttamente.
      e non sono nemmeno un sostenitore della Balzani, anzi: come ho scritto più volte ritengo pessima e pure poco chiara la mossa di schierare la Balzani all’ultimo minuto di fronte ad un unico candidato di area renziana. sarebbe stato meglio avere un unico candidato non renziano e, dato, che il candidato non renziano c’era già da mesi, sarebbe stato il caso di concordare con lui le mosse da fare. evidentemente, per ragioni che ignoro (e per responsabilità di tutti immagino, compreso Majorino che, probabilmente, si è mosso in maniera troppo personale), si è andati in ordine sparso (cosa che determinerà con ogni probabilità la vittoria di Sala).

  7. Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 10:13 am

    Tragica notizia per i “comunisti”.
    Cantone ha dichiarato ad alta voce:
    “Io sono di destra”.
    Chissà come la prenderà Maria che lo
    stimava tanto.
    Del resto è cosa ovvia data la nostra fissazione
    contro la corruzione.

    • Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 10:19 am

      Psicologia delle masse.
      Corruzione ed evasione.
      Fermo restando che trattasi
      di reati da sanzionare entrambi,
      a noi di destra fa più male la
      corruzione, a quelli di sinistra
      l’evasione.
      Non si sa perché ma pare sia così.
      Voracità della sinistra?

      • Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 10:24 am

        Che ne dice Pinky il “comunista”?

      • Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 10:25 am

        Per me , ti dico subito, l’evasore
        ruba i soldi, il corruttore ruba l’anima.

      • Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 10:32 am

        Oltre ai soldi, s’intende.
        Ma si sa, i sinistri non
        hanno l’anima.
        E, tornando in tema, questa
        Balzani mi sembra fredda come
        un frigorifero.

    • etwas ruhiger · lunedì, 4 gennaio 2016, 10:53 am

      si possono stimare benissimo anche persone di destra solo uno sciocco manicheo può pensare il contrario.

  8. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · domenica, 3 gennaio 2016, 9:57 am

    Balzani chi è costei?
    Cosa ha mai fatto per dare lustro a Milano se non tassare?
    È sicuramente una che è molto allineata al vecchio PCI.
    Sala un vecchio trombone che ha collaborato, come Boeri, con la Moratti.
    Ciò non costituisce una discriminante, di per se ma una verificata patente neoliberista cosa peggiore del komunismo.

    • Armando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 10:09 am

      ah ah ah senti quello che tifa per
      Sallusti…detto Olindo…un perdonaggio a dir poco..inquietante…

      • Armando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 10:16 am

        Balzani contro Sallusti….la bella e la
        bestia

      • Moe · domenica, 3 gennaio 2016, 10:19 am

        Sepre meglio la Bestia Sallusti che una compagine nazifascista europea.

      • Artmando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 10:26 am

        bravo…sono d’accordo…sul Sallusti
        “Bestia” con la maiuscola

    • Mastro Titta · domenica, 3 gennaio 2016, 10:52 am

      i nazifascisti, come sempre, insultano sempre l’avversario vero Zappa? Conosci molto bbene la tecnica.

      • Artmando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 11:03 am

        perchè il tuo “nazifascista” è un complimento…ma va là..chiaccherone

  9. Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 8:32 am

    Non sono di Milano, non conosco nessuno
    ecc ecc ma…..quell’Ambrosoli presentato
    l’altra volta come questoquicisalvera’ che
    fine ha fatto?
    Mi pare che esista ancora no?

    • Mastro Titta · domenica, 3 gennaio 2016, 8:48 am

      Desaparecido pure in Regione Lombardia.

      • Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 8:50 am

        Lo diceva il Violi 5 Stelle che Ambrosoli
        non c’era mai.
        Invece questa ci sarà sempre. Dove altro
        potrebbe andare?

      • etwas ruhiger · domenica, 3 gennaio 2016, 6:17 pm

        nient’affatto desaparecido: è rimasto in consiglio regionale a fare il suo lavoro di consigliere.
        candidato a mio avviso sbagliato, ma ottima persona.
        i 5 stelle all’epoca fecero uno dei loro errori classici: evitando di sostenere una figura pulita e un centrosinistra presentabile, pre renziano e NON renziano regalarono la regione a Maroni e una carta in più ai renziani per sostenere lo spostamento al centro dell’asse politico e l’autonomia del pd.
        con i risultati che sappiamo.

    • Lady Dodi · domenica, 3 gennaio 2016, 8:49 am

      Magari questi della lista avevano firmato
      anche per lui?

  10. Mastro Titta · domenica, 3 gennaio 2016, 8:28 am
  11. Nino Vialba · domenica, 3 gennaio 2016, 8:25 am

    A prescindere dai sostenitori elencati, se fossi di Milano e votassi a Milano sosterrei sicuramente la Balzani non perchè è donna oppure un personaggio nuovo, ma perchè ispira e merita fiducia.

    • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · domenica, 3 gennaio 2016, 9:59 am

      Ispira?
      E dove trai questa ispirazione?

  12. Margherita · domenica, 3 gennaio 2016, 8:24 am

    sarà SALA il nuovo sindaco di Milano

  13. Henriette · domenica, 3 gennaio 2016, 8:03 am

    avevo un mio candidato del cuore,che ha rinunciato per servire tutti gli Italiani in Parlamento;mi sono documentata, Balzani ottima candidata,non la conoscevo mi fido

  14. Mastro Titta · domenica, 3 gennaio 2016, 6:17 am
  15. bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 3:20 am
    • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 3:21 am

      Mo’ prova a farmi una denuncia per
      APOLOGIA DI FASCISMO, e vediamo cosa succede!!!!!!!!

  16. bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 2:44 am

    Un appello a sostegno di Francesca Balzani, innovazione entusiasmo e competenza per la Milano del futuro.
    ———————————
    Sono sincero, se caso mai avessi abitato a Milano, e avessi dovuto
    votare, io questa Balzani, te la votavo a occhi chiusi, e sai perché?
    Perché non la conosce nessuno. Ti dirò di più, tolti due o tre nomi
    di chi ha firmato pro lei, di un certo rilievo,es Natalia Aspesi, Boeri, il tuo, di tutti gli altri, nulla o quasi si sa, quindi se si
    espongono vogliono stare A SIGNIFICARE un vero cambiamento:
    finalmente aria nuova e, si spera,
    PULITA.

  17. Armando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 12:51 am

    sono certo che gli elettori del centro sinistra
    milanese sapranno distinguere tra un tirapiedi
    infiltrato da Renzi che si mette una casacca
    che non gli appartiene e una politica coerente con
    lo spirito fondante del suo partito…
    distaccata dalle beghe interne…dai protagonismi tipici dei mestieranti della politica..una bella persona..

    • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 3:22 am

      Comincio ad avere qualche dubbio….

  18. umberto ambrosoli per sala · sabato, 2 gennaio 2016, 11:59 pm

    E Umberto Ambrosoli? (Lui sta con Sala. I ciellini non si smentiscono mai, stupisce che Gad Lerner non sia della partita, di Ambrosoli per chiarezza)

    • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · domenica, 3 gennaio 2016, 12:23 am

      Ambrosio impari a fare il miele.

    • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 2:50 am

      Gad Lerner, ormai è vecchio, scrive coi piedi, e ormai deve farsi una ragione del fatto che il suo tempo è finito, politicamente parlando, non gli riesce di immaginare un futuro.

      • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 2:50 am

        Se ne facci una ragione, si comperi una copia de:
        - La korazzata

      • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 3:01 am

        Una kopia de la
        - Korazzata Potemkin.-
        Il capolavoro di Eisenstein.
        Nottetempo la visioni e cerchi
        di godere al ripensare ai giorni mitici del CICLOSTILE.
        I soldi li hai fatti, la vigna pure, ma quale altra idealità
        può o potrebbe frullarti per la testa?
        Consiglioti di alternare la re-visione del capolavoro di cui sopra, con la visione di altro film del Regista Italiano Marco Ferreri, un precursore, ma che dico, di più:
        un profeta.
        Il titolo del film:
        - LA GRANDE ABBUFFATA -
        Ad onor del vero, non aspiri forse al tipo di morte propria ai protagonisti del film?
        L’OZIO, E’ IL PADRE DI TUTTI I VIZI.
        Vorresti mica insinuare che anche tu hai provato le gioie
        della disoccupazione?
        Repetita juvant:
        - COMODO FARE I FROCI, COL CULO DEGLI ALTRI.
        C’è da dire che sul blog sei in ottima compagnia:
        -leccaculo a gogò!

  19. Armando Zappa · sabato, 2 gennaio 2016, 11:58 pm

    ma perchè fai questo elenco di personaggi
    prestigiosi?
    Ti capisco…è un modo per consolarti…
    è il sogno di uno che fa parte di
    un movimento dove il massino maitre a penser è…Roberto Calderoli…
    immaginiamo gli altri…
    coraggio….

    • Armando Zappa · sabato, 2 gennaio 2016, 11:58 pm

      questo post è per Alessandro …naturalmente

    • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · domenica, 3 gennaio 2016, 12:21 am

      Queste persone sono quelle che hanno contribuito al miglioramengo dell’umanità.
      Sala e pisapippa sono due loffie spaziali.

      • Armando Zappa · domenica, 3 gennaio 2016, 12:35 am

        come..non ti piace Sala?
        è amico di quella che fu la tua alleata
        Moratti…praticamente uno di destra infiltrato nelle file della sinistra…
        un po’ come Renzi del resto…

    • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 3:05 am

      Guarda che il termine di Maestro Pensatore, in ogni caso, su questo blog, me escluso, è usato del tutto a sproposito:
      - Voi tutti non siete altro che la clacque di Gad Lerner, nessuno di voi ha nulla di originale, ne è capace di esprimere una sua visione propositiva del mondo a venire, sperate solo di ricavare
      una NICCHIA DI SOPRAVVIVENZA.
      ps Senza offesa, ma ad onor del vero.

    • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 3:14 am

      Roberto Calderoli, per averlo conosciuto in largo Argentina in Roma, a me è molto simpatico, e mi aspetto sempre che consigli a Salvini, quello che io consigliai a lui:
      -Organizzare una grande manifestazione della Lega contro i
      mali del nostro tempo, in primo luogo questa invasione non osteggiata in alcun modo, anzi favorita dai vari Lerner di turno,
      che tendono a ragionare col culo,
      contro l’addormentamento delle
      coscienze, allo scopo di risvegliare un sano NAZIONALISMO
      non dico proprio Fascismo, e sarebbe auspicabile, ma qualcosa del genere.
      Manifestazione da tenersi in VIALE
      GABRIELE D’ANNUNZIO che poi sta proprio sopra Piazza del Popolo e
      sotto al Pincio di Villa Borghese,
      li c’è una statua di ALBERTO DA GIUSSANO simbolo di quella LEGA che favorì, il vero e proprio RINASCIMENTO ITALIANO, altro che la MASSONERIA.
      ITALIANIIIIIII, IN PIEDI, SVEGLIA,
      LERNER E SOCI CI STANNO RI-COLONIZZANDO.
      Ci conviene?
      In nome del diritto, il loro, stanno provvedendo a farci il CLASSICO culo come un secchio.

    • Margherita · domenica, 3 gennaio 2016, 8:26 am

      grave errore

  20. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · sabato, 2 gennaio 2016, 11:09 pm

    MASSONI CELEBRI

    La corposità dell’elenco non scoraggi il lettore. Un esame, anche rapido, può riservare incontri davvero sorprendenti.

    Rispetto alle grandi personalità che hanno fatto parte della Massoneria, l’elenco qui riportato, per quanto consistente, è senza dubbio largamente incompleto. Esso è comunque sufficiente a porre nella dovuta luce il contributo decisivo che i massoni di tutto il mondo hanno dato al bene ed al progresso della propria Patria e dell’intera Umanità.

    L’elencazione, in ordine alfabetico, è articolata in rubriche atte a delineare le singole personalità. Nondimeno, in considerazione della molteplicità di campi nei quali molti dei personaggi citati si sono distinti, la collocazione risulta spesso inadeguata.

    In coda, con apposita elencazione e con indicazione dell’anno d’assegnazione, sono ripetuti i nomi dei massoni che hanno ricevuto il Premio Nobel.

    (Gli italiani sono marcati in grassetto.)

    Poeti, Letterati, Compositori, Artisti, Filosofi

    - Giuseppe Cesare ABBA (e Patriota)

    - Franco ALFANO

    - Vittorio ALFIERI

    -Andrea APPIANI

    - Luis ARMSTRONG

    - Francesco BARTOLOZZI

    - Johann Sebastian BACH

    - Ludwig VAN BEETHOVEN

    - Sem BENELLI

    - Ingmar BERGMAN

    - Hector BERLIOZ

    - Arrigo BOITO

    - Ernest BORGNINE

    - Giovanni BOVIO

    - Johannes BRAHMS

    - Giacomo CASANOVA

    - Giosuè CARDUCCI

    - Gino CERVI

    - Andrea CHENIER

    - Luigi CHERUBINI

    - Nat King COLE

    - Carlo COLLODI

    - Tommaso CRUDELI

    - Jean-Baptiste D’ALEMBERT

    - Gabriele D’ANNUNZIO

    - Edmondo DE AMICIS

    - Antonio DE CURTIS (Totò)

    - Joseph-Marie DE MAISTRE

    - Cecil B. DE MILLE

    - Francesco DE SANCTIS

    - Denise DIDEROT

    - Walt DISNEY

    - Arthur Conan DOYLE

    - Alessandro DUMAS (padre)

    - Albreht DURER

    - Thomas EDWIN (Tom Mix)

    - Duke ELLINGTON

    - Ady ENDRE

    - Douglas FAIRBANKS

    - Aldo FABRIZI

    - Ettore FERRARI

    - Ignaz FESSER

    - Johann Gottlieb FICHTE

    - Gaetano FILANGIERI

    - Ugo FOSCOLO

    - Clark GABLE

    - George GERSHWIN

    - Christoph Willibal GLUCK

    - Johan Wolfgang GOETHE

    - Carlo GOLDONI

    - Guido GOZZANO

    - David W. GRIFFITH

    - Giuseppe GUERZONI (e Patriota)

    - Oliver HARDY (“Ollio”)

    - Franz Joseph HAYDN

    - Heinrich HEINE

    - Claude-Adrien HELVETIUS

    - Harry HOUDINI

    - Carl Gustav JUNG

    - Immanuel KANT

    - Rudyard KIPLING

    - Gotthold Ephraim LESSING

    - Franz LISZT

    - John LOCKE

    - Cesare MACCARI

    - Goffredo MAMELI (e Patriota)

    - Alessandro MANZONI

    - Felix MENDELSSOHN

    - Gabriel-Honore MIRABEAU

    - Charles L.de Secondat MONTESQUIEU (e Politico)

    - Vincenzo MONTI

    - Wolfgang Amadeus MOZART

    - Alighiero NOSCHESE

    - Karl VON Ossietzky (e Politico)

    - Salvatore QUASIMODO

    - Niccolò PAGANINI

    - Giovanni PASCOLI

    - Ettore PETROLINI

    - Niccolò PICCINNI

    - Alexander POPE

    - Carlo PORTA

    - Hugo PRATT

    - Giacomo PUCCINI

    - Alexandr Sergeevic PUSKIN

    - Andrea RAPISARDI

    - Jean-Philippe RAMEAU

    - Jean-Jaques ROUSSEAU

    - Ruggero RUGGERI

    - Antoine J. (Adolphe) SAX

    - Friedrich VON SCHILLER

    - Tito SCHIPA

    - Walter SCOTT

    - Peter SELLER

    - Percy Bische SHELLEY

    - Richard SHERIDAN

    - Franz SHUBERT

    - Red SKELTON

    - Jean SIBELIUS

    - Aldo SILVANI

    - Gasparo SPONTINI

    - STENDHAL

    - Paolo STOPPA

    - Jonathan SWIFT

    - Rabindran?th TAGORE

    - Leone TOLSTOJ

    - TRILUSSA

    - Mark TWAIN

    - Giuseppe VERDI

    - Claudio VILLA

    - Françoise Marie VOLTAIRE

    - Richard WAGNER

    - Lewis WALLACE

    - John WAYNE

    - Oscar WILDE

    - Billy WILDER

    Scienziati, Clinici, Inventori, Matematici, Giuristi

    - Elias ASHMOLE

    - Achille BALLORI

    - Jon Jacob BERZELIUS

    - Samuel COLT

    - Gino CREMONA

    - Michael DE BAKEY

    - Raimondo DI SANGRO (Principe di Sansevero)

    - Joseph-Michel MONTGOLFIER

    - Jaques-Etienne MONTGOLFIER

    - Albert EINSTEIN

    - Enrico FERMI

    - Alexander FLEMING

    - Sigmund FREUD

    - Cesare FRUGONI

    - Christian F. Samuel HAHNEMANN

    - Eduard JENNER

    - Henry La FontaIne

    - Pierre Simon di LAPLACE

    - Antoine Laurent LAVOISIER

    - Charles H. MAYO

    - Franz Anton MESMER

    - Antonio MEUCCI

    - Albert A. MICHELSON

    - Wilhelm OSTWALD

    - Giuseppe PEANO

    - Gaetano PINI

    - Charles Robert RICHET

    - Albert SCHWEITZER

    - Emilio SERVADIO

    - Andrew T. STILL

    - Paolo UNGARO

    - Cristopher WREN
    Patrioti

    – Mustafà Kemal ATATURK (e Statista)

    - Alfredo BACCARINI

    - Cesare BATTISTI

    - Nino BIXIO

    - Simon BOLIVAR

    - Filippo BUONARROTI

    - Benedetto CAIROLI (e Statista. Unico dei 5 fratelli sopravvissuto alle campagne garibaldine.Gli altri: Ernesto, Luigi, Giovanni ed Enrico)

    - Francesco CARACCIOLO

    - Felice CAVALLOTTI (e Scrittore)

    - Domenico CIRILLO

    - Napoleone COLAJANNI (e Politico)

    - Federico CONFALONIERI

    - Francesco CRISPI (e Statista)

    - David CROCKETT

    - Emmanuele DE DEO

    - Francesco DE LUCA

    - Alessandro DE MILBITZ

    - Giuseppe DOLFI

    Luigi Carlo FARINI

    Camillo FINOCCHIARO APRILE

    Alessandro FORTIS

    Lodovico FRAPOLLI

    Giuseppe GARIBALDI

    Menotti GARIBALDI

    Vincenzo GIOBERTI (e Politico)

    Melchiorre GIOIA (ed Economista)

    Francesco Domenico GUERRAZZI (e Scrittore)

    Matteo Renato IMBRIANI (e Politico)

    Marie Joseph LAFAYETTE

    Adriano LEMMI

    Mauro MACCHI

    Pietro MARONCELLI

    Giuseppe MAZZINI

    Leonida MONTANARI

    Giovanni NICOTERA

    Francesco NULLO

    Guglielmo OBERDAN

    Mario PAGANO

    Silvio PELLICO

    Giuseppe PETRONI

    Luigi PIANCIANI (e Politico)

    Rosolino PILO

    Carlo PISACANE

    Timoteo RIBOLI

    Giandomenico ROMAGNOSI (e Filosofo)

    Aurelio SAFFI

    Francesco SALFI

    Nazario SAURO

    Luigi SETTEMBRINI (e Scrittore)

    Giorgio TAMAJO

    Livio ZAMBECCARI

    Tito ZANIBONI

    Militari

    Harold ALEXANDER

    Italo BALBO

    Francesco BARACCA

    Oreste BARATIERI

    Luigi CAPELLO

    Mark CLARK

    Pietro COLLETTA (e Storico)

    Filippo CORRIDONI

    Armando DIAZ

    Douglas MAC ARTHUR

    Gioacchino MURAT (e Statista)

    Orazio NELSON

    Arthur Wellwsley WELLINGTON (e Statista)

    Politici, Statisti e MONARCHI

    Salvador ALLENDE

    Giovanni AMENDOLA

    Michail Aleksandrovic BAKUNIN

    Eugenio BEAUHARNAIS

    Alberto BENEDUCE

    Edvard BENES

    Leonida BISSOLATI

    Napoleone BONAPARTE

    Luigi Napoleone BONAPARTE (Napoleone III)

    Giuseppe BOTTAI

    Guido BUFFARINI GUIDI

    Léon Victor BOURGEOIS

    Camillo BENSO – Conte di CAVOUR

    Eugenio CHIESA

    Costanzo CIANO

    Winston CHURCHILL

    Michele COPPINO

    Andrea COSTA

    Georges Jaques DANTON

    Massimo D’AZEGLIO (e Scrittore)

    Emilio DE BONO

    Agostino DEPRETIS

    Roberto FARINACCI

    FEDERICO II di Prussia

    Ettore FERRARI

    Beniamino FRANKLIN (e Scienziato)

    Alfred Hermann FRIED

    Francesco Domen. GUERRAZZI (e Scrittore)

    Hichiro HATOYAMA

    Frank Billings KELLOG

    Alexander Feodorovi? KERENSKIJ

    Antonio LABRIOLA

    Fiorello LA GUARDIA

    LEOPOLDO I del Belgio

    Francesco Stefano di LORENA

    Jean Paul MARAT

    George Catlett MARSHALL

    Pierre MENDES FRANCE

    Marco MINGHETTI

    Ernesto NATHAN

    Jawaharlal (Pandit) NEHRU

    Costantino NIGRA

    Francesco Saverio NITTI

    Vittorio Emanuele ORLANDO (e Giurista)

    Williem PITT

    Ignazio POTOCKI

    Urbano RATTAZZI

    Bettino RICASOLI

    Cecil RODHES

    Meuccio RUINI

    Gustav STRESEMANN

    Charles-Maurices de TALLEYRAND

    Pasquale VILLARI

    Giuseppe ZANARDELLI

    Sovrani d’Inghilterra:

    Edoardo VII

    Edoardo VIII

    Giorgio IV

    Giorgio VI

    Guglielmo IV

    Sovrani di Danimarca:

    Federico VIII

    Cristiano X

    Sovrani di Danimarca e Norvegia:

    Cristiano VII

    Cristiano VIII

    Sovrani di Svezia

    Jean BERNADOTTE (e Generale)

    Carlo XIV

    Carlo XV

    Oscar II

    Gustavo V

    Gustavo VI Adolfo

    Presidenti della Repubblica Francese:

    Marie François Sadi CARNOT

    Paul DOUMER

    Gaston DOUMERGUE

    François Felix FAURE

    Jules GREVY

    Emile LOUBET

    Presidenti della Repubblica Messicana:

    Miguel ALEMAN

    Antonio Lopez DE SANTA ANNA

    Plutarco Elias CALLES

    José de la Cruz PORFIRIO DIAZ

    Francisco I MADERO

    Benito Pablo JUAREZ

    Làzaro CARDENAS

    Presidenti degli Stati Uniti:

    James BUCHANAN

    George BUSH Sr.

    Gerald FORD

    James Abram GARFIELD

    Hobart A. GARRETT

    Herbert C. HOOVER

    Andrew JACKSON

    Thomas JEFFERSON

    Andrew JOHNSON

    Lyndon JOHNSON

    Abramo LINCOLN

    Alexander HAMILTON

    Warren Gamaliel HARDING

    William HOWARD

    William MC KINLEY

    Thomas R. MARSHALL

    James MONROE

    James Knox POLK

    Franklin Delano ROOSVELT

    Theodore ROOSVELT

    Adlai E.STEVENSON

    William H. TAFT

    Harry TRUMAN

    George WASHINGTON (e Patriota)

    Esploratori e Astronauti

    Edwin ALDRIN

    Orazio ANTINORI

    Giovanni Battista BELZONI (ed Archeologo)

    Vittorio BOTTEGO

    Richard BYRD

    James COOK

    Gordon COOPER

    John GLENN Jr.

    Virgil GRISSOM

    Charles LINDBERGH

    Edgar MITCHELL

    Robert E. PEARY

    Walter SCHIRRA

    Robert Falcon SCOTT

    Ernest SHACKLETON

    Thomas STAFFORD

    Paul WEITZ

    Industriali

    Henry FORD

    Gino OLIVETTI

    Vittorio VALLETTA

    André CITROËN

    George Mortimer PULLMAN

    Walter P. CRYSLER

    VARI

    AGA KHAN III

    Lewis ANNANCE (Capo indiano)

    Robert BADEN-POWELL

    Alessandro CAGLIOSTRO

    Chistopher (Kit) CARSON

    Alexander Joy CARTWRIGT

    William CODY (Buffalo Bill)

    Èlie DUCOMMUN

    Jean Henry DUNANT

    Francis Fisher GEOFFREY

    Paul P. HARRIS

    Cornelius HEDGES

    Edgar HOOVER

    Melvin JONES

    Ray Sugar ROBINSON

    Heinrich SCHLIEMANN

    Emil VANDERVELDE

    Ludwig ZAMENHOF

    Darryl Francis ZANUCK

    Florenz ZIEGFELD Jr.

    MASSONI CUI È STATO ASSEGNATO IL PREMIO NOBEL

    per la Chimica: Wilhelm Ostwald (1909);

    per la Fisica: Albert A. Michelson (1907),

    Albert Einstein (1921),

    Enrico Fermi (1938);

    per la Letteratura: Giosuè Carducci (1906);

    Rudyard Kipling (1907),

    Winston Churchill (1953),

    Salvatore Quasimodo (1959),

    per la Medicina: Charles Robert Richet (1913),

    Alexander Fleming (1945);

    per la Pace: Jean-Henry Dunant (1901),

    Élie Ducommun (1902),

    Theodore Roosvelt (1906),

    Alfred Hermann Fried (1911),

    Henry La FontaIne (1913),

    Léon Victor Bourgeois (1920),

    Gustav Stresemann (1926),

    Frank Billings Kellog (1929),

    Karl von Ossietzky (1935),

    George Catlett Marshall (1953).

    Convegno Nazionale e Meeting Internazionale dei giovani Massoni – 1,2,3 ottobre 2010

    Il Convegno
    La GranLoggia d’Italia
    __________________________________
    QUESTI SI CHE SONO UN ELENCO DI PERSONE DEGNE

    • pinky700 · sabato, 2 gennaio 2016, 11:47 pm

      parli proprio te che hai governato per 10 anni con un PIDUISTA mai pentito.Alle prossime elezioni ti ritocca come alleato.Ma non ti accorgi quanto sei ridicolo

      • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 3:26 am

        Pinky, mi sei piaciuto!

    • bruno d · domenica, 3 gennaio 2016, 2:41 am

      Quasi quasi, vado ad iscrivermi anche io:
      - Hai visto mai?!-
      A voi sembrerà strano, ma una decina d’anni or sono, partecipai,
      non saprei ben specificare bene a che titolo, mi ci portò la Franca,
      alla rievocazione storica della Presa di Porta Pia, visto da fuori, non sembra, ma all’interno dei bastioni ci sono dei locali
      che consentono delle riunioni.
      Ricordo bene che neppure li trovai udienza efficace alla mia richiesta:
      - Rivoglio il mio lavoro di Metalmeccanico.-
      La Franca, che ancora si sta leccando le ferite per i fatti
      relativi alla allegra gestione dell’Ospedale Israelitico, cito e mi taccio, per carità di Patria, ci rimase anche male.
      Lei, lei che però a tutt’oggi la serva ancora ce l’ha.
      Misteri gaudiosi, secondo me essa è fissata con il poter indossare
      la Fascia Tricolore.
      Mi chiedo:
      - Ma se uno non è Massone, non può aspirare a fare neppure il Metalmeccanico?-
      Che mondo di emme.(cacca)

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.