Il video dei baci fra arabi e ebrei per ribadire il rifiuto di essere nemici

venerdì, 8 gennaio 2016

Un settimanale israeliano, Time Out Tel Aviv ha realizzato un video molto bello per protestare contro la decisione del ministero dell’Istruzione di rimuovere un libro dai programmi scolastici per il liceo. Il volume, Borderlife, un romanzo di Dorit Rabinyan,racconta la storia d’amore tra una ricercatrice israeliana e un pittore palestinese. Altre informazioni su Giornalettismo.

25 Commenti

  1. IL CODICE DA VINCI · domenica, 10 gennaio 2016, 2:04 pm

    L’Unto del Signore e il Suo Intimo Significato, benessere, tranquillità e soprattutto l’amore per il suolo nativo, questo vale anche per I Palestinesi, penso che il problema centrale medio orientale sia il benessere del popolo Palestinese, non vi sono confini, se leggiamo attentamente la storia del popolo ebraico possiamo percepire le diverse situazioni che si sono create nel colonizzare gli altri popoli, scopriamo il sacro e il profano, non vi è colonizzazione quando due popoli prosperano insieme, il Dalai Lama l’ha capito, BENEDETTO SIA IL SUO NOME, ACCETTA LA COLONIZZAZIONE DEL POPOLO TIBETANO SPERANDO UN AIUTO ECONOMICO DA PARTE DELLA CINA, è la feccia umana dello Stato del Vaticano che fa finta di non capirlo. Oggi come oggi, i coloni Israeliani stanno creando diversi problemi allo Stato democratico d’Israele.

  2. IL CODICE DA VINCI · domenica, 10 gennaio 2016, 12:07 pm

    ED IO ABITERO’ NELLA CASA DELL’ETERNO PER LUNGHI GIORNI. IL PAESE NATIVO NON SI DIMENTICA MAI!

  3. IL CODICE DA VINCI · domenica, 10 gennaio 2016, 12:03 pm

    OGNI INDIVIDUO NEL MONDO RIPUDIA LA POVERTA’, IN MOLTI LASCIANO IL LORO PAESE NATIVO PER AVERE UNA VITA MIGLIORE, IL PAESE NATIVO E’ COME IL PRIMO AMORE NON SI DIMENTICA MAI, UNO DI QUELLI SONO IO.

  4. IL CODICE DA VINCI · domenica, 10 gennaio 2016, 11:58 am

    mary · Sabato, 9 Gennaio 2016, 7:07 Pm
    riflessioni
    certo,l’affetto non hs e non deve avere cancelli,frontiere,crescere insieme e vivere una vita insieme,non deve essere impedito da antichi dolori ed odii
    ma ,attenzione
    occorrono anche trattati,regole che stabiliscano come,la Pace, potrà venire e stabilizzarsi,solo con l’esistenza di due Statimdue Popoli che vivano in pace e collaborino alla loro crescita sociale ed econoimica
    viene in mente il finale di”don Camillo e Peppone”due amici/nemici in bicicletta,quando uno si attarda,l’altro lo aspetta
    quindi,lo Stato d’Israele, dovrà e potrà essere quello che si attarda un attimo,per attendere chi e’ restato indietro
    la grande Democrazia Israeliana,ha bisogno di quell’amico rimasto indietro, visti i nazionalismi pericolosi che rischiano d’invadere anche la sua democrazia

    HO MOLTO APPREZZATO IL TUO COMMENTO. HAI RAGIONE QUANDO DICI CHE LA DEMOCRAZIA ISRAELIANA HA BISOGNO DI QUELL’AMICO RIMASTO INDIETRO, PAROLE SANTE MA BISOGNA PERCEPIRE L’ATTIMO FUGGENTE, BISOGNA AVERE MOLTA PAZIENZA, MA CHI E’ IL VERO RESPONSABILE DI TALE RITARDO? LE CHIESE NON CONCEPISCONO IL CONCETTO DI ESSERE UNTO DAL SIGNORE, IL GRANDE RE LO SPIEGA CON MOLTA SEMPLICITA’:

    TU UNGI IL MIO CAPO CON OLIO, LA MIA COPPA TRABOCCA, CERTO, BENI E BENIGNITA’ M’ACCOMPAGNERANNO TUTTI I GIORNI DELLA MIA VITA; ED IO ABITERO’ NELLA CASA DELL’ETERNO PER LUNGHI GIORNI.

    MARY MEDITA QUESTE PAROLE, LA MIA COPPA TRABOCCA, BENI E BENIGNITA’ M’ACCOMPAGNERANNO TUTTI I GIORNI DELLA MIA VITA, CHI SONO I VERI RESPONSABILI DI TALE RITARDO? SONO COLORO CHE PER DUE MILLENNI HANNO FATTO DELLA POVERTA’ UNA VIRTU’.

    STO ASPETTANDO CON PAZIENTA GLI ATTIMI FUGGENTI PER COINVOLGERE I MIEI NIPOTI NEL CODICE DA VINCI, ULTIMAMENTE HO PARLATO DEI TRIANGOLI CHE GLI ANTICHI EGIZIANI SI DISEGNAVANO INTORNIO AGLI OCCHI, CONTEMPORANEAMENTE MIA NIPOTE BARBARA E’ STATA COSTRETTA AD ANDARE ALL’OSPEDALE DI PAVIA PER UN PROBLEMA AGLI OCCHI, ANCORA NON SA NIENTE, MA UN GIORNO LO FARO’ PRESENTE.

    IL MIO COGNOME RISULTA NEGLI ANNALI DEL GOVERNO DEGLI STATI UNITI D’AMERICA, E’ MOLTO DIFFUSO NEL PAESE NORD AMERICANO, HANNO COLLABORATO ALLA NASCITA DELLA CARTA DEI DIRITTI DELL’UOMO, L’ITALIA MI HA PRIVATO DEI MIEI DIRITTI D’INVALIDO CIVILE, SARA’ RICORDATO DAI POSTERI, NE SONO CERTO!

  5. mary · sabato, 9 gennaio 2016, 7:07 pm

    riflessioni
    certo,l’affetto non hs e non deve avere cancelli,frontiere,crescere insieme e vivere una vita insieme,non deve essere impedito da antichi dolori ed odii
    ma ,attenzione
    occorrono anche trattati,regole che stabiliscano come,la Pace, potrà venire e stabilizzarsi,solo con l’esistenza di due Statimdue Popoli che vivano in pace e collaborino alla loro crescita sociale ed econoimica
    viene in mente il finale di”don Camillo e Peppone”due amici/nemici in bicicletta,quando uno si attarda,l’altro lo aspetta
    quindi,lo Stato d’Israele, dovrà e potrà essere quello che si attarda un attimo,per attendere chi e’ restato indietro
    la grande Democrazia Israeliana,ha bisogno di quell’amico rimasto indietro, visti i nazionalismi pericolosi che rischiano d’invadere anche la sua democrazia

    • Lady Dodi · domenica, 10 gennaio 2016, 11:13 am

      Che noia!

  6. Lady Dodi · sabato, 9 gennaio 2016, 6:23 pm

    Nessun altro Paese al mondo, messo così duramente alle strette economiche come la Russia, si terrebbe altrettanto caro il suo Presidente.
    Dev’essere davvero amato il Presidente Putin che peraltro SENZA MAI PROMETTERE MIRACOLI come i nostri straccioni, ha tutt’ora il 90% di popolarità.
    Avviso per i nemici: TUTTI in Russia sono come lui.
    E’ l’anima russa che Putin incarna ed esprime.
    Non vedete che non riescono a trovargli un “concorrente” decente con tanti che hanno cercato di coltivarne?

    • mary · sabato, 9 gennaio 2016, 7:08 pm

      che noia………………….

  7. Lady Dodi · sabato, 9 gennaio 2016, 6:16 pm

    Temo siano solo questi due. E forse pochi altri.

  8. da ridere · sabato, 9 gennaio 2016, 4:40 pm

    Mossad – L’esordio di Yossi Cohen
    “Iran il pericolo più grande”
    Yossi Cohen, il nuovo capo del Mossad, investito ufficialmente dell’incarico nel corso di una cerimonia svoltasi nella sede di Tel Aviv.
    “L’Iran continua a invocare la distruzione di Israele, mentre intensifica le sue capacità militari e rafforza il suo controllo sulla regione, utilizzando cellule terroristiche come mezzi per raggiungere questi obiettivi”

  9. tsé · sabato, 9 gennaio 2016, 4:06 pm

    Meno baci e più terra.
    E restituire le colline del Golan.

  10. alter ego · sabato, 9 gennaio 2016, 1:03 pm

    Arabi e Ebrei possono scambiarsi tutti i baci che vogliono, ma i 500.000 coloni che si sono installati dove non dovevano e che bloccano ogni possibilità di pace, non li riporti in Israele con i bacini sulle guance.

  11. Michael Goldfarb · sabato, 9 gennaio 2016, 11:55 am

    Com’era prevedibile, Riyadh ancora una volta sta seguendo gli ordini di Washington.
    Il governo degli Stati Uniti sta freneticamente cercando di tenere il prezzo del petrolio fino a distruggere l’economia russa, con i loro proxy di produttori del Golfo Persico, si pensano i criminali. Ciò equivale a non meno di sette milioni di barili al giorno oltre la quota OPEC, secondo i commercianti del Golfo Persico. Il governo americano ritiene di poter distruggere l’economia russa – ancora una volta – come se l’orologio era stato trasformato nel 1985, quando l’eccesso globale è stato del 20 per cento della fornitura di petrolio e l’Unione Sovietica era impantanato in Afghanistan e un’emorragia interna a morte.
    Il petrolio scese a 7,00 $ al barile nel 1985, e che la bassa cifra è dove il governo degli Stati Uniti sta ora cercando di abbassare i prezzi. Eppure oggi la sovrabbondanza globale è inferiore al tre per cento della fornitura di petrolio, non il 20 per cento come nel 1985. Il surplus di oggi è solo 2,2 milioni di barili al giorno, secondo Petroleum Intelligence Weekly.
    Il problema è, secondo i commercianti del Golfo Persico, un esaurimento del petrolio annuale di sette milioni di barili al giorno, e che non può essere sostituito con il crollo nella perforazione. Ciò significa che tutto il petrolioolio eccedente potrebbe essere spazzato via nel primo o secondo trimestre del 2016. Entro la metà di 2016, i prezzi del petrolio dovrebbero iniziare in aumento drammaticamente, anche con quello extra dall’Iran. Così la strategia di governo USA è ormai una metastasi nel tentativo di distruggere l’economia russa prima che il prezzo del petrolio recupera inevitabilmente.
    Mentre l’Impero del Caos manipola freneticamente il prezzo del petrolio verso il basso, potrebbe non andare giù abbastanza veloce per distruggere l’economia russa.
    Per quanto riguarda l’Arabia Saudita, è solo una semplice pedina in un gioco molto più cattivo. Il buon senso ora stabilisce che è essenzialmente una questione di Black Daesh (il falso “Califfato”) e Bianco Daesh (la Casa di Saud). Dopo tutto, la matrice ideologica è la stessa, decapitazioni incluse. E’ la fase successiva della guerra per il petrolio che potrebbe decidere quale Daesh sarà il primo a cadere.

  12. sputniknews · sabato, 9 gennaio 2016, 8:54 am

    Crimea ricorda ad oligarca ucraino Kolomoisky i depositi bancari rubati a cittadini © YouTube/@PravdaRu
    ECONOMIA
    19:11 08.01.2016URL abbreviato
    7754100
    Secondo il governatore di Sebastopoli, il tribunale dell’Aja nel considerare le pretese di Igor Kolomoisky sul terminal dell’aeroporto “Belbek” deve tener conto del fatto che “Privatbank”, di proprietà dell’oligarca ucraino, ha rifiutato di restituire i conti correnti e depositi dei cittadini della Crimea.

    La Corte dell’Aja, che ha annunciato l’inizio della causa tra l’ex governatore della regione ucraina di Dnepropetrovsk Igor Kolomoisky e Mosca per la perdita della gestione del terminal dell’aeroporto “Belbek”, dovrebbe tener conto che la banca appartenente all’oligarca “Privatbank” ha confiscato i depositi e conti corrente dei cittadini della Crimea e di Sebastopoli, ritiene il governatore di Sebastopoli Sergey Menyailo.

    “Kolomoisky ha presentato una denuncia al tribunale dell’Aja per la restituzione delle infrastrutture dell’aeroporto “Belbek”, tuttavia l’oligarca ucraino ha mestamente taciuto che lasciando la Crimea la sua “Privatbank” si è portata via i depositi e i conti corrente dei nostri cittadini, che sono stati poi restituiti dalle autorità russe. Nel Medioevo per questo crimine avrebbero tagliato le mani a Kolomoisky, ma nella nostra civiltà umanista si permette di farci causa. Che ci processi,” — Kirill Moskalenko, portavoce del governatore di Sebastopoli, cita le parole di Menyailo.

    La Crimea è diventata una regione russa a margine di un referendum condotto nel marzo 2014. Dopo la riunificazione diverse banche ucraine si sono rifiutate di restituire il denaro presente nei conti corrente e nei depositi delle imprese e dei cittadini della Crimea. Il numero totale delle vittime supera le 200mila persone, un terzo dei truffati faceva parte dei clienti di “Privatbank”.

    Il Fondo della Tutela dei Correntisti della Federazione Russa (FZV) si è fatto carico dell’onere di compensare le perdite dei cittadini e delle imprese della penisola.

    Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/economia/20160108/1855666/Russia-Ucraina-Truffa-Banche-Privatbank.html#ixzz3wjSBcFrn

  13. Un vecchietto · sabato, 9 gennaio 2016, 12:47 am

    Tra un Palestinese e una Israeliana un amore vero è possibile se vissuto dall’altra parte del mondo. Non lo è tra un musulmano e una ebrea, da nessuna parte.

  14. wilson · venerdì, 8 gennaio 2016, 10:48 pm

    Si, va bene. E’ banale. Abbiamo bisogno anche di cose banali come può essere un abbraccio. C’è troppo cinismo e cattiveria.

  15. wilson · venerdì, 8 gennaio 2016, 10:44 pm

    Bello.

  16. giors · venerdì, 8 gennaio 2016, 7:57 pm

    Il bacio di giuda.

  17. fummo · venerdì, 8 gennaio 2016, 7:29 pm

    E non avete visto quello dove c’è un asino che vola!

  18. fummo · venerdì, 8 gennaio 2016, 6:41 pm

    Ottimo video. Come lassativo.

  19. senza nome · venerdì, 8 gennaio 2016, 5:08 pm

    Per soldi si fa di tutto!

  20. da ridere · venerdì, 8 gennaio 2016, 3:45 pm

    Commovente!!!! ma nessuno ci crede a simile propaganda, piuttosto, ci traduca questo articolo, molto piu interessante:
    http://www.haaretz.com/jewish/news/1.694868

    • da ridere · venerdì, 8 gennaio 2016, 3:49 pm

      Volevo dire, mi scusi, traduca per la comunità zombinniana del blog che di in glese sa solo dire ” Hamburger ” , Io l’ho letto da molto tempo fa, e per dir la verità, mi son rotto le scatole nel tradurre, ci pensi Lei visto che non ha niente da fare 24/24 ore.

      • Lorenzo M. · venerdì, 8 gennaio 2016, 4:17 pm

        Ma visto che sei un pensionato che non ha un tubo da fare, perché non apri finalmente un blog tutto tuo dove parlare di quel che vuoi, senza imporre ad altri le tue deliranti fissazioni?
        Paura che ti si fili nessuno come nel mondo reale?

      • maria · sabato, 9 gennaio 2016, 5:09 am

        Perché tanta scortesia?

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.