Lampedusa, Lesbos… le parole che spaventano i politici, quando a pronunciarle restano gli artisti

domenica, 14 febbraio 2016

Pare che il film-documentario “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi abbia conseguito un grande successo al Festival di Berlino. Racconta il luogo d’Italia più evocato e meditato e agognato nel mondo contemporaneo: l’isola di Lampedusa. La meta dei migranti, da raggiungere a tutti i costi. Proprio come l’isola di Lesbos più a est, sul bordo greco della Turchia.
Sul tema del viaggio dei migranti, giustamente riconosciuto cruciale passaggio al centro della nostra epoca, si esercitano ormai -giustamente, inevitabilmente- i talenti artistici e mistici più diversi. Scrittori, poeti, registi, cantanti, preti, mistici di ogni fede. Oltre che medici, marinai e volontari dell’accoglienza.
Gli unici che alle parole Lampedusa o Lesbos fremono di fastidio, e magari fanno gli scongiuri di nascosto sotto la scrivania, sono gli uomini di governo. Sentono che Lampedusa e Lesbos simboleggiano il dilemma fondamentale su cui sono chiamati a scegliere, ma proprio per questo lo rifuggono.
Leggo, intanto, che i paesi del cosiddetto Gruppo di Visegrad (Polonia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca) starebbero approntando un dispositivo per “sigillare” la rotta balcanica dei migranti. Auguri, nuove esibizioni di squallore in vista.

264 Commenti

  1. il nuovo mondo · domenica, 14 febbraio 2016, 10:41 am

    Imam moschea di Centocelle
    Omosessualita’ un atto contro Dio e contro-natura
    Non saranno mai dei buoni musulmani
    ———————————————
    Regolatevi , e’ con questi che dovremo fare i conti a breve

    • Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 10:53 am

      Oh finalmente!

    • tsè · domenica, 14 febbraio 2016, 12:06 pm

      Francesco sostiene le stesse tesi, anche se espresse in uno spirito di tolleranza e fraternità

    • Marco63 · domenica, 14 febbraio 2016, 1:04 pm

      Se l’avesse detto un ecclesiastico cristiano, sarebbe crollato il mondo.
      Lo dice un musulmano sunnita, ed allora i sacerdoti e le sacerdotesse del politicamente corretto e la sinistra fanno finta di non sentire.

      • giovanni gualtiero · martedì, 16 febbraio 2016, 1:49 pm

        quello che dicono i capoccioni mossulmani non conta nulla qua. qua si sentono e si subiscono gli anatemi di francesco

    • bruno d · domenica, 14 febbraio 2016, 7:41 pm

      A me sembra che l’IMAM, dica delle cose perfettamente in linea con quello che c’è scritto sulla Bibbia.

    • giovanni gualtiero · martedì, 16 febbraio 2016, 1:56 pm

      la radice ebraica è uguale. il cristianesimo in origine era una setta del culto ebraico. l’odio fra le due sette è dura ancora.

  2. Quattro · domenica, 14 febbraio 2016, 10:28 am

    Lesbo?
    Urca
    a Giovanardi
    sarà venuto un Coccolone.

    • mary · lunedì, 15 febbraio 2016, 9:20 am

      questa e’ carina!|

  3. Un vecchietto · domenica, 14 febbraio 2016, 10:22 am

    Talenti artistici e mistici più diversi. Scrittori, poeti, registi, cantanti, preti, mistici di ogni fede. Oltre che medici, marinai e volontari dell’accoglienza, vogliono gli immigrati. Io ci metterei anche i politici. Gli unici a non volerli sono gli altri italiani che fanno sapere di dissentire anche scrivendo qui.

  4. Un vecchietto · domenica, 14 febbraio 2016, 10:19 am

    Il fratello di Fiorello, quello che ha tentato di tutto per riuscire a far soldi, è più furbo. Se l’è presa con l’ILVA. Milioni di stipendi pagati, decine di migliaia di pensioni in atto, è stata circondata di profittatori che costruivano per speculazione. Sembra che qualcuno di loro sia morto di cancro. La vita senza ILVA sarebbe stata molto bella. Sveglia al canto del gallo, subito in stalla per mettere al giogo i buoi e via ad arare. Meglio l’odore della loro cacca che degli scarichi del trattore. A mezzogiorno pausa sotto un albero mangiando pane, formaggio e cipolla. Oppure frisella. Si beve vino allungato rinfrescato tra le frasche. Alla sera festival di San Remo alla radio, per chi ce l’ha. E’ la Puglia che ho conosciuto quando ci sono arrivato la prima volta. Si moriva meno di cancro, arrivava prima la polmonite, la meningite, l’ictus, il colpo al cuore.

  5. giors · domenica, 14 febbraio 2016, 10:04 am

    Probabile che attori,scrittori,registi,uomini di pensiero non vivano lo squallore delle periferie. Comunque sia lei caro gad sia quelli che fanno muri siete integralisti. Uno li vuole fare entrare tutti,gli altri nessuno. Ci sarà pure una soluzione in mezxo..

  6. tsè · domenica, 14 febbraio 2016, 10:00 am

    Tutto il sistema dell’accoglienza, l’affidamento ai privati, la gestione dei flussi, la confusione tra obiettivi e soggetti è pensato perchè dia prosperità a decine, forse oramai centinaia di migliaia di soggetti terzi.

    Anche se non si ruba lo sperpero, l’ideologismo, la distanza tra formale e sostanziale è la norma.

    Una situazione simile a quella della protezione civile ‘volontaria’ fino a che le competenze non son state passate alla pubblica amministrazione (e anche lì…)

  7. cineflop · domenica, 14 febbraio 2016, 9:52 am

    Ci sono ormai in giro e non solo in Italia molti registi che costruiscono le loro carriere sulla questione migranti e sulla integrazione piu’ o meno forzata , anche questo e’ un business .
    Certo il cinema puo’ e deve essere anche denuncia , ma qui mi pare si stia esagerando

    • tsè · domenica, 14 febbraio 2016, 9:53 am

      E’ un format facile, i figuranti si prestano e sanno già come porsi e cosa raccontare, la rete di marketing è garantita, le omissioni dovute e incontestabili.

    • adriano lazzari · domenica, 14 febbraio 2016, 10:05 am

      Esagerando?? evidentemente c’e’ anche da parte sua un che di fastidioso nell’evocare dimensioni umane rispetto ad altre piu “pragmatiche” Non spetta agli artisti fare il lavoro dei politici

      • cineflop · domenica, 14 febbraio 2016, 10:18 am

        nessun fastidio prego . E’ una constatazione , visto che di cinema ne mastico abbastanza .

  8. tsè · domenica, 14 febbraio 2016, 9:51 am

    Magari mò si fa una crociera ed il prossimo documentario racconterà della Libia, del benessere e della libertà conseguiti alla caduta del dittatore Gheddafi.

    Per i dati economici, il procapite, la caduta di Gini può chiedere al coautore del blog.

  9. deda · domenica, 14 febbraio 2016, 9:43 am

    Ennesimo scandalo dell’ennesima cooperativa-fuffa in Campania sui traffico dei migranti, che oramai è meglio dire le cose con il loro nome, traffico di migranti, dopo il traffico di organi umani, di armi, di droga, adesso il nuovo business, il traffico di migranti, regista o non regista, film o non film!
    Se smette il flusso di migranti, secondo voi chi piange e si dispera?
    Fate un elenco.
    Se tutti i poveri d’Europa decidessero di trasferirsi in Italia pensate sia una cosa “normale”, anzi, bella?
    Ci sarebbe subito chi ci parlerebbe di accoglienza, milioni di parole, ma non parlerebbe certo mai del perché oceani di europei debbano riversarsi in questo stivaletto, perché?
    Perché i “predicatori” non vanno MAI al nocciolo del problema?

  10. Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 9:30 am

    A questo punto è inutile chiudere le frontiere. Frontiere poi….chi voleva passare e sempre passato.

  11. Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 9:20 am

    No,per me non chiudiamo un bel niente ma chiariamo con chi di dovere, noi e gli stessi migranti, le colpe per quello che sta succedendo.
    Troppo comodo il chi ha dato ha dato….gente che muore, gente che scappa, gente che è invasa e nessuno PAGA?!

    • Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 9:23 am

      Si, voglio aggiustare il mondo.
      Alla mia età è doveroso provarci.
      O almeno testimoniare la verità.

  12. Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 9:20 am

    Queste Morganti, NON sono cause naturali e bravo Armando, gli sciacalli sono i primi ad arrivare nelle disgrazie.

  13. Armando Zappa · domenica, 14 febbraio 2016, 9:19 am

    gli artisti…gli intellettuali..questa elite umana… ci sensibilizzano…promulgano
    solidarietà…ci propinano canzoni piagnucolose..a noi…popolo bue…perchè siamo
    degli insensibili…dei meschini… perchè
    vogliamo vivere sereni ed in pace…mentre
    in altri luoghi del mondo ci sono le guerre..
    la morte … come se fosse colpa nostra…
    sarà..ma mi sono rotto i co glio ni…
    se nel mondo una massa di beduini primitivi
    si scanna…e non ne vuol sapere di trovare
    soluzioni…si chiudono le porte… si circonscrivono nel loro serraglio…e quando
    avranno finito..che ci avvertano ..poi vedremo..

    • Armando Zappa · domenica, 14 febbraio 2016, 9:27 am

      Siria, i colloqui di pace sono falliti in partenza

      Curdi esclusi dal tavolo sulla Siria. Trattative impantanate sullo stop ai raid. Cessate il fuoco impossibile da garantire. I negoziati di Ginevra sono già un flop.

  14. enrico morganti · domenica, 14 febbraio 2016, 9:07 am

    Ma se un domani (speriamo di no) capitasse un fatto grave in uno dei Paesi Visegrad, putacaso un terremoto, inondazione, e via esemplificando, ….e chiedessero aiuto ai Paesi vicini…….!!!!!! Questi magari potrebbero mandare squadre di soccorso composte anche da persone immigrate…..cosi lavorano e fanno cose utili….
    Cosa risponderebbero quelli la?

  15. Armando Zappa · domenica, 14 febbraio 2016, 8:57 am

    ITALIA Operazione dei Nas Avellino, sequestri in 7 centri di accoglienza migranti: sovraffollati e sporchi Immigrati accolti in centri improvvisati, gestiti da cooperative costituite anche ad hoc per approfittare del flusso di denaro destinato all’accoglienza dei profughi sbarcati sulle coste del Mediterraneo. Dieci le persone indagate a vario titolo per falso e truffa – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews

    • Armando Zappa · domenica, 14 febbraio 2016, 9:04 am

      chiuderanno tutte le frontiere…
      chi ha avuto ha avuto…chi ha dato ha dato…
      per i cialtroni e le cooperative parassite
      una pacchia!!

  16. Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 8:56 am

    La Legione Straniera che altro non e che un corpo d’élite dell’esercito francese, sta massacrando il Mali.
    E i Maliani dovrebbero essere accolti falla Cecoslovacchia? O da noi?
    Diserzioni nella stessa Legione per lo schifo.

  17. Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 8:43 am

    Se la signora Francia leva i suoi artigli dall’Africa, da quella parte ,da Lampedusa,smette di arrivare gente.
    Certo, poi senza le novelle colonie, mai davvero mollate, ai
    Francesi toccherebbe lavorare per vivere!

  18. Mastro Titta · domenica, 14 febbraio 2016, 8:40 am

    Il Brennero verrà chiuso! Che può fare Rosi? Un altro documentario? L’Italia sta per diventare un lager per migranti.

  19. Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 8:34 am

    I Paesi dell’Est, come peraltro anche noi e la Grecia non sono responsabili di queste migrazioni.
    Tocca alla Francia, per i noti motivi essere in prima fila nell’accoglienza.
    E ad altri “soliti noti “.
    Cari miei furbetti del quartierino!

    • Avisamento · lunedì, 15 febbraio 2016, 12:47 pm

      Paese del est come Russia economicamente morta. Colpa di” obama” che siete impotenti e incapace creare economia forte.

  20. Lady Dodi · domenica, 14 febbraio 2016, 8:32 am

    Come ha detto Candide, cominciano i suicidi fra i migranti.
    Qualcuno li ha illusi e adesso è responsabile anche di questo.

    • Avisamento · lunedì, 15 febbraio 2016, 12:44 pm

      Tu invece fai valigi e vattene da putin.Idiota come siete tutti!

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.