Donald Trump vince nettamente in Nevada, è il volto “mostruoso” dell’America profonda

mercoledì, 24 febbraio 2016

Donald Trump ha vinto i caucus repubblicani del Nevada, conquistando circa il 45% dei voti secondo l’entrance poll. Il terzo successo su quattro alle primarie Gop di Usa 2016, finora dominate dal miliardario di NYC. Come mostrano tanto la percentuale quanto i dati del sondaggio condotto tra i votanti dei caucus, Donald Trump ha ulteriormente allargato la sua coalizione sociale, conquistando il primato anche tra gli evangelici, gli elettori più istruiti e gli ispanici. Al secondo posto è arrivato Marco Rubio, al terzo Ted Cruz, con distacchi superiori ai 20 punti percentuali. Donald Trump aumenta ulteriormente il suo vantaggio tra i delegati, e arriva al Super Tuesday da chiaro favorito per la nomination. Altre considerazioni su Giornalettismo.com

74 Commenti

  1. Bread Waste Dust · mercoledì, 24 febbraio 2016, 11:02 am

    ” La quantità delle truppe Occidentali che si stanno ammassando ai confini della Russia, non lo si vedeva da quando Hitler ammassò e poi invase la Russia. Speriamo che non ci si riproponga lo stesso sbaglio, sappiamo la fine che fecero i nazisti “

    Donald Trump

    • Napotarella · mercoledì, 24 febbraio 2016, 11:30 am

      Se questo è il volto “mostruoso” dell’America profonda, allora mio caro Mollica, lei è SATANA in persona

  2. kunta kinte vale come il 2 di picche · mercoledì, 24 febbraio 2016, 10:55 am

    Il presidente degli Stati Uniti kunta kinte ha esortato il primo ministro giapponese Shinzo Abe a non recarsi in visita in Russia a maggio, nel tentativo di isolare Mosca sulle differenti gestioni della crisi in Siria e in Ucraina. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Kyodo, citando fonti vicine alle relazioni russo-giapponesi e sostenendo che la conversazione tra i due sarebbe avvenuta lo scorso 9 febbraio. Le fonti hanno sottolineato che nonostante le sollecitazioni di kunta kinte di bloccare il viaggio per le differenze tra Mosca e Washington nella gestione della crisi in Siria e in Ucraina, Abe avrebbe rifiutato. Lo ha riferito il capo di gabinetto nipponico Yoshihide Suga.

    Della serie: Kunta, Suga sta minkia, Shinzo Abe mica è Napolitano o Mattarella. Mollica for Guantanamo

    • Napotarella · mercoledì, 24 febbraio 2016, 11:18 am

      “Con la Russia proseguiremo i rapporti in cui, agiremo insieme di fronte i problemi che affliggono il mondo. Il Giappone svilupperà le relazioni in settori come l’economia, l’energia e la cultura e sfrutterà tutte le opportunità per proseguire il dialogo”

      il primo ministro giapponese Shinzo Abe intervenendo in Parlamento.

      Povero Kunta, piu bastonato di cosi??
      A proposito, notizie sulle intercettazioni pre-confezionate dei pagliacci italiani?
      Napolitano e Mattarella, graziando i killer della Cia, condannati dalla Giustizia italiana e dal Tribunale Europeo, avranno come minimo ottenuto una bella fetta di azioni al Nasqaq donate aggratis da Kunta Kinte, da ridere anche l’ultilizzo di Sigonella lo debba dire il WSJ invece che Renzi, Italia da ridere……

    • Napotarella · mercoledì, 24 febbraio 2016, 11:26 am

      Sono davvero vomitevoli questi cani randagi alla Obamba, pensa che in questo modo isolerà la Russia, povero illuso, solo le mezze cartucce dei presidenti italiani possono genuflettresi a simili pagliacciate. Il fatto stesso che ricattano i loro alleati – marionette da quattro soldi – per impedirgli scambi commerciali e altro con la Russia, fa degli USA un paese vulnerabile, debole, e insicuro, ed è proprio per questa vostra paura, debolezza che sarete sconfitti; sconfitti, dal vostro stesso veleno.
      Donald Trump for President, pare l’unico con la testa sulle spalle.

  3. Visit Guantanamo fo free · mercoledì, 24 febbraio 2016, 10:48 am

    Mollica scrivendo Donald Trump vince nettamente in Nevada, è il volto “mostruoso” dell’America profonda ha vinto il primo viaggio gratuito per Guantanamo, una passeggiata di salute doverosa.

  4. Il marchio del marcio · mercoledì, 24 febbraio 2016, 10:40 am

    «Noi abbiamo bombe nucleari»: lo ha dichiarato il 19 febbraio a Russia Today l’analista politico saudita Daham al-Anzi, di fatto portavoce di Riyadh, ripetendolo su un altro canale arabo (vedi intervista su Pandora Tv). L’Arabia Saudita aveva già dichiarato (The Independent, 30 marzo 2015) l’intenzione di acquistare armi nucleari dal Pakistan (che non aderisce al Trattato di non-proliferazione), di cui finanzia il 60% del programma nucleare militare.

    Ora, tramite al-Anzi, fa sapere che ha cominciato ad acquistarle due anni fa. Naturalmente, secondo Riyadh, per fronteggiare la «minaccia iraniana» in Yemen, Iraq e Siria, dove «la Russia aiuta Assad». Ossia, dove la Russia aiuta il governo siriano a liberare il paese dall’Isis e altre formazioni terroriste, finanziate e armate dall’Arabia Saudita nel quadro della strategia Usa/Nato.

    Riyadh possiede oltre 250 cacciabombardieri a duplice capacità convenzionale e nucleare, forniti dagli Usa e dalle potenze europee. Dal 2012 l’Arabia Saudita fa parte della «Nato Eurofighter and Tornado Management Agency», l’agenzia Nato che gestisce i caccia europei Eurofighter e Tornado, dei quali Riyadh ha acquistato dalla Gran Bretagna un numero doppio rispetto a quello dell’intera Royal Air Force.

    Nello stesso quadro rientra l’imminente maxi-contrattto da 8 miliardi di euro – merito della ministra Pinotti, efficiente piazzista di armi – per la fornitura al Kuwait (alleato dell’Arabia Saudita) di 28 caccia Eurofighter Typhoon, costruiti dal consorzio di cui fa parte Finmeccanica insieme a industrie di Gran Bretagna, Germania e Spagna.

    È la più grande commessa mai ottenuta da Finmeccanica, nelle cui casse entrerà la metà degli 8 miliardi. Garantita con un finanziamento di 4 miliardi da un pool di banche, tra cui UniCredit e Intesa Sanpaolo, e dalla Sace del gruppo Cassa depositi e prestiti.

    Si accelera così la riconversione armata di Finmeccanica, con risultati esaltanti per chi si arricchisce con la guerra: nel 2015 il titolo Finmeccanica ha registrato in borsa una crescita di valore del 67%. In barba al «Trattato sul commercio di armamenti», ratificato dal Parlamento nel 2013, in cui si stabilisce che «nessuno Stato Parte autorizzerà il trasferimento di armi qualora sia a conoscenza che le armi possano essere utilizzate per attacchi diretti a obiettivi o a soggetti civili, o per altri crimini di guerra».

    Alla denuncia che bombe fornite dall’Italia vengono usate dalle forze aeree saudite e kuwaitiane facendo strage di civili nello Yemen, la ministra Pinotti risponde: «Non facciamo diventare gli Stati che sono nostri alleati nella battaglia contro l’Isis, i nemici, sarebbe un errore molto grave».

    Sarebbe soprattutto un «errore» far sapere chi sono i «nostri alleati» sauditi e kuwaitiani: monarchie assolute dove il potere è concentrato nelle mani del sovrano e della sua cerchia familiare, dove partiti e sindacati sono proibiti; dove i lavoratori immigrati (10 milioni in Arabia Saudita, circa la metà della forza lavoro; 2 milioni su 2,9 milioni di abitanti in Kuwait) vivono in condizioni di supersfruttamento e schiavitù, dove chi rivendica i più elementari diritti umani viene impiccato o decapitato.

    In queste mani l’Italia «democratica» mette cacciabombardieri capaci di trasportare bombe nucleari, sapendo che l’Arabia Saudita già le possiede e che possono essere usate anche dal Kuwait.

    Alla «Conferenza di diritto internazionale umanitario», la ministra Pinotti, dopo aver sottolineato l’importanza di «rispettare le norme del diritto internazionale», ha concluso che «l’Italia, in ciò, è paese enormemente credibile e rispettato».

    Manlio Dinucci
    Fonte: ilmanifesto
    22.02.2016

    • Bread Waste Dust · mercoledì, 24 febbraio 2016, 10:59 am

      Pare che il Manifesto, i due tromboni della menzogna galattica Mao Patakka e Bread Waste Dust , non lo leggano piu, pur essendo di ” sinistra “.

  5. Il marchio del marcio · mercoledì, 24 febbraio 2016, 10:29 am

    …Avevo anticipato questa notizia alcuni giorni fa in un commento che non aveva suscitato reazioni, forse perchè l’avevo riportata in un tono ironico che ancora accosto a tale affermazione..

    Stai sicuro che in questo blog, di reazioni ne vedrai al massimo 3, preferiscono parlare di volti “mostruosi” dell’America profonda, quando i VERI MOSTRI LI HANNO IN CASA.

  6. Il marchio del marcio · mercoledì, 24 febbraio 2016, 10:27 am

    sputniknews · Mercoledì, 24 Febbraio 2016, 10:19 Am
    L’Arabia Saudita ha l’atomica
    © Sputnik. Mihail Mokrushin
    MONDO
    20:44 23.02.2016
    Ad annunciarlo Daham al Anzi, prominente analista politico saudita all’emittente televisiva RT in lingua araba.

    Gli Stati del Golfo Persico stanno cercando armi nucleari per contrastare il “cattivo” Iran e hanno tenuto incontri clandestini con Israele pur non avendo legamiufficiali con Tel Aviv,
    Vediamo segnali che i paesi del mondo arabo sono preparati ad acquisire armi nucleari, in quanto non sono disposti a sedersi tranquillamente con l’Iran sull’orlo di una bomba nucleare o atomica..”
    il ministro della Difesa Moshe Ya’alon ha rivelato in occasione della Conferenza sulla sicurezza di Monaco, in Germania nell’ultimo giorno della Conferenza.
    https://www.rt.com/news/332474-israel-gulf-states-nuclear/

    Il marchio del marcio

  7. sputniknews · mercoledì, 24 febbraio 2016, 10:19 am

    L’Arabia Saudita ha l’atomica
    © Sputnik. Mihail Mokrushin
    MONDO
    20:44 23.02.2016

    Ad annunciarlo Daham al Anzi, prominente analista politico saudita all’emittente televisiva RT in lingua araba.

    Vladimir Putin
    © SPUTNIK. ALEKSEI NIKOLSKIY
    Putin pronto alla terza guerra mondiale se l’Arabia Saudita invade la Siria
    L’Arabia Saudita ha la bomba atomica da più di due anni. Gli è stata venduta dal Pakistan con il consenso degli Usa. Lo annuncia un prominente analista politico saudita, Daham al Anzi, all’emittente televisiva RT in lingua araba, precisando che non si tratta di una novità, in quanto le potenze mondiali ne erano già a conoscenza.
    Il regno saudita avrebbe, secondo l’esperto politico, tutte le intenzioni di testare l’ordigno, per la salvaguardia della popolazione musulmana.

    Riad ha dato miliardi di dollari in petrolio agevolato a Islamabad, e il Pakistan ha accettato di fornire testate nucleari al regno del Golfo.

    Un paese del Medio Oriente ha la bomba atomica. E non è l’Iran, ma l’Arabia Saudita, quello stesso Stato canaglia che finanzia il terrorismo internazionale e minaccia d’invadere la Siria, mentre bombarda lo Yemen con raid aerei che hanno distrutto il Paese.

    Per ora l’Agenzia internazionale per l’energia atomica è in silenzio.

    Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/mondo/20160223/2155743/arabia-saudita-bomba-atomica.html#ixzz414l307VM

  8. Michael Goldfarb · mercoledì, 24 febbraio 2016, 9:33 am

    ma va? · Mercoledì, 24 Febbraio 2016, 9:16 Am
    Un paese del Medio Oriente ha la bomba atomica. E non è l’Iran, ma l’Arabia Saudita, ha la bomba atomica da più di due anni. Gli è stata venduta dal Pakistan con il consenso degli Usa, quello stesso Stato canaglia che finanzia il terrorismo internazionale e minaccia d’invadere la Siria, mentre bombarda lo Yemen con raid aerei che hanno distrutto il Paese.
    Rispondi

    Avevo anticipato questa notizia alcuni giorni fa in un commento che non aveva suscitato reazioni, forse perchè l’avevo riportata in un tono ironico che ancora accosto a tale affermazione, perchè ho seri dubbi che i cammellati sauditi sappiano cosa fare di una bomba atomica, essendo fondamentalmente degli organismi di tipo parassitario e quindi non in grado di concepire qualcosa in prima persona, infatti tutto quello che possiedono di tecnologico lo hanno acquistato da altri e persino per fare la guerra si devono rivolgere a mercenari stranieri, che comunque li mollano appena le cose si fanno serie, chiedere agli Houthis al riguardo. Come i loro complici occidentali più che l’arte della guerra hanno imparato a praticare bene l’arte delle balle.Complimenti ai grandi “saggi” del cosiddetto mondo civile.Sapere dell’atomica comprata da uno stato vergognoso come quello di questi beduini con tovaglia annessa in testa, la dice lunga sull’ immensa ipocrisia raggiunta, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica è in silenzio ed Israele non dice assolutamente niente, perciò i media non ne parlano: PROIBITO PARLARNE.

    • e qualcuno rompeva , rompe e romperà i coggioni se l' atomica se la faceva l' Iran · mercoledì, 24 febbraio 2016, 9:54 am

      QUESTA SI’ CHE E’ UNA NOTIZIA MOLTO GRAVE CHE ALTERA I RAPPORTI IN M.O.. MA L’ASPETTO PIU’ GRAVE E’ IL SILENZIO DELL’AIEA! Considerato l’efficienza mongoloide delle forze armate dell’A.S. se questi provano a usare l’atomica rischiano che gli scoppi in mano, e qualcuno rompeva , rompe e romperà i coggioni se l’ atomica se la faceva l’ Iran. Iran fattene decine di atomiche.

  9. giors · mercoledì, 24 febbraio 2016, 9:19 am

    Solita spocchia di voialtri comunisti. Chi non la pensa come voi è mostruoso.

  10. ma va? · mercoledì, 24 febbraio 2016, 9:16 am

    Un paese del Medio Oriente ha la bomba atomica. E non è l’Iran, ma l’Arabia Saudita, ha la bomba atomica da più di due anni. Gli è stata venduta dal Pakistan con il consenso degli Usa, quello stesso Stato canaglia che finanzia il terrorismo internazionale e minaccia d’invadere la Siria, mentre bombarda lo Yemen con raid aerei che hanno distrutto il Paese.

    • drastico · mercoledì, 24 febbraio 2016, 9:25 am

      e’ una vergogna , di cui nessun mainstream parla .

  11. Un vecchietto · mercoledì, 24 febbraio 2016, 9:15 am

    Andrea,
    odio e dissenso non stanno bene abbinati. E poi per chi, per Renzi? Sono i suoi amici che lo odiano, gli altri si barcamenano con poche speranze.

  12. Un vecchietto · mercoledì, 24 febbraio 2016, 9:01 am

    Mollica parla a vanvera, non sa quello che dice. Se c’è un mostro in giro quello è Obama. E’ in guerra con tutti, gli è rimasto come alleato Eldocan, che non essendo scemo quanto lui, per scendere in guerra in Siria aspetta che comincino gli americani.

  13. Un vecchietto · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:54 am

    mary,
    allo stesso modo non si può stare dalla parte di Obama solo perché è un negro. Per l’America e per il mondo lascia una situazione disastrosa. Ha spiato tutti gli alleati europei e ha tramato contro di loro. La Russia che si prende la Crimea per sventare installazioni missilistiche in Ucraina. Azione già sventata da un Berlusconi ancora lucido. Nord Africa in fiamme, invasione dell’Europa di milioni di sbandati alla ricerca della felicità a casa degli altri. La Cina scontentando tutti i vicini, anche quelli grandi e grossi, che occupa militarmente un arcipelago lontano 750 Km dalle sue coste con l’America che manda una nave a vedere quello che succede. Una super potenza in mutande, in guerra con tutti, senza battersi in nessuna. Sarà anche un negro, ma più che altro è un somaro.

  14. bastian contrario · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:51 am

    Non vedo poi cosa possa cambiare per noi .
    Sudditi siamo e sudditi rimarremo

  15. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:50 am

    Mary come al solito non hai capito un katetere.
    Sto solo dicendo che il kompagno Mohamed Obama, premio Nobel per la pace, ha combinato tali kasini guerre controrivoluzioni che per la legge del contapasso Trump sta spopolando.

    • Andrea · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:57 am

      per lo stesso principio per cui salvini e grillo spopolano in italia insomma… cavalcare odio e dissenso

  16. elia · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:39 am

    In genere i presidenti USA sono burattini nelle mani di banche e multinazionali.
    Trump sembra meno dipendente degli altri: ad esempio è contrario alla Cina e vorrebbe avvicinarsi a Putin.
    Se vincesse entrerebbe in rotta di collisione con i poteri forti e questo potrebbe creare una situazione pericolosa.

    • triumph · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:51 am

      Il “kala per tutti” con lui
      diventerebbe realtà, NRA docet.

  17. osservatore estraneo · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:24 am

    Siono tutti dei mostri gli americani
    non hanno confini.

    • osservatore estraneo · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:25 am

      Anche la Clitton è un mostro.

  18. bastian contrario · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:23 am

    Trump non sara’ uno stinco di santo , ma almeno si finanzia coi soldi suoi .
    E questo me lo rende piu’ simpatico degli altri , in quanto meno ricattabile

  19. bruno d · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:21 am

    Questo è solo un affarista ed un attore.

  20. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:10 am

    E che volete farci dopo 8 anni di Mohamed Obama, è il minimo sindacale.

    • mary · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:38 am

      Milanconglatore verde
      falla finita tu insulti Obama per razzismo,solo per quello
      tieniti,ma non diventerà presidente, il tedesco dai capelli rossi
      lo sapevi che lui e’ figlio /nipote di nonni ,migranti,tedeschi
      media ne hanno parlato
      ti sarà sfuggito, visto che leggerai solo la gazzetta dell’acqua inquinata del Po

      • mary · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:43 am

        conglatore verde
        =congelatore verde

      • ilaria · mercoledì, 24 febbraio 2016, 8:48 am

        anche lei che si spaccia per sapiente e offensiva clone è figlia di migranti non lo
        vede e scriva bene che la peronospora non è sua

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.