Roberto Maroni è l’Andreotti della Lega, un astuto dinosauro del potere: ora prenda atto che è finito

venerdì, 19 febbraio 2016

 

Con impareggiabile faccia di tolla Roberto Maroni ha elogiato i magistrati che hanno arrestato il suo braccio destro Fabio Rizzi, contro il quale -parole sue- “sono emerse prove schiaccianti”. Cosa volete che sia per il governatore lumbard calpestare il cadavere (politico, si fa per dire) di un altro dei suoi uomini? La carriera politica di Roberto Maroni, che lo portò nel lontano 1994 al Ministero degli Interni e da allora gli ha fatto attraversare tutte le stanze del potere romano e milanese, è disseminata di cattive compagnie e scheletri nell’armadio. Maroni è a pieno titolo l’incarnazione leghista di Giulio Andreotti, di cui ha ereditato perfino la maschera facciale e il sorriso sornione. Lui è informatissimo, non gli mancano le dritte dei servizi segreti e le relazioni trasversali nell’establishment, però non si accorge mai dei mascalzoni che si porta a fianco. Salvo poi cascare dalle nuvole, dichiararsi “molto incazzato” e impugnare la ramazza per fare fuori i suoi avversari interni e guadagnare altro potere. Un giochino che va avanti da ben oltre un ventennio. Non lascia mai un posto senza essersene procurato un altro. Galleggia nelle trame di potere lasciando che gli altri si usurino. Basta guardare come si comporta con Salvini: lo manda avanti confidando che si brucerà da solo. Lui, vecchio dinosauro, coltiva i suoi rapporti -da Berlusconi a Maurizio Lupi- e pensa così di sopravvivere.
La mia speranza è che a questo punto anche i suoi compari leghisti si siano accorti del metodo andreottiano grazie cui è sopravvissuto perfino a Umberto Bossi.
Andreotti diceva che il potere logora chi non ce l’ha. Ma stavolta è interesse di tutti prendere atto che l’eterna stagione dell’astuto Maroni volge ingloriosamente al termine. Perchè non si decide di andare a casa con le sue gambe?

P.S. In questa antica fotografia Roberto Maroni è ritratto al fianco di Gianfranco Miglio, una vita fa. Alle sue spalle s’intravede il compianto Guido Passalacqua, bravissimo giornalista di “Repubblica”.

73 Commenti

  1. MO CANCELLAME · venerdì, 19 febbraio 2016, 5:14 pm

    LERNER PUR DI NON PARLARE DELLE PIAGHE DEL PARTITO DEMOCRATICO SI CONSOLA CON L’AGLIETTO…

    PARLA DI MARRONI MA TACE DEI DINOSAURI ALL’INTERNO DEL PARTITO DEMOCRATICO CHE DEVE RICORDO 170, 000 EURO AL COMUNE DI ROMA, E QUINDI AI CITTADINI DI ROMA, PER L’AFFITTO DELLA SEDE DI VIA DEI GIUBBONARI A ROMA.

    LERNER LANCIA SEMPRE LA PIETRA, SI PONE COME QUEL FARISEO DEL RACCONTO EVANGELICO CHE SI PONEVA IN UN LUOGO ìDI PREGHIERA SEMPRE IN AVANTI A TUTTI, SAPENDO ESSERE UN PECCATORE.

    • Lorenzo M. · venerdì, 19 febbraio 2016, 5:21 pm

      Ecco, strilla e batti i piedini.
      Cosa vuoi che sia il saccheggio sistematico della cosa pubblica…

      http://www.lastampa.it/2016/02/16/italia/cronache/sanit-lombarda-e-tangenti-arrestato-il-braccio-destro-di-maroni-AzUAgMcV6bC6Hja3Qb30GI/pagina.html

    • francescosocialista · venerdì, 19 febbraio 2016, 11:48 pm

      Phttp://www.askanews.it/regioni/lombardia/sanita-lombardia-m5s-salvini-imbavagliato-su-giunta-maroni_711740301.htm

      hanno ragione su questo

    • francescosocialista · venerdì, 19 febbraio 2016, 11:52 pm

      La destra a sostegno di Parisi (poveretto!!!)

      Forza Malano (Berlusconi, Romani, Gelmini, Santadeche)

      Lega Nord (Salvini, Borghezio, Maroni)

      Fratelli italiani (La Russa, Ligresti)

      Milano popolare (Formigoni, Lupi)

      Passera. (Nessuno a parte lui e la moglie)

      Ma può arrivare al ballottaggio una cosa così???? Ma parliamo di Milano 2016 dopo Expo???

      Confindustria inviti Parisi a ragionare e eviti di dare una faccia seria ad una destra così pericolosa, chiaccherata e sgangherata

  2. Lady Dodi · venerdì, 19 febbraio 2016, 4:44 pm

    L’Italia è in guerra in Libia.
    Consiglio di guerra ieri.

  3. marco · venerdì, 19 febbraio 2016, 4:30 pm

    MARONI FOR PRESIDENT

    gaddina non far finta di non accorgerti che la malavita organizzata ora non si chiama piu’ ne mafia ne camorra…ma PARTITO DEMOCRATICO

    • francescosocialista · sabato, 20 febbraio 2016, 12:04 am

      Si le famiglie si sono riunite a deliberarlo ai piani alti del Pirellone

  4. pinky700 · venerdì, 19 febbraio 2016, 2:55 pm

    il Muppet con quella faccia e quel perenne ghigno da idiota stampato sul faccione è l’emblema di una politica fatta da ominicchi e quaquaraquà che accomuna la destra e, ahimè,pure gran parte della sinistra.Il trattamento di Renzi riservato a Letta non è poi tanto diverso

    • wilson · venerdì, 19 febbraio 2016, 4:35 pm

      E ti pareva.

  5. bruno d · venerdì, 19 febbraio 2016, 2:43 pm

    Roberto Maroni è l’Andreotti della Lega, un astuto dinosauro del potere: ora prenda atto che è finito
    Roberto Maroni è l’Andreotti della Lega, un astuto dinosauro del potere: ora prenda atto che è finito-
    ————————————————–
    Ammazza che lombrico.

  6. jules.b · venerdì, 19 febbraio 2016, 2:34 pm

    giors · venerdì, 19 febbraio 2016, 1:54 pm

    Meno male che in italia abbiamo i paladini della moralità con le pezze al kulo,tipo jules e liberatidalnano e gad. Come faremmo senza?

    E come faremmo senza repubblichini mangiamerxa e pederasti come te e le metastasi che hai messo al mondo?
    Come faremmo a tenere elevata l’autostima dovendo confrontarsi con roba ordinaria invece che pattume che nemmeno il diavolo vuole trovarsi tra i maroni… massì, sarebbe un pochetto più impegnativo ma liberati dal grado zero dell’abominio varrà la pena di fare incontri più “stimolanti” anche se un pò più impegnativi. Datemi un neocon, un teodem, un baciapile evangelista, un integralista mistico sufi o anche una porcilaia di maiali scemi che sarà sempre un passatempo migliore del povero giors e dl suo patrimonio genetico debosciato.

    • maria · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:07 pm

      :mrgreen:

  7. Vergogna Sindacale: Impiegato Comunale di PG con 651.000euro di pensione senza aver pagato i contributi. · venerdì, 19 febbraio 2016, 2:24 pm

    wilson · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:02 pm
    Ma la vogliamo finire?
    Qualcuno porti le prove delle responsabilità di Maroni o altrimenti è meglio tacere.

    Il fatto che Maroni elogi i magistrati dopo che sono emerse prove schiaccianti è solo positivo.
    ——————————————–
    Ai corrotti, le persone perbene disturbano.
    Ai corrotti, le persone perbene disturbano.
    Ai corrotti, le persone perbene disturbano.
    Ai corrotti, le persone perbene disturbano.

  8. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · venerdì, 19 febbraio 2016, 2:05 pm

    La doppia morale dei kompagni è veramente uno skifo.
    Questi hanno indagati per mafia oltre che per aver fatto saltare quattro banche ed ora alzano il ditino.
    Andate a nascondersi.
    Il Servo non sa neppure far di conto con il tanto figo Padovan.
    Siete al governo con un golpe Napolitano reo con fesso.
    Ringraziare il celo se non veniamo con i forconi.

    • Constatazione · venerdì, 19 febbraio 2016, 4:18 pm

      “Andate a nascondersi” è proprio carino!!

      Un po’ come il congelatore usato per incrementare il volume dei soldi.

  9. giors · venerdì, 19 febbraio 2016, 1:54 pm

    Meno male che in italia abbiamo i paladini della moralità con le pezze al kulo,tipo jules e liberatidalnano e gad. Come faremmo senza?

  10. Vergogna Sindacale: Impiegato Comunale di PG con pensione di 651.000 euro/anno senza aver pagato i contributi. · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:38 pm

    In Italia sono in vigore due tipi di mercato:

    1)Uno a capitalismo dittatoriale statalista, oltre il marxismo. MARX avrebbe voluto, almeno sulla carta, liberare il proletariato (operai) dalla schiavitu’ capitalista ottocentesca, allo scopo di ottenere una vita piu’ umana e confortevole. Marx non aveva tenuto pero’conto, del peggiore capitalismo, quello di stato o statalista che si è rivelato agguerrito sfruttatore dei lavoratori. In Italia, imbrogliati da partiti, sindacati e dalla loro dabbenaggine, i lavoratori, aderendo all’ideologia strumento delle organizzazioni operaiste, patrocinanti lo statalismo con i privilegi del pubblico impiego, partiti e sindacati, sono divenuti i suoi sostenitori principali.

    2) L’altro regime di tipo mercatista, dove le partite iva, quelle non facenti parte del sistema statalista con finanziamento pubblico corrotto, si scannano al ribasso per accaparrarsi i lavori, sono gravate, come gli operai, dalle tassazioni esose di mantenimento dello statalismo.

    Un sistema perfetto, quello della repubblica socialista statalista italiana, di spesa pubblica per servizi inesistenti o al limite, generatori di assenteisti fannulloni, di corruzione, di estorsione, di truffe, di imbrogli, di vitalizi, di abusi, di pensioni d’oro, di falsi invalidi, di medici primari senza laurea, di giudici politicizzati, spesso difensori dei malviventi, di sfruttamento e di tutto il male possibile.

  11. jules.b · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:32 pm

    Andreotti era un delinquente ma era una persona intelligente (per gli standard indigeni).
    Questi invece sono solo miserabili imbecilli eletti da imbecilli che si credono furbi.

    • Liberatidalnano · venerdì, 19 febbraio 2016, 1:41 pm

      Concordo e sottoscrivo.Il problema è che si autorigenerano sfruttando l’ignoranza e l’egoismo.

      • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · venerdì, 19 febbraio 2016, 2:10 pm

        Liberato dal cervello
        E con il purulente peduncolo.
        Ha detto.

    • francescosocialista · sabato, 20 febbraio 2016, 12:19 am

      Esatto non accostiamo giganti politici come Andreotti e Craxi con una mezza tacca come il Presidente PRO TEMPORE della maggioranza Salvini-Formigoni-Lupi-Alfano-LaRussa-Adinolfi

  12. Mastro Titta · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:31 pm

    Il fondatore di Repubblica intervenendo a Soul, la trasmissione di Tv2000: “Gli uomini hanno bisogni primari come gli animali. E i poveri, salvo pochissimi, non hanno bisogni secondari”

    Pensate un po’: Gad Lerner ha avuto come mentore questo “simpatico personaggio nazifascista”.

  13. wilson · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:02 pm

    Ma la vogliamo finire?

    Qualcuno porti le prove delle responsabilità di Maroni o altrimenti è meglio tacere.

    Il fatto che Maroni elogi i magistrati dopo che sono emerse prove schiaccianti è solo positivo.
    Io dico: bravo Maroni perchè non minimizza il problema. Se dice che la prova è schiacciante non dice : aspettiamo l’esito della magistratura e non nega l’evidenza.

    Oggi invece tutti a dire che Maroni doveva essere a conoscenza ?
    Però non vale per Di Maio e per il direttorio nel caso di Quarto, o per Boschi (sempre nel caso in cui venga fuori qualcosa di serio)?
    La responsabilità è personale.
    Punto!

    Se c’è qualche intercettazione da cui emerge che Maroni sapeva si discute di quella. Se non c’è si usano questi fatti per chiedere le dimissioni di chi ha sbagliato e cioè di chi aveva i soldi nel frigorifero, non di tutti in blocco.

    Questo giustizialismo a intermittenza non mi ha mai convinto, ed è la causa della decadenza morale del paese.
    La politica ridotta a puro tifo: quando le inchieste riguardano altri sono tutti giustizialisti e poi si cambia bandiera.

    Domanda. Quando c’è stata l’inchiesta riguardante Penati qualcuno del Pd ha chiesto le dimissioni di Bersani ?
    No. I leghisti si però.
    E ora quelli del Pd fanno lo stesso. La cosa mi fa schifo, sia in un caso che nell’altro.

    E’ capitato che gente che faceva parte di Expo fosse corrotta e collusa. Questo vuol dire che Sala lo è ?

    Si potrebbe usare lo stessissimo argomento.

    • wilson · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:03 pm

      Per Maroni non ho nessuna simpatia.

      • fiorenza · venerdì, 19 febbraio 2016, 1:30 pm

        Ma falla finita. Dopo che hanno ingabbiato Mantovani, Maroni si è tenuto il ricco assessorato alla Sanità per “tenerlo sotto controllo”, poi ha fatto approvare la riforma stilata dal suo braccio destro.
        O è un perfetto imbecille, colpevole dal punto di vista politico e quindi pericoloso per l’amministrazione, o ci marcia, e qui le responsabilità sono penali!
        In ogni caso va sfiduciato.

      • wilson · venerdì, 19 febbraio 2016, 4:33 pm

        Se si parla di incapacità non so, non sono addentro e non giudico.
        Quello che mi disturba il doppiopesismo e il fatto che si dica “non poteva non sapere” a intermittenza.
        Lo fa anche Maroni , intendiamoci.

        Tuttavia non mi piace che si mettano in croce le persone per comportamenti che riguardino altri e che si usino questi mezzucci per fare propaganda. Il PD non dovrebbe basare la sua politica su questo, più che dire perchè l’avversario non va bene dovrebbe elaborare una proposta politica alternativa e spiegarla.

        Questa è la mia idea, almeno.

  14. Francesco · venerdì, 19 febbraio 2016, 11:26 am

    Mi è piaciuto leggere sull’Amaca di Michele Serra che i decibel, la rabbia, del Sen. Airola fossero, secondo Serra, generate non dal convincimento o dalla passione politica ma dall’odio verso il PD, dalla volontà di annientamento dello stesso. Ecco, un uomo che odia il PD è il mio uomo. Evviva. Specie dopo che per anni mi sono dovuto sorbire l’odio versato a fiumi dalle bocche dei piddini stessi verso chiunque osasse e ancora oggi osi criticarli.

  15. Francesco · venerdì, 19 febbraio 2016, 11:21 am

    Chiunque è meglio del PD.

  16. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:34 am

    Taca banda
    Siori e siore
    Venghino stiamo cercando
    Di portare la Lombardia al PD.

    • sergio · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:41 am

      la solita concertazione tra il Partito la stampa e altri poteri

    • Lorenzo M. · venerdì, 19 febbraio 2016, 11:01 am

      Questo perché davvero ritieni che per la Lega sia impossibile dare al Paese una classe dirigente onesta e competente?
      E’ così oltre le sue possibilità?

  17. sergio · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:29 am

    il post-comunista post-lottacontinuista post-prodiano lerner non si è accorto che il vero andreotti è renzi

  18. adele · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:28 am

    No, non sono d’accordo . Quest’altro paragone non mi convince .
    Andreotti era pur sempre un “uomo di chiesa” , un politico vecchio stampo. Machiavellico nel senso puro e credo che lo Stato per lui contasse molto.
    L’astuzia di Maroni non viene dalla lettura di vituperati classici del pensiero politico, ma dalle osterie e ritrovi camerateschi primitivi
    . Il suo non è un sorriso sornione gelido e distaccato di Andreotti, è piuttosto un ghigno da pagliaccio …il classico ghigno gagliardo e strafottente che sfida le istituzioni democratiche .
    Una traccia del profilo umano di Maroni ce la fornisce Rosy Mauro , nel post pubblicato in questo blog ieri

    • sergio · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:30 am

      adesso rosi mauro diventa guru e ispiratrice della plebe di sinistra

      • adele · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:55 am

        adesso rosi mauro diventa guru e ispiratrice della plebe di sinistra

        Sinistre e destre . Come se in questo Paese ci fosse più questa distinzione . E’ tutta vostra/nostra e loro …. di chi ci vuol speculare . Il mio riferimento era puramente strumentale ….per avvalorare le mie impressioni .

    • adele · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:51 am

      Aggiungo. Basta ricordare la modalità ( volgare e irriconoscente ) con la quale venne liquidato il fu consacrato teorico Gianfranco Miglio, da Bossi e Maroni , per aver un ritratto più fedele di questi fondatori di un carroccio sgangherato .
      Cambi simbolo la Lega che i suoi ideali originari si son persi fra le valli della nebulosa padania.
      Un congelatore con danari tenuti al fresco o un bel portafoglio griffato con croce elvetica , questo è il simbolo che più si adatta a questa Lega parassitaria e ladrona

  19. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · venerdì, 19 febbraio 2016, 9:56 am

    La LEGA non solo sopravviverà a Maroni ma arriverà all’obiettivo.
    Siamo nel giusto.

    • gigi · venerdì, 19 febbraio 2016, 10:03 am

      L’obiettivo della lega è l’indipendenza della padania, una colossale presa per il culo.

      • wilson · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:08 pm

        Lo sapete qual è la cosa buffa?

        Che Salvini ha detto una cosa per certi versi veritiera. Il Sud Italia l’euro non se lo merita.

        Ma questo vuol dire una cosa semplice semplice.
        L’euro non è affatto una sciagura.

      • Mastro Titta · venerdì, 19 febbraio 2016, 12:27 pm

        L’euro non è solo una moneta, ma uno strumento politico di oppressione!

  20. Mastro Titta · venerdì, 19 febbraio 2016, 9:47 am

    La Lega sopravviverà pure a lui!

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.