Il capo di Hamas ucciso perchè gay

giovedì, 3 marzo 2016

Mahmoud Ishtiwi è stato ucciso da Hamas per aver avuto rapporti omosessuali. Mahmoud Ishtiwi è morto il 7 febbraio, e come spiega il New York Times in un articolo che si basa sul lavoro della Ong Human Rights Watch, e il suo decesso è stato confermato dall’organizzazione palestinese che controlla Gaza. Il 34enne deceduto era uno dei dirigenti del braccio armato di Hamas, le brigate Qassam: ai suoi comandi c’era una milizia di circa mille uomini, ed era responsabile del sistema dei tunnel che collegano la metropoli palestinese con Egitto e Israele. Ishtiwi è stato ucciso dopo una carcerazione lunga un anno nelle prigioni di Gaza. Le accuse nei suoi confronti riguardavano malversazioni dei fondi destinati alla sua unità militare e condotta immorale, un termine con cui Hamas definisce l’omosessualità. Mahmoud Ishtiwi, sposato con due donne e padre di tre bambini, avrebbe fatto sesso con un uomo. Hamas sospettava che il dirigente della brigate Qassam avesse convinto questa persona ad avere rapporti con lui dopo averlo pagato coi fondi che aveva distratto, oppure che lo pagasse per il suo silenzio. Come rimarca il NY Times, l’organizzazione palestinese aveva il timore che Ishtiwi potesse essere ricattabile da Israele per la sua condotta. Il dirigente militare aveva parzialmente confermato le sue accuse, come affermano i suoi familiari, anche se aveva smentito di aver avuto rapporti sessuali con il giovane.  Il New York Times rimarca come la vicenda di Mahmoud Ishtiwi abbia suscitato enorme curiosità a Gaza. Non è la prima volta che le brigate Qassam uccidono un loro capo, ma raramente i familiari si espongono così tanto nel criticare il braccio armato di Hamas. La famiglia di Mahmoud Ishtiwi era particolarmente nota tra i palestinesi perchè diversi suoi membri avevano fatto parte di Hamas e brigate Qassam con ruoli apicali.

31 Commenti

  1. Lady Dodi · giovedì, 3 marzo 2016, 9:52 pm

    Perché, TSE’, il nostro anfitrione è fissato coi gay e obbliga il povero Mollica a cercare casi gay per ogni dove.

  2. tsè · giovedì, 3 marzo 2016, 8:50 pm

    il titolo avrebbe potuto essere

    Il capo di Hamas ucciso perchè traditore

    o

    Il capo di Hamas ucciso perchè ladro

    o anche

    Il capo di Hamas ucciso in una faida

    ma a questo giro si porta il gay, e dagli col gay.

    (chè da mò mi domando come mai non sia discriminatoria la parola gay, con la carica di disprezzo che implica … )

  3. giors · giovedì, 3 marzo 2016, 7:59 pm

    I sinistri pro palestinesi prendano atto del fatto che i gay coccolati qui da noi da quelle parti li fanno fuori. In israele no.

  4. Lady Dodi · giovedì, 3 marzo 2016, 4:07 pm

    No, non sono i gay il problema DEDA a meno che non siano gay scemi.Li usano come userebbero qualsiasi cosa allo scopo di destabilizzarci.
    O preferivo le bombe come in Iran, Libia e Siria?

    • Lady Dodi · giovedì, 3 marzo 2016, 4:08 pm

      O preferivi? Con la i.

    • Lady Dodi · giovedì, 3 marzo 2016, 4:09 pm

      Per essere esatti: avresti preferito?
      Altrimenti mi correggono.

  5. deda · giovedì, 3 marzo 2016, 3:52 pm

    L’argomento “gay” come problema di 1° grandezza, di “argomento del giorno”, parte dagli USA, tutto in Occidente (e derivati) parte dagli USA, è impressionante la potenza della macchina messa in moto per questi gay, Hollywood, i media tutti, i governi delle colonie, SANTA FARFANICCHIA, MA CHE SUCCEDE?

    • wilson · giovedì, 3 marzo 2016, 4:11 pm

      Succede che il m5s della stepchild adoption ne fa una questione di principio. Dunque pure loro sono dentro a questo complotto o hanno manifestato semplicemente delle idee che non condividi ?

      • deda · giovedì, 3 marzo 2016, 4:25 pm

        E basta con queste parole inglesi, SERVO!
        ZERBINO.

      • deda · giovedì, 3 marzo 2016, 4:28 pm

        Non è che parlando come il PADRONE, si diventa padroni.
        Diventi solo uno che mette tristezza.

      • wilson · giovedì, 3 marzo 2016, 10:19 pm

        Parlo usando le stesse parole usate dai 5 stelle.
        Pure loro sono servi dunque in quanto parlano di stepchild adoption .
        Dunque c’è un complotto che coinvolge chiunque.

        O sei CRETINA tu ?

  6. Lady Dodi · giovedì, 3 marzo 2016, 3:40 pm

    Invece adesso Alberto, è diventato un titolo onorifico.
    Sua Eccellenza monsieur Sir le gai’ con l’accento sulla i.

  7. alberto I · giovedì, 3 marzo 2016, 2:52 pm

    Mussolini adoperò l’accusa di omosessualità
    per defenestrare i “camerati” che non facevano
    più comodo al regime.
    L’OVRA era sempre impegnata a costruire
    accuse contro i gerarchi in disgrazia.
    Così Hamas ha trovato una buona scusa per
    liberarsi di un personaggio scomodo.
    Niente di nuovo sotto il cielo.

  8. Ubertino Da Casale · giovedì, 3 marzo 2016, 2:04 pm

    Gay o non gay l’importante è il risultato.

  9. orrore · giovedì, 3 marzo 2016, 1:59 pm

    ci dev’essere un errore

  10. salv · giovedì, 3 marzo 2016, 11:16 am

    Questo fatto dimostra che il problema vero per il popolo palestinese non è Israele, ma Hamas e la banda di assassini criminali che governa i territori palestinesi. Spero che faccia riflettere i benpensanti di sinistra che firmano appelli, promuovono sottoscrizioni e guardano ai fronti di liberazione della Palestina come a una forza di emancipazione e libertà. Ishtiwi, jihadista di ferro e tra i comandanti più autorevoli di Hamas, è stato infatti ucciso dopo essere stato torturato dalla stessa organizzazione per la quale “lottava” in quanto omosessuale. Ovviamente poi, sotto tortura, gli hanno fatto confessare di essere anche una spia di Israele.
    Se Hamas può fare questo a uno dei suoi più autorevoli esponenti, possiamo solo immaginare quali atrocità sarebbe capace di mettere in atto se riuscisse a mettere le mani su Israele. Nel frattempo Hamas si allena martirizzando il popolo palestinese.

    • deda · giovedì, 3 marzo 2016, 3:40 pm

      Detto da un filo israeliano.

      Prendiamo atto della tua opinione, tanto i fatti sono quelli che sono, e dicono mica quello che dici tu, dicono che personcine a modo come i ROTHSCHILD & amici di merende, setta satanista e bancaria, soggetta al culto della soppressione della volontà dell’essere umano, al suo dominio totale, fisico e mentale, hanno deciso di mettere un loro cavallo di Troia in mezzo al luogo ancora abitato da stanziali che di loro non ne voleva sapere…
      Ed ecco Israele.
      Ed ecco a ruota tutto quello che poi gli viene dietro, che si possa sopprimere uno non più a posto adducendo una scusa che sia una accusa forte, che tutti la debbano accettare…
      Il popolo palestinese secondo questo salv cosa dovrebbe fare per poter vivere in pace?
      Avanti, ce lo dica, ci illumini.

      • salv · giovedì, 3 marzo 2016, 3:47 pm

        Secondo me dovrebbe liberarsi degli integralismi alla Hamas, riconoscere Israele e provare a vivere in pace senza avere la pretesa di distruggere un popolo che non è certo propenso a farsi annientare. Del resto, qual’è l’ambizione dei palestinesi? E’ forse quella di sterminare gli ebrei e di insediarsi al loro posto? Da notare poi che il popolo palestinese in quanto nazione non è mai esistito, per cui se Israele è una forzatura della storia, altrettanto lo sarebbe la creazione di uno stato palestinese previo sterminio degli ebrei.

      • deda · giovedì, 3 marzo 2016, 4:54 pm

        Ti facevo un altro tipo…
        Ma dire una cosa che ti piacerebbe dire, una cosa VERA, che corrisponde ai fatti, non solo quello che ti conviene, ti sei mai preso/a il piacere di farlo?
        Qui una popolazione stanziale da millenni è stata messa in un campo di concentramento circondata su 4 lati, più il cielo, che nemmeno puoi sorvolarla, cosa altro deve fare per far felice te e quella faccia che li ha imprigionati? Accidenti all’ambizione dei palestinesi, maledetti!
        Sterminare gli ebrei e insediarsi al loro posto
        Arriva un marziano, legge questo, pensa che quelli dentro la Striscia sono gli ebrei, e gli sterminatori che si sono presi il loro posto sono i palestinesi, ti rendi conto cosa ci tocca leggere?
        Per girare la frittata io uso quella padella doppia, sai, quella con il sopra e il sotto, tu per girare la frittata cosa hai usato?

      • salv · giovedì, 3 marzo 2016, 6:07 pm

        Credo che la diatriba Israele-Palestina e l’individuazione dei buoni e dei cattivi sia equiparabile al tormentone dell’uovo e della gallina. Tu, essendo un intelligentone, affermi in sostanza che io dico falsità, ma cerco solo di ragionare senza farmi ottundere dai pregiudizi. E finora su questo argomento non ho ancora trovato qualcuno che sia in possesso della verità assoluta.
        Tu dici che la popolazione araba “stanziale da millenni” è stata defraudata e messa in un campo di concentramento. A me non risulta. Gli ebrei, a quanto ne so, la terra se la sono comprata a prezzi di usura dai latifondisti arabi e non hanno sottratto un solo metro quadro ai legittimi proprietari. Vero è che Israele, per limitare gli attentati, ha eretto delle barriere in modo da impedire ai palestinesi di scorrazzare senza controllo dentro i suoi confini. Il che, tecnicamente, non significa imprigionare, ma tenere alla larga per limitare il rischio di attentati.
        In ogni caso, dentro i confini di Israele, a quanto ne so, vivono circa due milioni di palestinesi, che non sono affatto imprigionati, anzi godono dei diritti civili e politici e sono cittadini israeliani a tutti gli effetti. Non mi risulta nemmeno che siano perseguitati, bensì godono perfino di privilegi rispetto agli ebrei, in quanto sono esentati dal servizio militare (ma se vogliono possono arruolarsi e fare carriera nell’esercito). Credo che in ogni caso se la passino molto molto meglio dei palestinesi sotto il giogo di Hamas, alla faccia del campo di concentramento.
        Ho notato poi che tutte le volte in cui si cerca faticosamente di avviare un processo di pace, il terrorismo palestinese si scatena per far saltare ogni possibilità di accordo. Magari a Israele fa comodo subire attacchi, perché così può attuare rappresaglie e rafforzare i suoi confini. Ma gli arabi non dimostrano di essere in questo caso particolarmente pacifici e tanto meno furbi.
        Sta di fatto che i cattivi non stanno mai da una parte sola e che se i palestinesi non fossero guidati da fanatici irresponsabili (per quanto gli ebrei non siano stinchi di santo) la situazione sarebbe certo molto migliore.

      • deda · giovedì, 3 marzo 2016, 6:08 pm

        Molto interessante, ci ragiono e rispondo, ma sta per tornare il mio coniuge che odia questo blog, mi tocca rimandare a dopo cena.

  11. deda · giovedì, 3 marzo 2016, 11:11 am

    CHE NOTIZIONA!

  12. Monte dei Pascoli di Siena · giovedì, 3 marzo 2016, 10:34 am

    Perdonatemi Andrea Mollica

  13. Monte dei Pascoli di Siena · giovedì, 3 marzo 2016, 10:34 am

    Buongiorno,

    scusate una info!! Con tutto il rispetto possibile e immaginabile! Ma alla fine Vincenzo Mollica chi è????

    • bruno d · giovedì, 3 marzo 2016, 2:06 pm

      Piacerebbe saperlo anche a me, beninteso, a solo titolo informativo:
      - breve biografia
      - competenze
      - varie et eventuali, al resto pensa il Mossad.
      Se Renzi può fare il Presidente del Consiglio, a maggior ragione Mollica può occuparsi del blog
      del..stavo per scrivere del Duce, ma me ne astengo.
      Scusi, signor Lerner, ma lei, è qui in sub-affitto
      con uso cucina, o viceversa?

  14. Mastro Titta · giovedì, 3 marzo 2016, 10:06 am

    Questo è il futuro che Gad Lerner e la sinistra preparano agli Italiani. Ovvero Vendola, Luxuria etc etc per lalegge islamica, legge di alta civiltà, lesbiche gay e trans devono venire accoppati.

    • bruno d · giovedì, 3 marzo 2016, 2:15 pm

      Venire, o essere….accoppati? This is the Amletic problem.
      In ogni caso, come ben si può dedurre dall’analisi
      del fatto in oggetto:
      -Dio, prima li fa, e poi li……accoppa!
      nb Hamas,. tradotto= Partito di Dio.

      • bruno d · giovedì, 3 marzo 2016, 2:16 pm

        E’ proprio vero, che non c’è più religione!

  15. tsè · giovedì, 3 marzo 2016, 9:46 am

    e’ stato destituito, imprigionato ed ucciso nel contesto di uno scontro di potere interno ad Hamas, pare, con il pretesto di accuse di corruzione (furto ed omosessualità) e tradimento.

    http://europe.newsweek.com/all-not-well-within-hamas-429836

    http://www.nytimes.com/2016/03/02/world/middleeast/hamas-commander-mahmoud-ishtiwi-killed-palestine.html

  16. Lady Dodi · giovedì, 3 marzo 2016, 9:38 am

    Voleva cercare uteri da affittare?
    Allora hanno fatto bene.

    • polveroni e polveriere · giovedì, 3 marzo 2016, 11:19 am

      Titolone forzato, cui bono?

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.