Salvini fregato dalla sua prosopopea: si fosse candidato sindaco di Milano oggi la Lega sarebbe protagonista

lunedì, 22 febbraio 2016

Sul “Foglio” di lunedì 22 febbraio 2016 il direttore del quotidiano, Claudio Ceresa, indica in Matteo Salvini lo sconfitto delle elezioni amministrative 2016. “Un palloncino che si è sgonfiato”, rimarca Cerasa, evidenziando come la Lega Nord non abbia avuto alcuna influenza nelle partite più importanti delle prossime comunali. A Roma, Napoli e Cagliari la Lega è assolutamente inesistente: su questo il direttore del “Foglio” ha ragione. La strategia nazionalista di Matteo Salvini è fallita, ma lo si era già visto alle amministrative 2015. Il centrodestra aveva ribaltato i rapporti di forza col PD al Centro-Nord rispetto alle europee dell’anno prima, cogliendo vittorie inaspettate per dimensione in Veneto e Liguria, così come alle comunali, tanto da sfiorare il successo in Umbria, regione “rossa” per eccellenza. Al Sud invece l’inesistenza della Lega ha contribuito alle sconfitte in Campania, e in parte in Puglia. Matteo Salvini si è adattato a questa realtà, in parte emulando il suo maestro Umberto Bossi, che prometteva la rivoluzione per la “Padania” per ottenere il massimo delle “cadreghe” disponibili a Roma. La sua propaganda però non è mutata, come dimostra l’escamotage della consultazione del 23 giugno in imitazione del referendum sulla Brexit lanciata in un’intervista al “Corriere della sera” di lunedì 22 febbraio 2016. Cerasa ha ragione nell’evidenziare la “sconfitta” politica di Salvini su Milano. Nella sua città il leader leghista ha candidato un tecnocrate legato ad Albertini e al primo forzismo a cui Bossi si contrapponeva, con tanto di appoggio di NCD. Si fosse candidato sindaco di Milano Matteo Salvini avrebbe reso protagonista la Lega Nord, invece da consumato politico ha preferito mascherare il ritorno al centrodestra unitario con tanta propaganda no euro e anti UE diffusa in TV. Il problema che Cerasa sembra dimenticare è che il centrodestra, per quanto sghangherato e diviso, è già ora competitivo col PD, e in caso di buoni risultati alle amministrative la sua riunificazione sarà sempre più concreta. Matteo Salvini probabilmente non lo guiderà come candidato alla presidenza del Consiglio, ma il suo fascioleghismo sarà comunque azionista di riferimento di una coalizione piuttosto inquietante per i destini dell’Italia.

44 Commenti

  1. francescosocialista · martedì, 23 febbraio 2016, 7:38 pm

    Ho appena guardato, andando a trovare una persona anziana, il famigerato Tg4

    e ancora una volta ho intravisto in tutte le notizie un filo rosso, una neanche troppo sottile propaganda contro le istituzioni e catastrofista, strumentale al gioco della Lega e del berlusconismo. Un servizio sulla criminalità originaria dell’est europa viene seguito dalla notizia che Guido Bertolaso è andato in sopralluogo con la Meloni a verificare i prodotti di un mercatino Rom. Attacco alle pensioni d’oro di vitalizi di magistrati, manager pubblici, Vendola..
    Critiche a Renzi per questo e per quello

    Ma insomma è civile che Berlusca abbia una concentrazione mediatica tale e nessuno abbia mai affrontato con forza il conflitto di interessi?

    E ok è sbagliato spiare, ma cosa c’è nelle carte dei servizi americani??? Stiano attenti in Forza Italia a cavalcare questa battaglia che potrebbe essere un boomerang

    • daniele- · martedì, 23 febbraio 2016, 7:43 pm

      del resto il conflitto di interessi è anche nella rai, un ente pubblico pagato da tutti i cittadini ma al servizio dei soli partiti di governo;
      basta osservare come hanno falsato l’iter della legge sui diritti civili.

  2. otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 2:07 pm

    Ti vedo giá con lo spritz nella mano sx e lo spritz nella dx,a intrattenere gli ospiti…la “crisi” dei Bluvertigo come sottofondo…

    • otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 2:09 pm

      …sciaó!!!…

  3. francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:44 pm

    Nel video Ecco la nuova destra che avanza…

    Parisi con Formigoni e la famiglia Colucci

    http://video.repubblica.it/edizione/milano/milano-parisi-sala-sarebbe-stato-un-buon-cadidato-di-centrodestra-puo-fare-il-vicesindaco/229716

    lasciamo perdere le dichiarazioni velenose e l’arroganza, deve essere la tecnica suggerita da Berlusca e Formigoni

    • francescosocialista · martedì, 23 febbraio 2016, 7:08 am

      Parisi balla coi LUPI

  4. francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:39 pm

    Parisi con Firmigoni

    ventata di fresco!

    E poi che arroganza, dire a Sala che potrebbe essere suo Vice. Vergognoso accettare Salvini come interlocutore per la sicurezza. E poi tramare con Lupi, Formigoni.

    Ma Alfano che dice???

    http://video.repubblica.it/edizione/milano/milano-parisi-sala-sarebbe-stato-un-buon-cadidato-di-centrodestra-puo-fare-il-vicesindaco/229716

  5. mary · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:33 pm

    Mollica
    felpettanera,non si e’ candidato perché temeva di perdere…la faccia,oltre che la poltrona

    • francescosocialista · martedì, 23 febbraio 2016, 7:12 am

      si con Mr. Expo avrebbe perso, non di molto per effetto del massiccio aiuto da parte di TV, talk show, giornali, adunanze spettacolo; insomma tutta la realtà della concentrazione mediatica e finanziaria di Berlusconi e la strategia del populismo da tempo coltivata come “linea editoriale” e disonesta manipolazione del consenso contro la sinistra

      Meglio così, Parisi indubbiamente non ha gran fiuto della politica perché le foto di ieri con Formigoni e Colucci non sono il massimo per chi vorrebbe “liberare Milano” (sic!)

      Il Centrosinistra deve capire la posizione di COnfindustria : come hanno potuto non sconsigliare Parisi. E poi Radio 24 etc. troppa sterile polemica antigovernativa. Parisi abbia un sussulto, lasci perdere, il suo amico Albertini sa bene cosa significa essere trattato come un burattino nelle mani di Arcore. Non tutti sono politici di plastica e televisivi come Salvini, che recitano la propria parte etc.
      Una buona notizia è che la tendenza è contro la LEGA

  6. francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:25 pm

    http://www.askanews.it/regioni/lombardia/lupi-con-parisi-a-milano-venute-meno-preclusioni-verso-ncd_711742081.htm

    Lupi a braccetto con Salvini

    Bravo Parisi, bella coalizione

    FORZA MALANO di Berlusca, Lega, Lupi e Formigoni, Fratelli italiani di La Russa

    IL NUOVO CHE AVANZA!!!!!!

  7. francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 8:54 pm

    http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11870537/barbara-mannucci-noi-con-salvini-castrazione-preventiva-immigrati.html

    ecco sintetizzata in queste dichiarazioni dell’ex fedelissima a DELL’UTRI MANNUCCI l’oscenità culturale portata avanti da Noi Con Salvini che recluta politicanti nel centrodestra.

    Altro che gazebo a Roma, è una vergogna che questa politica della nuova Lega – ancora peggio delle maxiballe di Bossi sulla Padania – possa manifestare il 25 aprile.

    Ma pensate alle porcherie in Lombardia…

  8. Vergogna Sindacale: Impiegato Comunale di PG con 651.000euro di pensione senza aver pagato i contributi. · lunedì, 22 febbraio 2016, 8:23 pm

    wilson · lunedì, 22 febbraio 2016, 5:12 pm
    Negli altri paesi europei c’è …
    ………………………..
    Qui abbiamo Salvini e Grillo.

    Il reddito minimo nulla c’entra col merito e tantomeno la flat tax che prevede un’esenzione enorme.

    Si chiede di sforare moltissimo arrivando al 4%. Si propaganda che ciò è possibile se si esce dall’euro, e però poi nessuno ha il coraggio di raccogliere le firme per il referendum consultivo . ……………………
    Se prendi il programma di Salvini e di Ferrero sono perfettamente sovrapponibili.
    ……………………………………….
    ——————————————
    =============================================
    In un paese civile con tasse al 10% senza sprechi pubblici con uffici all’essenziale, con stipendi eguali alla media del privato, politici non di professione, senza vitalizi e in assenza della malvagità e negatività dello statalismo socialista, è compatibile prevedre il reddito di assistito per chi non puo’ farcela per cause non a lui imputabili con i dovuti controlli e assegnazione del posto di lavoro che non puo’ rifiutare.

  9. Francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:51 pm

    Salvini si sgonfia come ghiaccio al sole (delle Alpi?) di fronte agli errori politici e alla questione morale La lega e’ nuda. Tanto fumo per nulla.
    Fa l’antisistema ma conferma la subalternità imbarazzante al ricco Paperone di Arcore.
    http://www.lastampa.it/2016/02/22/italia/politica/i-giovani-di-forza-italia-divorziano-da-berlusconi-cb18OS6O37vo3sXCvRYaWI/pagina.html

  10. daniele- · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:51 pm

    salvini è una nullità politica;
    il consenso che per il momento ottiene lo deve esclusivamente a dei poveri disgraziati che hanno la sfortuna di vivere in luoghi di guerra, di fame e di oppressione e che cercano una vita migliore.

    • daniele- · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:52 pm

      progetto politico zero!

      • wilson · lunedì, 22 febbraio 2016, 5:18 pm

        La flat tax è comunque meglio del reddito minimo di cittadinanza.

      • daniele- · lunedì, 22 febbraio 2016, 7:16 pm

        w., qualunque proposta è migliore di quelle del *****…..

    • Francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:56 pm

      Solo spacconeore mediatiche

    • francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 8:57 pm

      http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11870537/barbara-mannucci-noi-con-salvini-castrazione-preventiva-immigrati.html

      pure porcate politiche la Lega…

      ma pensino alla loro questione morale, tra cognati in Liguria e amiconi in Lombardia.

      Sono burattini nelle mani di Arcore e si professano tradizionalisti e gente onesta comune. Ma come la mettete con tutti questi affari????

  11. Armando Zappa · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:40 pm

    eppure una destra moderna…liberale antistatalista sarebbe molto utile al paese…
    quel tipo di destra che
    premia l’iniziativa
    e i meriti individuali..
    self made man…per contrastare le ottuse
    abitudini di una certa sinistra statalista dove
    ristagna l’egalitarismo
    senza meriti…l’avanzamento
    di carriera burocratico…
    il parassitismo assistenziale..
    una compensazione indispensabile per la
    gesione democratica di
    un paese…un un buon
    esempio sono i conservatori inglesi…

    • wilson · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:59 pm

      Si, certo che sarebbe buona. Però Salvini non è nulla di tutto questo, vedi quello che dice della Fornero tanto per dire.

      Non è nemmeno un finto liberale (come Berlusconi) lui le parole che hanno qualcosa che si rifà al liberalismo proprio non le usa.

      Per Salvini tanto per dire i fallimenti baancari in ogni caso li deve pagare lo Stato (cioè tutti noi).

      • wilson · lunedì, 22 febbraio 2016, 5:12 pm

        Negli altri paesi europei c’è la destra che è per l’assoluto rigore dei conti (anche a costo di tagli al welfare) , per l’abbassamento generalizzato delle tasse, per il merito in tutto (anche se ciò significa lasciare indietro chi nasce svantaggiato o chi resta indietro) e poi c’è la sinistra, che guarda al rigore dei conti, ma è più permissiva se ciò comporta tagli ai servizi , che abbassa le tasse in maniera non indiscriminata, e che è attenta a fare misure che vadano a colmare i divari esistenti.

        Qui abbiamo Salvini e Grillo. Il reddito minimo nulla c’entra col merito e tantomeno la flat tax che prevede un’esenzione enorme. Si chiede di sforare moltissimo arrivando al 4%. Si propaganda che ciò è possibile se si esce dall’euro, e però poi nessuno ha il coraggio di raccogliere le firme per il referendum consultivo . Si dice che le pensioni devono essere legate all’ultimo stipendio (riforma pre-Fornero) vendendo favole che nulla hanno di reale e concreto.

        Se prendi il programma di Salvini e di Ferrero sono perfettamente sovrapponibili.

  12. anna · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:03 pm

    La strategia nazionalista di Matteo Salvini è fallita,
    ———————————–
    SALVINI devi mollare BERTOLASO.
    Un medico di stato, un massone, un socialista= un LADRO.

    Poi contiamo i voti, vincerai comunque.

  13. adele · lunedì, 22 febbraio 2016, 3:28 pm

    Spero in una destra normale che possa rimpiazzare presto questo anacronistico nazionalismo d’accatto e farsi forza moderna , propulsiva… in grado di gareggiare civilmente con una sinistra matura e responsabile . Una sinistra che esca , a sua volta, fuori dall’ambiguità valoriale e di indirizzo nella quale l’ha cacciata Renzi

    • .. · lunedì, 22 febbraio 2016, 4:08 pm

      La sinistra dei ladri. quella che è sempre stata.

  14. bruno d · lunedì, 22 febbraio 2016, 1:27 pm

    La strategia nazionalista di Matteo Salvini è fallita, ma lo si era già visto alle amministrative 2015.
    ——————————————–
    Salvini, dovrebbe assumere delle connotazioni da DESTRA SOCIALE, che non ha.
    In altre parole, non ha argomenti validi per coinvolgere chi produce la ricchezza della nazione,
    alle sue idee.
    Bossi era un’altra cosa.

  15. Mastro Titta · lunedì, 22 febbraio 2016, 1:13 pm

    Altra cantonata di mollica il titolatore alla Liberoquotidiano.it

    La prosopopea (????????????, lett. ‘personificazione’, dal greco antico prósopon, faccia, persona, e poiéin, fare, agire ) è una figura retorica che si ha quando si fanno parlare oggetti inanimati o animali, come se fossero persone. È una prosopopea anche il discorso di un defunto.

    Mi dite dove Salvini ha fatto una prosopopea? O Forse è Mollichino che con una figura retorica (povero Dante se questi sono i tuoi eredi), cerca di far parlare un qualcosa che se (il mollichino) dovesse dire in prima persona, non solo becca una querela, ma il solito sputtanamento mediatico?

    • wilson · lunedì, 22 febbraio 2016, 1:56 pm

      prosopopea
      pro·?o·po·pè·a/
      sostantivo femminile

      1.
      Atteggiamento improntato a una presuntuosa e talvolta ridicola gravità.
      “parlare con gran p.”
      2.
      Figura retorica per cui si introducono a parlare persone assenti o morte, o anche cose astratte, come se fossero vive e presenti.

  16. wilson · lunedì, 22 febbraio 2016, 12:17 pm

    Praticamente non ha toccato palla.

    Il non detto è che lo ha fatto apposta a non toccare palla.

  17. jules.b · lunedì, 22 febbraio 2016, 10:36 am

    Ancora con ‘ste “riflessioni” dell’erede paracuxo dell’obeso psicotico…
    Guarda: Salvini è quel che è ma come innumerevoli suoi predecessori sopravvissuti alla propria becera ignoranza NON sono stupidi. Che cosa farebbe Salvini da sindaco di Milano? Ridere? Cacare?
    NON C’E’ UN CENTESIMO DA SPENDERE NEI PROSSIMI DECENNI (oltre al rischio che da Roma arrivino sempre meno soldi).
    LE MUNICIPALIZZATE SONO STATE PROSCIUGATE.
    LE TASSE SONO STATE ALZATE (e questi non sono certo quelli che recuperano evasione” anzi vengono eletti da evasori per lo più…).

    Chi glielo farebbe mai fare di amministrare una città difficile SENZA un adeguato incentivo monetario? A Salvini gliene fotte ZERO di amministrare Milano ed è l’unica cosa con cui sarei d’accordo con uno come lui.

    • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · lunedì, 22 febbraio 2016, 10:57 am

      Che tu sia un kompagno ignorante è evidenziato dal fatto che la vituperata Moratti non ha mai alzato le tasse i milanesi non hanno mai pagato le addizionali comunali, Atm era l’unica azienda municipalizzata che era in attivo tanto da aver donato 70 milioni di euro per far quadrare il bilancio comunale.
      PISAPIPPA ha tolto 770 milioni di tasse all’economia per farne che?
      Spendere in koglionate ideologiche che non hanno dato altro risultato che peggiorare la vita ai milanesi.
      Tanto che Pisappippa non si presenta: SCAPPA!

      • jules.b · lunedì, 22 febbraio 2016, 11:20 am

        Sta zitto imbecille

  18. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · lunedì, 22 febbraio 2016, 10:35 am

    SALVINI PREMIER
    EUROPA KO

    • Liberatidalnano · lunedì, 22 febbraio 2016, 6:53 pm

      L’ho già scritto quando il grande Maestro Eco era ancora in vita e lo ribadisco a sua memoria. Il web dà la parola agli imbecilli che prima sparavano le loro caz.zate al bar sport.

  19. GiulianoFornari · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:40 am

    Può anche aver sbagliato strategia, ma non dimentichiamo che veniva dallo scandalo della famiglia Bossi e che la LEGANORD era ormai allo sbando : quello che è riuscito a ricostruire è comunque rimarchevole.

    • francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:31 pm

      è una sceneggiata, sta facendo le stesse scelte di Bossi…

  20. marco · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:36 am

    SALVINI FOR PRESIDENT

    SALVINI FOR PRESIDENT

    • marco · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:38 am

      chi scrive qui sotto e’ un imbecille

    • imbecille · lunedì, 22 febbraio 2016, 10:39 am

      Salvini for president!

    • francescosocialista · lunedì, 22 febbraio 2016, 9:06 pm

      ma va là, la Lega è in evidente crisi malgrado la sovraesposizione mediatica garantitale dal Berlusca, che usa la Lega come un brand per raccogliere consensi di disperati e camerati vari.

      Gli industrialotti del nord che sostengono la Lega si mostrano davvero gente povera di cultura e nobiltà d’animo. Si ricredano.

      Non si capisce come un ex dirigente confindustriale possa accettare la vergogna di accettare Salvini come proprio Assessore o Consulente alla Sicurezza (anche gratis, e ci mancherebbe anche di pagargli ancora dei sodi!!!!!!!!!!!!)
      Potremmo raccogliere dei soldi per incoraggiarlo a sciogliere la Lega, sarebbe certo un grande affare per i patrioti veri.

      Altro che Noi con Salvini per riciclare i seguaci di Dell’Utri e destrorsi vari

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.