Le risate dei giornalisti stranieri all’annuncio di Renzi sull’apertura della Salerno-Reggio Calabria

martedì, 23 febbraio 2016

Nella conferenza stampa con i giornalisti stranieri indetta da Matteo Renzi in occasione del secondo anniversario del suo Governo è successo un episodio curioso. A fine conferenza il presidente del Consiglio ha annunciato l’apertura della Salerno-Reggio Calabria per la fine del 2016, una dichiarazione che ha suscitato aperta ilarità tra i corrispondenti delle più prestigiose testate internazionali. La Salerno-Reggio Calabria è probabilmente l’infrastrutture simbolo delle “opere incompiute” italiane, e lo stato attuale dei lavori evidenziano molti dubbi sulla veridicità della sua “apertura”. Anche “La Repubblica”, giornale certo non ostile al presidente del Consiglio, ha scritto un articolo in cui si palesano tutti i limiti di quest’annuncio. A dicembre probabilmente 2016 sarà probabilmente completato il nuovo tratto di circa 20 chilometri tra Borgo Laino e Campotenese. Secondo lo stesso sito dell’Anas ci sono però almeno altri tre tratti, i più pericolosi, di più di 40 chilometri da completare, in cui l’arteria non è definibile autostrada, visto lo stato dell’asfalto, la mancanza della corsia d’emergenza, e solo due corsie strette. Per completare davvero la Salerno-Reggio Calabria servirebbero almeno 2,5 miliardi di euro, che difficilmente verranno stanziati. “La Repubblica”, che definisce benevolmente l’annuncio di Renzi come una sineddoche, una parte per il tutto, rimarca come il Governo punti a un “project review”, una revisione del progetto, per dichiarare conclusi i lavori della Salerno-Reggio Calabria. L’autostrada completa, de facto, non ci sarà mai.

52 Commenti

  1. Armando Zappa · martedì, 23 febbraio 2016, 5:35 pm

    parlando con un mio ex collega il discorso
    è andato sul governo Renzi, ricordai quando
    due anni fa salutammo la sua entrata come
    qualcosa che pareva innovativo per il
    paese..anche i ns. colleghi esteri pur
    non essendo molto afferrati sulla politica italiana ci conunicavano di avvertire con
    questo personaggio qualcosa di diverso…
    parlava di rottamazione…di rivoluzionare
    lo stato burocratico…cambiamento del costume
    politico…
    e invece gli stavo appunto dicendo che a
    tutt’oggi i cambiamenti epocali che il paese
    sperava non ci sono…
    questo mio collega mi guarda stupito…
    “ma che cambiamenti vuoi..abbiamo un pensione
    dignitosa…nella nostra vita non ci sono sconvolgimenti..ma cosa vuoi cambiare…
    per me questo è un governo intelligente…
    piccole varianti…buona comunicazione…
    nessun sconvolgimento per noi ceto medio…
    un colpo alla botte ed uno al cerchio…
    tanto lo sai che in Italia alla fine tutti
    un po’ se la cavano sempre….cosa credi
    non puoi levare del tutto la corruzione..
    l’evasione fiscale…per noi sono fattori
    fisiologici…chi arriva la potere deve
    per forza conviverci…nel ns paese è così..
    del resto che alternative hai…la sinistra
    dem .. che vuole massacrarci di tasse..
    il Berlusconi …Salvini…Il M5S con Grillo..
    ma non vedi che sono personaggi da operetta…
    da me il voto lo avrà sempre…

    ecco …questa è la forza di Renzi…dare
    l’impressione di accontentare tutti…sopratutto quelli
    che comunque se la cavano…sicurezza… nel
    non creare sconvolgimenti significativi…
    e poi incutere speranza per tutti…a lungo
    termine…molto lungo…
    ma alla fine se andiamo a vedere nei paricolari..situazione estera..situazione interna…siamo sempre la solita Italietta…

  2. daniele- · martedì, 23 febbraio 2016, 4:56 pm

    o.t. da ansa:

    Un italiano su 10 rinuncia alle cure per ticket e liste d’attesa
    Salute&Benessere.
    La denuncia dal Rapporto 2015 curato da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato

    andatelo a dire a quella stronxona della lorenzin!

    • daniele- · martedì, 23 febbraio 2016, 4:58 pm

      e a quel bastardo di cantastorie che l’ha messa al ministero della salute!
      una ignorante incapace piena di prosopopea!

      • otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 6:04 pm

        Ti inalberi perchè sai che sei tra quelli che “il vivere a scrocco…schicchiola?”… vota il grillo…e spera.

      • pik · martedì, 23 febbraio 2016, 6:56 pm

        Lo voto sì il Grillo. A patto che la smetta di impedire al duce-pagliaccio di capitolare.

      • Un medico in famiglia · mercoledì, 24 febbraio 2016, 5:51 pm

        Vivere a scrocco.. parlando di sanità pubblica.. beh certo, se uno si può permettere la sanità privata, se un poveraccio muore perché non ha i soldi manco per il ticket, cosa frega.. Forse per i renziani rientra nella “selezione naturale della specie”. La selezione andrebbe fatta marchiando a fuoco gli stronzi.

      • otto il bassett-hound · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:41 pm

        Medico di famiglia…mi sa che potresti renderti contumace insieme allo abu omar.

        Ps
        Il Pollari che “starnazza”… è penoso…

  3. si sapeva come andava a finire · martedì, 23 febbraio 2016, 4:40 pm

    La musica è finita gli amici se ne vanno
    ma quelli che restano soli e fregati
    siamo noi, una risicata minoranza
    contro una risicata maggioranza.
    Tutte balle come volevasi dimostrare,
    non esiste ripresa, avanza solo la paura della fame prossima possibile.
    Le persone di buona volontà stanno in ginocchio, QUESTA E’ LA REALTA’.
    GRAZIE SISTEMA DEMOCRATICO.

    • si sapeva come andava a finire · martedì, 23 febbraio 2016, 4:48 pm

      Leggere i dati INPS!

      • si sapeva come andava a finire · martedì, 23 febbraio 2016, 4:49 pm

        milioni di vaucher vuoti di contributi!

  4. jules.b · martedì, 23 febbraio 2016, 4:11 pm

    Le risate dei “giornalisti stranieri” mi piacerebbe sentirle anche quando un paese con servizi ferroviari insufficienti ed un territorio irregolare e densamente abitato si inventò di partecipare all’idiozia dell’AV invece di ri-organizzare le linee esistenti e far correre con regolarità i treni a 120/130kmh (velocità più che sufficiente per dare un buon servizio in un paese con le caratteristiche dell’Italia).
    Invece lì non hanno riso perché pur se “stranieri” sempre di giornalisti si tratta, anzi “giornalisti”: pecunia non olet e quella dell’AV è una bella tortona gigante.

    • otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 6:07 pm

      Ehh…che bello quando c’era lui…nel tuo patetico caso,quando c’era lo stalin!!!

  5. artemio · martedì, 23 febbraio 2016, 3:17 pm

    E’ tipico di tutti i politici, ma Renzo ne è l’esempio più eclatante, di far credere che l’annuncio corrisponda ai fatti.

  6. salvatore · martedì, 23 febbraio 2016, 3:02 pm

    Non evidenziare queste ripetute “amenità”del nostro Presidente del Consiglio sarebbe complicità. Però strano che Repubblica abbia rimarcato questa notizia, la quale se cene fosse bisogno,lo conferma come maestro di Berlusconi

  7. mary · martedì, 23 febbraio 2016, 2:30 pm

    Molica,come previsto e scritto,tu e Gad,tuffati sulla noitizia,pur di fare il tiro al Premier
    vi va bene tutto
    destroidi a tuffo,dmenticano che,al loro exù
    cav,premier, le risatine furono ben piu’ gravi,visto che provenivano da due oremier stranieri,di peso
    la risatina di uno o iu’ stupidi cronisti esteri,e’ solo una stupidagine
    si sa,la Salerno R:C: da decenni fa ridere gl’italiani, essendo un prodotto di governi di destra, dalla prima Repubblica in poi s

  8. otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 1:49 pm
    • wilson · mercoledì, 24 febbraio 2016, 3:55 pm

      Bel sito, belle articolate discussioni.

      Grazie.

      Anche in passato avevi postato articoli da lì.

  9. da ridere · martedì, 23 febbraio 2016, 1:41 pm

    Secondo lo stesso sito dell’Anas ci sono però almeno altri tre tratti, i più pericolosi, di più di 40 chilometri da completare, in cui l’arteria non è definibile autostrada, visto lo stato dell’asfalto, la mancanza della corsia d’emergenza, e solo due corsie strette. Per completare davvero la Salerno-Reggio Calabria servirebbero almeno 2,5 miliardi di euro, che difficilmente verranno stanziati.

    Solo?? Per rifare tutte le strade in Italia, e per evitare di distruggere la vostra automobile, di fare la convergenza ogni 3 mesi, o di essere coinvolti in un incidente mortale sotto casa vostra, ci vorrebbero 150 mila miliardi di Euro per rimetterle in sesto. Morale della favola: le mulattiere saranno il futuro.

    • anas............ · martedì, 23 febbraio 2016, 1:47 pm

      Appena si esce dall’Italia – nazione che vantava le migliori strade del mondo solo 25 anni fa e che oggi è retroCESSA a livello Biafra – passando la frontiera con la Francia, Svizzera, Austria, Slovenia o Croazia, se trovate una buca larga 1 millimetro sulle loro strade, siete autorizzati a chiamare le autorità locali per aggiustarla.

      • anas............ · martedì, 23 febbraio 2016, 1:48 pm

        In Italia, se venite inghiottiti da una buca con tutta la macchina, il comune vi fa causa, la finanza vi viene a trovare e i carabbinieri vi chiederanno per tutta la vita patente e libretto. Fatevi il Cavallo per muovervi in loco, per le lunghe distanze usate il treno ma portatevi il Kit anti-virus , da usare anche negli autobus :) L’Italia che cresce alla Renzi…

    • otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 1:52 pm

      Lo linki?

    • otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 1:59 pm

      La mia esperienza in “fatto di buche”, mi porta a riferire che,tramite chiamata alla Polizia locale che ha rilevato la compatibilitá del mio guasto al semiasse per via di una buca sulla strada di loro competenza,mi ha visto risarcito come da tabella.
      Che poi,oltre alle tangenti per installazioni odontoiatriche convenzionate,ci siano tecnici comunali,provinciali,regionali,statali che intascano mazzette per un nulla osta sulle asfaltature delle strade…nn lo posso sapere…

    • tsè · martedì, 23 febbraio 2016, 2:35 pm

      forse bisogna smettere con gli appalti, riaprire le case cantoniere, far assumere all’anas il personale di manuenzione, centralizzare la gestione della viabilità ?

      • otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 6:18 pm

        No.
        A mio parere basterebbe riformare la costituzione al primo articolo.
        Nn fondata sul lavoro,che nn significa un caxxo.
        Ma fondata sul DOVERE di denunciare presso i Carabinieri ogni irregolaritá nel pubblico esercizio.
        Questo se si vuole che l’amministrazione pubblica resti il riferimento del progresso.
        Debbo dire che il Renzi,intelligentemente,si sta muovendo in questo verso…senza essere “incompatibile con la prostituzione più bella der monno!!!”.

  10. da ridere · martedì, 23 febbraio 2016, 1:31 pm

    Ridevano in quanto non esiste un film fatto a Hollywood sull’autostrada piu costosa della Via Lattea come la Salerno-Reggio Calabria, quello sullo Sbarco sulla Luna del 1969 fu un successo grandioso, ancora la gente ci crede. La mancanza di propaganda martellante, fa i suoi anatemi.

    • Un medico in famiglia · mercoledì, 24 febbraio 2016, 5:55 pm

      A Renzi scappano 40 km, fateglielo sapere.. così una risatina isterica scappa pure a lui.

  11. bruno d · martedì, 23 febbraio 2016, 1:23 pm

    Le risate dei giornalisti stranieri all’annuncio di Renzi sull’apertura della Salerno-Reggio Calabria
    ———————————————-
    Richiamate letta in sevizio, è più serio.

    • otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 1:32 pm

      Questa,Bru,è meglio di quella sull Cirinná…sto ridendo di gusto!!!

  12. otto il bassett-hound · martedì, 23 febbraio 2016, 1:10 pm
  13. Pasquale · martedì, 23 febbraio 2016, 12:56 pm

    Come macchiettista il fanfarone rignanese è diventato più bravo del suo maestro.

  14. Liberatidalnano · martedì, 23 febbraio 2016, 12:56 pm

    Renzi può piacere o no, ma è un dato di fatto che ha fatto più cose lui in due anni che i venditori di fuffa del passato , specialisti in dibattiti e tavole rotonde. Credo che goda di un consenso trasversale che non trova uguali nel passato. Anche a me certi atteggiamenti danno fastidio, ma se penso che al suo posto ci poteva essere cashmirino Cuperlo mi viene l’orticaria….

    • ursula mostel · martedì, 23 febbraio 2016, 3:06 pm

      Giusto,sono d’accordo con Lei.

    • Un medico in famiglia · mercoledì, 24 febbraio 2016, 6:01 pm

      Se per cose fatte, si intendono danni, concordo.

  15. tsè · martedì, 23 febbraio 2016, 12:33 pm

    la prima che ho trovato (luglio 2015) :

    Autostrada Ferrara – mare

    Con una recente e definitiva sentenza del Consiglio di Stato, dopo sei anni di contenzioso e ventidue sentenze, il raggruppamento di imprese che fa capo alla Società Autobrennero, può finalmente avviare la progettazione definitiva e la conseguente costruzione della Ferrara-mare(Porto Garibaldi), trasformando così l’attuale superstrada in una autostrada di 45 km.

    Un investimento di 672 milioni di euro in project financing, di cui oltre 174 di contributo pubblico ed una concessione di 43 anni inclusi i 3,5 per la progettazione e costruzione.

    Del raggruppamento di imprese fanno parte, oltre alla capofila Autobrennero e Coopsette, anche le imprese Pizzarotti, Cordioli, Wipptal, Oberosler, Collini, Co.Seam e Consorzio Ravennate.

    Coopsette che tre mesi dopo viene messa in liquidazione coatta bloccando tra l’altro la costruzione del grattacielo Fuksas per Regione Piemonte.

  16. Risate · martedì, 23 febbraio 2016, 11:52 am

    Dalla stampa : sono quasi trentamila gli italiani che percepiscono una pensione d’oro. Hanno lavorato per il parlamento, la Corte costituzionale e la Regione Sicilia. Gli assegni oscillano da 40mila a 200mila euro all’anno. I dati sui contributi effettivamente versati non si conoscono.

    Questi invece se la ridono da molto tempo.

  17. pinky700 · martedì, 23 febbraio 2016, 11:09 am

    una cosa è certa,gli stranieri da qualunque parte del mondo arrivino si fanno sempre delle grasse risate con i nostri improbabili politici.Sono soddisfazioni.

    il Goffo di Rignano è solo l’ultimo di un’agghiacciante serie

    • pinky700 · martedì, 23 febbraio 2016, 11:13 am

      aggghiaccciande!!

  18. Quattro · martedì, 23 febbraio 2016, 11:03 am

    Lesa Maestà

    Come Osano
    i Giornalisti Stranieri
    deridere il REzi
    Non sanno che un Re tutto può?

    • Un medico in famiglia · mercoledì, 24 febbraio 2016, 6:02 pm

      I decreti, pare che li voglia trasformare in editti reali.

  19. GiulianoFornari · martedì, 23 febbraio 2016, 10:54 am

    ANNUNCITE : grave patologia da cui sono affetti molti amministratori pubblici in Italia …

  20. tsè · martedì, 23 febbraio 2016, 10:08 am

    C’è un motivo per i cantieri eternamente in ritardo, le gare d’appalto vinte da ditte inadeguate al lavoro da fare e che sistematicamente si impantanano, la necessità di continue revisioni in corso d’opera: una una revisione del progetto può essere lo strumento per portare un qualche ordine in un piano di avanzamento ingestibile e ingestito.

    In linea generale bisogna capire che è lo stesso meccanismo delle gare d’appalto e dell’affidamento a privati che non funziona e va ripensato tenendo conto della realtà italiana.

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.