Colonia, il rituale di umiliazione delle donne è una precedente intollerabile sul suolo europeo

giovedì, 7 gennaio 2016

Ha ragione Pierluigi Battista sul “Corriere della Sera” di oggi: sarebbe pericoloso sottovalutare quanto avvenuto la notte di capodanno a Colonia, perchè si tratta di una “prima volta” intollerabile. Accogliere i fuggiaschi da regioni sconvolte da guerra e terrorismo, non può comportare nessuna tolleranza di rituali di umiliazione delle donne, la cui libertà e dignità è un caposaldo della civiltà europea. Sappiamo che esistono varie declinazioni culturali di questa pulsione misogina a sottomettere il corpo della donna, esibendolo come un trofeo o nascondendolo come una proprietà privata. Ma nessuna precauzione antirazzista può indurci a minimizzare il pericolo che il branco dei maschi assuma anche nelle nostre democrazie la conformazione purtroppo tuttora diffusa in tanti paesi asiatici, mediorientali e africani.
Tocca alle istituzioni, prima ancora che ai volontari dell’accoglienza, farsi severe portavoce del valore della libertà della donna, mai del tutto acquisito neanche nel nostro vecchio continente. E dove non arriva l’educazione, servirà la sanzione penale. Già più volte si è rivelato come intorno al corpo della donna si stia combattendo una guerra mondiale che non è meramente simbolica. Le democrazie occidentali, in cui si applicano le regole internazionali del diritto all’asilo, devono assumerla come loro priorità.

309 Commenti

  1. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:23 am

    Gas Battista
    Non ammettono neppure per mera ipotesi che i mille maomettani hanno compiuto un atto terroristico.
    Hanno premeditato scientemente questo atto per affermare la propria cultura.

    Certo che se dovesse essere posta anche come mera ipotesi le conclusioni sarebbero diverse da quelle che i propagandisti sinistri ci vogliono far credere.
    La pongono sul razzismo accoglienza e basta. Non sanno come rispondere.
    O meglio lo sanno

    • alebattellino · giovedì, 7 gennaio 2016, 11:30 am

      La violenza dell’uomo sulla donna non è più ammissibile in paesi evoluti. Marini della Confesercenti del FVG sfregia le donne esponendone la vagina sotto una ragnatela: e sarebbe pubblicità progresso finalizzata alla diffusione dell’arte? A Colonia un popolo non europeo palpeggia e stupra le donne: erano uomini ubriachi? Per la Merkel chi sbaglia dovrà pagare, ma qui a pagare sono sempre le donne. Forse che per essere prudenti dovranno mettersi anche il velo?

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:35 pm

        Ma tu vuoi paragonare il primo fatto ( una vagina sotto una ragnatela) con il secondo?
        A una mostra alternativa ho visto delle cipolline sottaceto dentro un biberon, a simboleggiare il fallo e gli spermatozoi: dovrebbero offendersi i maschi?
        Ma per cortesia…

      • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:49 pm

        In effetti, gravissimo il biberon con i sottaceti.. cosa simboleggiano? Gli spermatozoi? Be’, simbolismo chiarissimo.. d’ora in poi quando aprirò un vasetto di sottaceti avrò quella strana sensazione di disagio.. insopportabile sfregio alla virtude maschile.. del resto sono secoli che gli uomini sono vittime di odiose allusioni a sfondo sessuale, e discriminazioni continue per il solo fatto di essere maschi! Vero. Ma con i sottaceti si è andati oltre.. :-)

    • lancio · giovedì, 7 gennaio 2016, 4:22 pm

      però siamo in grado di ammettere quanto tu sia scemo…

      • Leaders · sabato, 9 gennaio 2016, 4:58 pm

        A Colonne state identificate 32persone:Tra di loro cittadino di stati uniti,tre tedeschi,uno serbo e due polacchi.

  2. Bebba57 · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:18 am

    Quindi se non sono su suolo europeo le donne possono essere umiliate?
    Il fatto che il branco è proprio solo dei paesi asiatici, africani e mediorientali dovreste spiegarlo alle centinaia di donne vittime di femminicidio, stupro ecc. ad opera di mariti/compagni/amanti italianissimi e/o europeissimi.
    La libertà e la dignità delle donne sono caposaldi della civiltà europea: allora come si spiega che percepiamo retribuzioni fino al 40% più basse degli uomini? Come si spiega che puntualmente in Italia, per esempio, si lanciano attacchi alla legge 194, per altro mai veramente applicata.
    E la civiltà europea quale sarebbe, quella che a tutt’oggi, nel nostro paese, impedisce a persone dello stesso sesso di unirsi in matrimonio ed avere figli? O quella che vede le Istituzioni europee e nazionali completamente succubi dei potentati economici? O è ancora quella che fa finta di niente rispetto a stati che hanno governi dichiaratamente filo nazisti? O è ancora quella che lascia crepare in mare migliaia di persone adducendo la paura dello straniero ma che, contemporaneamente, si frega le mani perché quelli che ce la fanno ad arrivare rappresentano un bacino enorme di manodopera a costo quasi zero?
    Si potrebbe proseguire quasi all’infinito, ma aggiungo solo che questo articolo non solo è di un razzismo nauseante, ma anche molto molto molto machista: le nostre donne ce le difendiamo noi!!!
    Provando a rileggere quello che si scrive prima di pubblicarlo eviterebbe figure meno barbine!

    • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:27 am

      Femminista ma perché non fai una manifestazione in Germania?
      In Nigeria
      Arabia saudita
      Iran
      Vieni qui perché è comodo sicuro e certamente ripetendo frasi fatte come l’idiota neologismo “femminicidio” che altro non è che un omicidio porti qualche voto ad uno schieramento che vi racconta una cosa ma ne combina un altra.
      Stia serena!
      A proposito fu uguaglianza noi uomini viviamo meno
      Andiamo in pensione più tardi
      Gli sconti alle donne a 60 ai maschi a 65.

    • Angelo Nardi · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:28 am

      Magistrale, Bebba! Una replica eccellente. Non saprei replicare riuscendo ad aggiungere alcunché.

    • Michela Nardi · giovedì, 7 gennaio 2016, 12:09 pm

      Piu skiffoso mollestatore come uomo italiano ancora da cercare, altro che beduino.

    • Vincenzo Viviani · giovedì, 7 gennaio 2016, 1:00 pm

      Perfettemente d’accordo. Rituale intollerabile ovunque!Le persone hanno pari dignità in ogni angolo della terra!

      • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:20 pm

        Ho capito, in tutto questo una serata in piazza dove attraverso un assalto alle donne programmato ed organizzato, vengono palpeggiate, umiliate, stuprate (almeno in 2 casi) e derubate a quanto si sa 125 donne (questo il numero delle denunce ad oggi), non penso che un fatto simile per numero e organizzazione in branchi, sia mai accaduto prima.. almeno da quanto ne so. Vogliamo dire che si tratta di misoginia singola? Allora si tratta del “misogini fans club”.. visto l’entità e la modalità dell’assalto. Uomini che odiano le donne..

    • Condori · giovedì, 7 gennaio 2016, 3:38 pm

      Un medico,insegnante o impiegato uomo prende piú di una collega donna? Non mi risulta.

      • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 7:10 pm

        A parità di qualifica e anzianità, nonché parità diun mansione, ad una donna va il 30% in meno di stipendio. Volete continuare nel 2016 con la guerra dei sessi? Lavorate come una donna tra lavoro, casa e figli, e poi vediamo se si ha ancora il fiato per fare i fenomeni!

      • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:39 pm

        A me sì. E non solo.. anche sulla pensione le donne hanno assegni molto inferiori. Non è da molto che ne hanno parlato tutti i tg. La pubblicità progresso dell’esperimento di colloquio di lavoro con donna truccata da uomo, te la sei persa? Forse fossi donna te la daresti, senza bisogno degli spot di denuncia.. ad esempio quando ti fanno firmare lettera di dimissioni in bianco, sempre pronta nella “malaugurata” eventualità di una gravidanza, in Italia crimine immondo, praticamente una bestemmia, lasciamo poi perdere il capitolo proposte poco professionali.. diciamo così.. già il mondo del lavoro è una giungla a prescindere dal sesso, se sei donna a volte è pure peggio.

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:58 pm

        Però questo nel settore privato, probabilmente dovuto al fatto che una donna , avendo più impegni, si crede che possa dedicare meno tempo al lavoro.
        E’ un fattore di mercato, deprecabile quanto si vuole, ma il mercato funziona così; non mi risulta che nel settore pubblico, un medico, un in infermiere, un insegnate , guadagnino di meno di una collega o che ci sia una legge che discrimina.

      • luisaRM · sabato, 9 gennaio 2016, 12:31 am

        Gli stipendi statali sono decisi da contratti nazionali uomini o donne prendono lo stesso stipendio se hanno lo stesso contratto.

    • Alessandro · giovedì, 7 gennaio 2016, 5:21 pm

      a me sembra che l’unica che sta facendo razzismo sia tu! Pensaci…..

    • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:38 pm

      La figura barbina la fanno anche le femministe che pur di non abbandonare mamma ideologia( che si è mostrata perdente e quindi è stata punita dalla storia) si arrampicano sugli specchi.

      • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:56 pm

        A incaxxarsi per quello che è avvenuto a Colonia, o per i femminicidi nostrani non sono le femministe (che poi, ci sono ancora? Mah..), dovrebbero essere le persone con normale buon senso e non penso dotate di particolari facoltà intellettive. E parlo di persone, non a caso. Uomini e donne.

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · giovedì, 7 gennaio 2016, 11:06 pm

        Stavo dicendo qualcosa di diverso: dicevo che le femministe che in nome di un politically correct astratto vogliono a tutti i costi equiparare le sperequazioni europee, dovute a diversi fattori e alla mancanza di pari opportunità, non ad una legge specifica contro le donne ( oltretutto non è che l’Italia sia un paradiso dove tutto funziona a meraviglia e a soffrire sono solo le donne: le pari opportunità non ci sono per i poveri, per i disabili, ecc) con i gravissimi fatti di Monaco, che in Europa non sono per nulla usuali ed ha ragione l’articolo: giustificandoli si crea un pericoloso precedente: se è vero che la “sindachessa” ( uso questo termine perché so che la Boldrini ci tiene) di sinistra ( ma ne dubito) ha chiesto alle donne di non assumere atteggiamenti che persone di altre culture potrebbero equivocare, la cosa è grave e si torna indietro di 50 anni. E domani potrebbero chiederti di uscire col burqa per non provocare. Voglio sperare che le parole attribuite alla sindachessa siano una bufala e sicuramente sarà così.

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · giovedì, 7 gennaio 2016, 11:17 pm

        *dicevo che le femministe che in nome di un politically correct astratto vogliono a tutti i costi equiparare le sperequazioni europee, dovute a diversi fattori e alla mancanza di pari opportunità, non ad una legge specifica contro le donne ( …) con i gravissimi fatti di Monaco fanno una figura barbina.
        -
        In quanto ai femminicidi, gli unici che sono veramente femminicidi sono gli aborti selettivi, le moglie bruciate, le spose bambine che spesso muoiono di stenti, alcuni serial killer e pochi altri casi ( in Europa rarissimi) come le morti per dissanguamento o infezione durante le infibulazioni.
        Queste persone vengono uccise in quanto femmine. Le altre sono tragedie famigliari dove , per un sentimento malato, si uccide un familiare, che nella maggior parte dei casi risulta essere una donna ( ma in altri casi è un uomo, e allora cos’è, un maschicidio?) , ma che non viene ucciso perché di sesso femminile!

    • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:54 pm

      @ bebbe 57
      A parte il fatto che alcune cose che hai scritto sono vere, per il resto si tratta di un’accozzaglia di luoghi comuni degli anni 70.Negli anni 70 si poteva sperare che avrebbero funzionato, ma oggi sappiamo che tali idee sono state punite dalla storia.
      La figura barbina la fanno anche le veterocomuniste che pur di non abbandonare nessun pezzetto di mamma ideologia si rendono ridicole.
      Augurati di non n trovarti mai nella situazione di essere assalita da un branco, di non sentirti libera di girare o di aver paura di essere in qualche modo assalita da un branco ( ed io per fortuna nella mia vita ho vissuto solo la seconda esperienza) e allora capirai qual la differenza fra tale esperienza e non difendere la 190 o dare della gallina a un personaggio pubblico o il sapere che le donne sono pagate di meno degli uomini.
      Con questo, se fossi utopista, chiederei che si lavorasse per portare il massimo della democrazia e della libertà in tutto il mondo, che le ricchezze fossero equamente divise e non ci fosse la necessità di emigrare, che si integrassero il maggior numero di persone possibile, ma non una in più di quelle che è possibile integrare, pena grosse tragedie.

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:57 pm

        *194

      • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 11:28 pm

        Non avevo capito io allora.. scusa. Mi sembrava la solita caccia alle streghe femministe. Pubblico e privato? Nel sistema sanitario la forza lavoro è per l’80% femminile (non dico a caso, è percentuale vera), e le disuguaglianze si fanno sentire eccome..

    • Ottaviano · venerdì, 8 gennaio 2016, 12:05 pm

      Quindi? Lasciamoli fare tutto io mondo è paese. Complimenti per la acutezza e la sagacia.

  3. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:12 am

    Mary è tornata al lavoro dopo le vacanze.
    Applicata di segreteria in una scuola bidella

    • mary · giovedì, 7 gennaio 2016, 7:37 pm

      Milangorgogliantecloaca
      poivero oimetto in cerca di visibilità
      tu parassita conb passato politico(per tua ammissione)sei un inutile ometto che ciabatta nelle osterie cittadine
      ma falla finita
      io nonb svolgo quel lvoro ,onorATO COME OGNI LAVORO
      SPESSOI,VI SONO BIDELLI CHE,PER ONESTà,CIVILTà E DEMOCRAZIA,FANNO ARROSSIRE UN OMETTO COME TE,PER LA VERGOGNA
      A CUCCIA!
      sappi che le tue provocazioni sono inutili, io non ti temo comne non temo i tuoi associati amncichetti dal lato b,nella volgarità
      anche nel 2016, non la spunterete,con la sottoscritta
      quindi,a cuccia!

  4. Marco · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:43 am

    E’ rassicurante scoprire che tra i commentatori ci sono tanti paladini difensori dei diritti delle donne! Allora approfittiamone per rieducare il nostro paese al rispetto e alla difesa dei loro diritti. Iniziamo ad imporre l’equivalenza degli stipendi, bandire con sanzioni ogni forma di espressione e pubblicità sessista, educare all’eguaglianza dei diritti tra i sessi nelle scuole. Siamo tutti d’accordo?

    • tsè · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:46 am

      ma nemmeno un pò.

      usare la legge come mezzo per tentare di rimodellare la società, per controllare il pensiero è autoritarismo, fascista o stalinista fa poca diferenza, che inevitabilmente conduce ad una società immobile ed oppressiva.

      • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:59 pm

        Hai una figlia? Una sorella, una fidanzata? No? Una madre l’avrai no? Chi sarai? Mica Oliver Twist? Solo al mondo..
        Non ti farebbe incaxxare se fosse stata palpeggiata, se per strada la prendessero a titoli perché donna, se la pagassero meno di un suo collega in ufficio, se si sentisse offesa per una pubblicità dove si vede una donna nuda a Carponi con una catena al collo (ESISTE DAVVERO), se ad un processo per stupro, fosse lei a dover dimostrare che il suo abbigliamento non era provocante. La società, non la cambia una legge, la società è l’insieme degli individui, se la società è come la vediamo oggi, è perché sono ancora troppi i soggetti per i quali se c’è misoginia è un problema delle donne, IGNORANDO CHE SI TRATTI DI UN PROBLEMA DEGLI UOMINI, e che spetterebbe a loro la responsabilità di fare qualcosa per porvi rimedio. Parlo di uomini veri, e non di omuncoli cerebrolesi. Ovviamente. Perché gli omuncoli non ci possono arrivare.

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · venerdì, 8 gennaio 2016, 10:19 pm

        E comunque non mischiamo cose diverse fra loro: una cosa drammatica, come a un processo di stupro dover dimostrare di non aver provocato e di essere vestita in modo decente ( semmai dimostrare che è vero mi pare doveroso visti i falsi casi), leggi di mercato, deprecabili per tutti come quelle che creano numerose sperequazioni , non solo fra donne e uomini, e pubblicità che ce ne sono di tutti i tipi e devono essere libere, basta ignorare quelle che non ci piacciono ( abbiamo già dimenticato “je suis Charlie”??), su cui è meglio sdrammatizzare, per non rendere tutto pesante come un pacco di mattoni piombati!
        E guarda che il dente avvelenato con le femministe mi è venuto proprio conoscendole, in astratto alcune loro battaglie potrebbero pure sembrare giuste. Poi ci si chiede come mai certi gruppi politici chiusi perdono ogni giorno consensi!

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · venerdì, 8 gennaio 2016, 11:15 pm

        Ad esempio è dimostrabile che una persona che ha più tempo da dedicare al lavoro perché più libera fa più carriera e viene pagata di più.
        Come pure chi ha più capacità. O un modello e una modella più belli percepiscono di più dei colleghi meno avvenenti-
        Poi non credo che mio cugino che gioca in serie D guadagni quanto Totti ( ma se avesse avuto le capacità , la determinazione e la fortuna di Totti, sarebbe arrivato in serie A e sarebbe stato pagato quanto lui).
        Allora? Non ci sono leggi contro le donne, ma mancano strutture come asili interni alle aziende o possibilità di portare i figli con sé, e questo penalizza le donne , fa sì che non siano competitive come gli uomini e il mercato le punisce, perché il mercato punisce chi non è competitivo. Sarebbe meglio se i politici incentivassero queste strutture, piuttosto che voler anadre contro millenni di evoluzione ed equiparare il mammo e la mamma a tutti i costi, cosa che ,al di fuori di un ristretto ambito ideologico , ha poco successo, come tutte le cose che in nome dell’ideologia vogliono andare contro natura.
        I vertici italiani sono inoltre ingessati a 50 anni fa, nessuna possibilità per i giovani e i nuovi. E chiaramente allora , anche le quote rosa sono ferme a 50 anni fa. Cari politici, realizzate queste cose, cioè le pari opportunità e poi vedremo se le donne emergono o meno ; e rassegnatevi: l’evoluzione ha fatto sì che alcuni mestieri siano percentualmente scelti di più dai maschi, altri dalle femmine (il che non significa che non esistano maschi o femmine eccellenti in quei lavori), è inutile fare leggi speciali per deviare il corso della natura. Create le pari opportunità e la piena libertà di poter scegliere, e lasciate fare al caso, senza umilianti percorsi speciali ed artificiali, come le quote rose per legge, o l’impossibilità di esprimere due preferenze a persone dello stesso sesso ( obbrobrio delle primarie piddine): tali leggi speciali non servono alle donne, perché non sono oche ( NON SIAMO OCHE), semmai servono a gruppi chiusi ed in via di estinzione come le femministe ed affini; le donne non hanno bisogno di quote rosa per emergere in politica perché hanno siufficienti quote grigie; e dove gli ostacoli della politica classica sono stati rimossi , come nei 5 stelle che hanno votato via web, le donne sono emerse bene e senza bisogno di obbrobri umilianti come le quote rosa ( che sono come dare il vantaggio di 5 punti al deficiente di turno per non farlo perdere troppo male).
        E’ chiaro che nel resto dei partiti con nomenklature ingessate agli amici dei potenti di 50 anni fa, senza strutture, asili, ecc , le donne non se la sentano di prendersi un incarico così pesante.
        Ultima cosa: se una vuole fare la mamma e la casaliga , o anche la casalingua, saranno pur fatti suoi, no? A volte si tratta di libera scelta! E va rispettata!

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · venerdì, 8 gennaio 2016, 11:30 pm

        Come agiscono le vergognose ed umilianti quote rosa? Se in un partito a caso ( il pd :D ) si sono candidate 10 femmine amiche di maria de Filippi e 300 maschi amici di Costanzo, m a fra tutti questi se ne devono scegliere solo 20, le quote rosa faranno sì che di queste venti almeno 7 siano femmine: le 7 verranno scelte fra le 20 ( che sono le solite venti monoideologiche e ghettizzate, amiche degli amici del partito di 70 anni fa, che hanno bisogno delle quote rosa persino per emergere nel loro partito) e i 13 saranno scelti fra i 300.
        Nessuna possibilità per Giovanna, Giuseppina e Lucia che non appartengono storicamente a quel partito, o che hanno i figli piccoli e non vogliono lasciarli tutto il giorno in un asilo lontano dal luogo di lavoro.
        siamo sicuri che le pari opportunità siano queste?

    • Clara · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:05 am

      Si

    • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · venerdì, 8 gennaio 2016, 10:11 pm

      No. E lo dico da donna: le vostre idee di sessismo, politically correct, misoginia, sono innaturali e distorte.
      Io non sono d’accordo con la vostra ideologia, voglio una parità diversa, con meno fregole, più ironia, più libertà , più allegria, più naturalezza-
      Lo dissi anche a gad: scopri il villoso petto e lasciati andare alla natura.. e se ti accusano di sessismo perché hai ammesso di spiare la boschi in costumi, tu prendi le loro accuse di sinistra e destrizzale, poi prendi il tuo sessismo di destra e sinistrizzalo!
      Come il sessismo di bruno “ganz” ( schultz), che era di sinistra, mentre quello di Berlusconi era di destra e non s’è mai capito il perché.
      E facciamocela una risata ogni tanto, un po’ di sana ironia ed autoironia e un po’ di capacità di sdrammatizzare…e facciamola una risata con le vagine con le ragnatele e i pistolini sottaceto, carichi di ettolitri di spermatozoi ( come diceva elio in una delle sue storie tese), che fra le due immagini non so qual è messa peggio ( e comunque sono speculari).
      Buona serata a tutti e divertitevi, non diventate grigi e cupi come le femministe e i femministi, che rendono tutto pesante e nulla leggero!

      • non voterò mai una persona che dice che la globalizzazione è la nostra grande alleata, nè il partito che rappresenta · venerdì, 8 gennaio 2016, 10:36 pm

        http://www.gay.tv/foto/uomo-oggetto-in-pubblicita_8639_8.html
        -
        E poi ne mancano altre, quella della gillette, più tutte quelle dove l’uomo appare come un deficiente.
        Perché su queste nessuno ha da ridire? Perché ci si concentra solo sulle donne quando è la pubblicità stessa che è così, che segue queste regole?
        Io da donna mi sento molto offesa da questa discriminazione, dai due pesi e due misure, da questo sessismo che ci viole mostrare come vittime piagnucolose e povere , fatte di burro e panna montata, mai ironiche , mai capaci di sdrammatizzare, di prendere qualcosa con leggerezza: mi dispiace dirlo, ma la Boldrini è l’emblema di questa insostenibile pesantezza dell’essere, di questa pesantezza cosmica… oserei dire di questo razzismo al contrario, ma di razzismo ce n’è uno solo e allora dico di questo razzismo e basta!

  5. Francesco · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:31 am

    E poi le culture forti non sono passibili di rieducazione. Saremo noi ad essere rieducati e plasmati, prima di quanto si creda.

    • luisaRM · sabato, 9 gennaio 2016, 12:33 am

      Noi siamo una cultura gli altri non sono cultura ma barbarie

  6. Francesco · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:28 am

    I compagni di cui sopra, testè evocati, non hanno tardato ad emettere i loro vaniloqui autodistruttivi “multiculturali”. E’ chiaro che non riescono proprio a capire cosa sta bollendo in pentola. Ci penserà la realtà quotidiana, da loro ignorata, a chiarire da che parte tira il vento.

    • Uomini che odiano le donne · giovedì, 7 gennaio 2016, 11:08 pm

      Su una cosa concordo, se la dignità delle donne e l’uguaglianza sono ancora valori da tutelare (anche ipocritamente come avviene oggi, ma ora come ora abbiamo bisogno anche solo dell’ apparenza), allora bisogna che sto caxxo di politicamente corretto, vada a farsi benedire. La nostra civiltà non deve tollerare condotte derivanti da una sub cultura che considera la donna come essere inferiore o proprietà dell’uomo che decide per lei, anche solo se può parlare o no col cassiere del supermercato se è uomo. E altri fulgidi esempi di sottomississione delle donne. Se vuoi stare qui, ti adegui alla mia di cultura, se non la condividi non ti ordina il medico di restarci.
      Avremmo mai il coraggio di farlo? O la sudditanza è tale da impedircelo?

  7. tsè · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:27 am

    L’errore di Battista e di chi lo segue nel ridurre la contrapposizione a ‘scontro di valori’ nasce dal non comprendere che ogni cultura, per quanto sgradevole per la nostra sensibilità, è razionale ed efficace nel contesto di una struttura sociale che si organizza attorno ad un modo di produzione, ad un sistema di relazioni, ad una interpretazione del ruolo della donna nella riproduzione.

    Ogni donna ha l’utero, la capacità esclusiva di creare la vita: questa differenza è fondante, fonte di potere ineliminabile ed irriducibile con cui ogni società deve fare i conti modellandosi di conseguenza.

    In occidente stiamo facendo i conti con la post-modernità, con una tecnica che ha potenzialità enormi che ancor stiamo sperimentando come mettere all’opera, con la possibilità di superare il modo di produzione industriale e seriale nella prospettiva di una libertà di progetto, realizzazione, lifestyle che diventano potenzialità di libertà individuale inesplorate, che ci liberano dalla necessità di sottometterci a ruoli sociali definiti ed immutabili.

    ‘Accogliere’ decine di milioni di persone che vengono da un’altra civiltà, che hanno diversa percezione del valore e dei valori ha un’impatto sulla nostra economia ed inevitabilmente sul nostro stile di vita: c’è poco da credere di poter ‘rieducare’ persone che costituiscono un serbatoio praticamente illimitato di forza lavoro a basso costo ed organizzano la loro vita quotidiana in contesti separati imparando a mimetizzarsi recitando il ruolo che si richiede loro.

    Ingenuo e patetico, ed anche profondamente razzista, credere che i ‘volontari dell’accoglienza’ possano insegnare a stare al mondo a persone avranno pur bisogni materiali ma hanno anche una visione del mondo – diversissima dalla nostra – radicata e fondata.

    • heinerddr · giovedì, 7 gennaio 2016, 11:42 am

      almeno in questo post non mi pare che gad si limiti ad affidarsi ai ‘volontari dell’accoglienza’, e tantomeno lo fa pigi battista.
      detto questo, non capisco bene la tua posizione. potresti fare almeno qualche proposta oppure recitare il ‘tutto bene madama la marchesa’, ma delle due l’una.

  8. Marco · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:23 am

    Bravo Gad, la violenza sulle donne potrà finire solo se anche gli uomini si uniscono alle donne nel denunciarla e combatterla.

    • a Cuba ci sono le cubiste e a Bari le bariste.. · giovedì, 7 gennaio 2016, 10:08 pm

      In India, alle manifestazioni contro gli stupri, vera emergenza lì, c’erano tantissimi uomini. Non capisco perché un uomo sano di mente, non dovrebbe prendere le parti delle donne e affiancarle in una lotta contro dei bastardi. Chi picchia una donna o chi la umilia, la offende o la stupra, è un bastardo feccia della società. Chi tocca un bambino lo è al cubo. In ogni caso, non si tratta di un problema delle donne, se è una malattia sociale, della società facciamo parte tutti, uomini e donne. È un problema comune e va sentito come un problema per tutti e di tutti.

  9. GIULIO CESARE · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:21 am

    Iln “caso Wallström”.

    Di cosa si tratta?
    Poche settimane fa il ministro degli Esteri svedese, Margot Wallström, ha avuto infatti l’ardire di attaccare l’Arabia Saudita per i divieti imposti alle donne su guida e lavoro, per i matrimoni combinati con spose bambine, per le negazione delle libertà fondamentali e per la sentenza che mandava in prigione per 10 anni – oltre a 1000 frustate – il blogger Raif Badawi. “Sono metodi medievali e un crudele tentativo di silenziare le moderne forme di espressione”, dichiarò. Insomma, argomenti che qualsiasi persone senziente farebbe suoi e, oltretutto, portati avanti con tanta grinta da una politica socialdemocratica.
    Wallstrom

    Reazione? Al di fuori della Svezia di “caso Wallström” si è parlato a malapena per un giorno sui grandi media e nessun alleato Ue si è sentito in dover di difendere Stoccolma.
    Da cosa? Di fatto, fa una sorta di fatwa dell’Arabia Saudita! Ryad ha infatti ritirato l’ambasciatore in Svezia e ha smesso di emettere visti per uomini d’affari di quel Paese, subito imitata dagli Emirati Arabi Uniti. Di più. l’Organizzazione per la Cooperazione Islamica, la quale rappresenta 56 Stati, ha accusato la Svezia di “non rispettare i ricchi e vari standard etici del mondo” (tra cui incarcerare blogger e decapitare oppositori), mentre il Consiglio per la Cooperazione del Golfo ha condannato quella che ritiene “una inaccettabile interferenza negli affari interni del Regno saudita”, tanto da non poter escludere incidenti anti-svedesi a breve.

    Qualcuno ne aveva sentito parlare?

    Giulio Cesare

  10. ALEX · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:13 am

    Buffone di Lerner.. in corea doveva esserci lei insieme al suo amico KIM altro che Il buon Salvini.Lei e’ ignorante ma tanto anche.. e smetta di parlare delle agressioni di Colonia che e’anche grazie a lei e ai suoi amici comunisti radical chic che siamo pieni di nordafricani che si comportano peggio delle bestie.
    Stia zitto che e’ meglio

    • Paola Calabrini · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:21 am

      ma certo che non vogliamo accettare i comportamenti machisti contro le donne: nè da islamici né da italioti pseudo leghisti/fascisti!!!…Come le bestie nei confronti delle donne ci si comportano anche tanti italiani frustrati, infatti la maggior parte dei femminicidi avviene da parte dei mariti e fidanzati!

      • GIULIO CESARE · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:22 am

        E’ tornato lo PSIKOPATIKO, nuovo anno, nuovo nome.
        Le ferie statali sono finite.

        Giulio Cesare

    • mary · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:55 am

      Alex
      ricordi?terreno leghista la NCorea, la visitina al suo amichetto da parte di felpettanera e’ di mesi fa
      media,curiosità
      chissà se prima del lancio, il pingue dittatore ,ha avvisato il suo amichetto italico?
      bel quesito

    • Gad · giovedì, 7 gennaio 2016, 11:23 am

      Io non sono andato in Corea del Nord col senatore Razzi a lodarne il regime, Salvini invece sì

      • treno · giovedì, 7 gennaio 2016, 12:28 pm

        Gad,chi vuoi prendere per i fondelli….da giovane chi lodavi??Non erano forse falce e martello buffone!!!

      • Michela Nardi · giovedì, 7 gennaio 2016, 2:38 pm

        Gad io penso che stato tutto ben organizzato. Polizia dormono.le donne strane a dirittura una cinese testimoni. Tutto da verificare. ))

      • mary · giovedì, 7 gennaio 2016, 7:41 pm

        esatto
        chissa’ se l’amichetto coreano ha preavvisato felpettanera ,dell’esperimento?
        se lo chiedonoi in molti
        resta una realtà,il sisma provocato di oltre il 5%scala Ritter
        un danno per le zone limitrofe
        Cina e HGiappone ,hanno protestato,giustamente
        spesso leggiamo che,il NCoreano e’ un folle, ed i suoi amichetti, italici, cosa sono?

      • pace e bene · venerdì, 8 gennaio 2016, 12:29 pm

        Una Sua opinione circa le primavere arabe?

  11. mary · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:11 am

    media e non solo
    ildramma delle donne tedesche,none’ nuovo in Europa e nel mondo
    le donne,sempre usate per colpire ed umiliare,soprattutto perché noi donne,non ci vogliamo piegare ai soprusi dei presunti macho,qualunque sia la loro nazionalità, devono essere puniti,galera e buttare la chiava
    ma,media,parlano di una polizia che non interveniva,non vedeva,parlano di organizzazione dell’orroire,di connivenze
    questo dimostra come,gli ometti,qualunque sia la loro provenienza,”si divertano”quando le donne vengono uccise anche moralmente
    in reqaltqà parlano,oggi,alcui media di presubzione sulla provenienza degli stupratori violenti,non ha importanza,galera,anche per chi non e’ intervenuto
    anche in questo blog,vi sono omini,ini,ini
    che,con la scusa della politica,insultano alcune donne del blog,sentendosi al sicuro dietro un vieo /tastiera ma,restano sempre feccia,come i violenti di Colonia
    il fatto di colonia,sartà usato contro i migranti, invece di chiedere una condanna seria,si usa l’orrore per colpire i tanti Aylan che chiedono aiuto,e non e’ corretto né giusto
    la feccia, da galera, non ha nazionalità
    anche politicanti nostrani, patrlano di punto G, insultano le donne,come altri, mettendo alla berlina, insultando volgarmente,le colleghe di altri partiti, specchian dosi nella telecamera come primedonne o suggerendo pratiche nelle macchine, contro una donna
    Istituzionale
    non dimentichiamolo che, femminicidi,verbali,fisici,sono lo sport preferito dagli omini(fortunatamente la maggioranza e’ normale mentalmente)a tutte le lattitudini,purtroppo

    • GIULIO CESARE · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:13 am

      La PANTEGANA SQUILIBRATA è tornata dalle ferie statali, ripartono i deliri.

      Giulio Cesare

      • Paola Calabrini · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:22 am

        ma con chi ce l’hai? sembra il delirio di un pazzo…

      • mary · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:46 am

        GorgoglianteCloaca/Milanata
        ancora in circolazione,preda dei fumi dell’alcool di vino scaduto ingurgitato?
        ti senti coinvolto dalla noita?punto sul vivo?povero omino insultatore,perseguibile costantemente per il reato di femminicidio verbale,come da Trattato di Istambul ,Dichiarazione dei Diritti Umani, Carta Costituzionale, in tema d’insulto,
        vedi,siamo nel 2016,ma nulla e’ cambiato,tu resti sempre una larva immonda che,con la sottoscritta non l’avrà mai vinta, sei troppo inutile
        ed e’ oinutile anche perseguirti,perdita di tempo
        tu ti senti chiamato in causa con i violentatori diu Colonia?fai autocritica e ti brucia,quanto rosicchi per essere stato scoperto
        povero ominoinoino

    • Mastro Titta · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:33 am

      Finite le ferie scolastiche, la mary è tornata. I suoi parenti sono riusciti a controllarla fino a ieri. Poi dovevano tornare a lavorare e l’hanno riportata in clinica.

      • mary · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:47 am

        mastrotittadecapitatore
        omino legato alla gorgogliante cloaca?come mai ti senti punto sul vivo anche tu con la similitudinew con i violentatori di Colognia?dicci?alktrimenti non avresti risposto subito punto sul vivo,con la cloaca gorgogliante

    • mary · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:49 am

      x Paola C
      vedi, i gc ed il mastrotitta
      si sono sentiti punti sulla loro verità scomoda, soprattutto il primo,inultatore volgare di professione,indegno rappresentante del genere umano
      Paola,buona giornata,ciao

  12. GIULIO CESARE · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:07 am

    La polizia tedesca conferma la versione di ABDUL PATAKKA.
    Sono stati identificati i membri del branco selvaggio, si tratta di buddisti travestiti da marocchini che facevano finta di parlare in arabo, mentre un nutrito gruppo di confuciani pittati di nero urlavano nei vari dialetti africani.
    E’ accertato, la KULTURA ISLAMIKA non c’entra niente con l’assalto maomettano alle donne tedesche.
    La FANATIKA STALINISTA BOLDRINA ha tirato un respiro di sollievo, la KULTURA a cui dobbiamo abbeverarci è salva.

    Giulio Cesare

    • xx · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:10 am

      Meno male !

    • Paola Calabrini · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:23 am

      una sola indicazione: curati!

  13. Fabrizio Stelluto · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:05 am

    Di fondo credo sia una questione di cultura: forse nel loro Paese quanto accaduto a Colonia e’ un rito di iniziazione da Capodanno; a ben pensarci sono tanti anche nella nostra cultura i riti di iniziazione inaccettabili ed umilianti. Come sempre, pero’, facciamo finta di non vedere…detto cio’credo necessario affermare un principio e per questo adoperarsi: chi viene da noi deve accettare le nostre regole, che pero’ devono essere insegnate e va punito chi non le rispetta: diritti e diritto devono essere eguali per tutti!

  14. Armando Zappa · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:03 am

    una volta che viene appurato che il problema
    esiste…non è una questione di destra o di
    sinistra…come si scatenano alcuni…di
    ambo le parti… non tanto per il desiderio
    pragmatico di risolverlo…ma per sfogare
    la competitività politica…
    mi tocca ancora citare ad esempio i miei vicini
    svizzeri…poche e semplici regole…
    numero di profughi contingentato e ben
    selezionato…più di tanti non entrano
    e solo quelli realmente reduci da guerre..
    trattamento dignitoso per quelli riconosciuti,locazione adeguata, sanità, corsi
    di lingua e di specializzazione lavorativa
    per adulti, scuole per bimbi,
    però se uno, anche una sola volta, viene
    sorpreso a bighellonare per la città
    magari chiedendo elemosina, questo lì
    ha finito la sua permanenza senza se e senza ma, non parliamo poi se dovesse violentare…
    lo sbattono dentro e buttano via la chiave…
    il problema non è di destra nè di sinistra..
    il problema va risolto con pragmaticità
    senza urli beceri o piagnucolosi buonismi…

  15. GIULIO CESARE · giovedì, 7 gennaio 2016, 8:55 am

    Nel frattempo….

    Si sfracella la borsa cinese, 14 minuti e 17 secondi dopo l’apertura le “autorità” hanno chiuso tutto e annunciato che da domani è vietato vendere grosse quantità di azioni da parte degli investitori istituzionali (come noto la Borsa Cinese può solo salire per legge).

    Mi sa che il 2016 sarà un anno duretto per voi PARASSITI ROSSI.

    Giulio Cesare

  16. GIULIO CESARE · giovedì, 7 gennaio 2016, 8:53 am

    I konsigli di una kriminale buonista sinistra alle donne tedesche.

    Il nuovo pacchetto sicurezza prevede anche l’introduzione di un codice di comportamento al quale le donne si devono attenere. Esso verrà presto reso disponibile su internet e le esorterà a mantenersi a “distanza di sicurezza da persone dall’aspetto straniero, di non girare per le strade da sole ma sempre in gruppo, di chiedere aiuto ai passanti in caso di difficoltà, di informare immediatamente la polizia in caso notino persone sospette e di non assumere in pubblico atteggiamenti che possano essere fraintesi da persone di culture altre (andere Kulturkreise)”.

    Leggete, leggete MAKAKI i konsigli del sindaco rosso di Colonia alle sue concittadine, il prossimo sarà quello di non uscire di casa se non coperte di stracci neri da capo a piedi ed accompagnate da un maschio.

    Giulio Cesare

  17. Francesco · giovedì, 7 gennaio 2016, 8:53 am

    Secondo i compagni le devianze e la criminalità sono quasi esclusivamente da addebitare alla struttura della “società” salvo nel caso di delitti di particolare efferatezza ove invece occorre chiamare in causa la malattia mentale, anch’essa tuttavia generata da meccanismi sociali. Poichè l’atteggiamento di fondo delle nostre elites è improntato a simili sciocchezze che tra l’altro fanno sì che ci carichiamo sulle nostre fragili spalle i milioni di sedicenti profughi è evidente che si continuerà a subire ogni tipo di devianza criminale “etnica”. E continueranno a ripeterci che è un “arricchimento”.

    • xx · giovedì, 7 gennaio 2016, 9:11 am

      ……culturale…?

  18. GIULIO CESARE · giovedì, 7 gennaio 2016, 8:45 am

    Ha, ha, ha il PATAKKARO FEMMINISTO, con molto ritardo, ha riassunto le vesti del ….FEMMINISTO.

    Ehi, MAKAKI, provate un po’ a trovare la parola islamico nel suo post, non c’è.
    E’ stato un non meglio definito branco ad assaltare le tedesche, e, sia chiaro, di quel branco fate paree anche voi europei misogini.

    Che ne dite Babbei?

    Non sarebbe il caso, visto che il PATAKKARO FILOISLAMIKO è uno dei responsabili coscienti di queste violenze, che tacesse, o si scusasse per tutto il male che ha fatto e continua a fare a questo paese.

    TRAGHETTI, TRAGHETTI, TRAGHETTI

    Giulio Cesare

  19. Mastro Titta · giovedì, 7 gennaio 2016, 8:34 am

    E che ne pensa la sua protetta Boldrini?

    • xx · giovedì, 7 gennaio 2016, 8:51 am

      Sono “culture” !

    • Giorgio · venerdì, 8 gennaio 2016, 12:25 pm

      Cosa puó pensare una stupida fancazzista ? Niente.

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.