Beppe Grillo si è dimenticato della legge M5S che introduce la maternità surrogata

venerdì, 4 marzo 2016

C’era una volta il M5S “laico”. Prima della sua esplosione elettorale Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio avevano posizionato il loro movimento anti politica tradizionale su temi prevalentemente progressisti. Al netto delle posizioni sull’immigrazione, la difesa del Welfare così come dell’ambiente indicavano il M5S come un partito più vicino al centrosinistra che al centrodestra. Sui diritti civili i 5 Stelle i 5 Stelle erano su orientamenti progressisti: nel 2012 Beppe Grillo aveva manifestato il suo pieno sostegno al matrimonio e alle adozioni gay. ” ll’assemblea del pdmenoelle, il partito che vorrebbe governare l’Italia (non ridete per favore), si è discusso principalmente di un fatto che dovrebbe essere scontato, pacifico: le nozze gay e i diritti delle coppie omosessuali. Io sono favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso, ognuno deve poter amare chi crede e vivere la propria vita con lui o con lei tutelato dalla legge. 4 anni dopo, quando il M5S cerca ancora di trovare un proprio collocamento nel panorama politico italiano, Beppe Grillo e sopratutto Gianroberto Casaleggio hanno imposto la retromarcia. Niente matrimonio e sopratutto adozioni gay, che vanno male nei sondaggi, e lotta alla cosiddetta maternità surrogata. C’è un però su questo nuovo posizionamento, l’evidente incoerenza col passato. Come hanno scritto “Espresso” e “Stampa”, tra gli altri, in Senato c’è una legge che consente la gestazione per altri, pratica definita da Beppe Grillo in termini molto preoccupati per la sostanziale mercificazione low cost della vita umana.  La legge si chiama” Modifiche al codice civile in materia di eguaglianza nell’accesso al matrimonio in favore delle coppie formate da persone dello stesso sesso” ed è stata depositata a inizio legislatura, quando i 5 Stelle erano pro nozze omosessuali. Firmata dalla maggioranza dei senatori, era stata presentata dal poi fuoriuscito dissidente Orellana, e condivisa da grillini di spicco come Vito Crimi, Barbara Lezzi o Alberto Airola. Come ricorda Simone Alliva sull’Espresso, si tratta di un “un progetto che, per inciso, include adozioni e maternità surrogata per gay e lesbiche. L’articolo 3, comma 4, dispone infatti “l’abrogazione delle parti della legge n. 40 del 2004″ che regolano il divieto di accesso alle tecniche di procreazione assistita da parte delle coppie dello stesso sesso e il divieto di ricorso a tecniche di tipo eterologo.Inoltre per consentire anche il ricorso alla maternità surrogata, si abroga il divieto di dichiarare la volontà di non essere nominata, imposto alla donna che faccia nascere un figlio a seguito dell’applicazione di tecniche diprocreazione medicalmente assistita”. Tre anni fa, quindi, il Movimento si schierava, mettendolo nero su bianco, a favore della maternità surrogata”.

110 Commenti

  1. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:59 pm

    Ai bimbi piace l’allattamento al seno.
    Ohhhh grazie della gentile concessione!!!
    Peccato che piacerebbe allattare anche a Vendola. Se potesse….
    Ma NON può.

    • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 9:38 pm

      Una volta gli psicologi parlavano di diade madre bambino e la ritenevano fondamentale per la salute psichica del bambino.
      Oggi questi studi sono un po’ abbandonati: Freud non ha veramente più nulla da dire.
      .-
      E’ comunque vero che la natura prepara questo evento con una irripetibile pioggia di ossitocina , un vero e proprio innamoramento chimico ( a volte, come contromedaglia causa la depressione post partum).
      Vero è che a chi è stato adottato, anche da etero, viene negato questo particolare momento, probabilmente unico: gli viene negato un piccolo diritto. Non che senza questo diritto muoia, eh! Sopravviverà lo stesso e sarà felice nella vita… d’altro canto anche Vendola e compagni non sarebbero morti senza diritto alla genitorialità; se la scienza non gliene avesse dato la possibilità non ci avrebbero pensato e la loro vita sarebbe trascorsa normalmente.

      • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 9:44 pm

        *e compagno ( Ed Testa)

      • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 10:25 pm

        http://www.formazione.unimib.it/DATA/Insegnamenti/7_1533/materiale/articolo_esercitaz_metodologia.pdf
        .
        E voi vorreste staccare il piccolo Tobia dalla madre che l’ha portato in grembo dopo 5 mesi?
        Molto meglio che crei un buona diade madre bambino con Vendola.
        datti da fare , Nichi, ed augurati che il piccolo sia sensibile al tuo generatore di discorsi: con un po’ di parlantina lo incanti come il pifferaio magico, altro che pioggia di endorfine e ossitocina!

      • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 10:33 pm

        No, ora, è vero che questi studi sono stati un po’ abbandonati e sono in parte considerati superati, ma leggete qui.
        -
        “Nella definizione del senso del Sé emergente, Stern (1989) ha sottolineato
        come il neonato, sulla base della sua capacità di riconoscere
        le caratteristiche costanti di un evento, sia precocemente in grado di differenziare
        il sé dall’altro da sé: già in una fase così precoce della vita, il
        bambino è, infatti, in grado di orientare selettivamente l’attenzione verso
        la madre, definendola partner privilegiato nella prima interazione con la
        realtà esterna. Questa competenza sembra fondare le proprie origini nel
        periodo prenatale, durante il quale si organizzano degli schemi innati di riconoscimento
        dell’ambiente materno (De Casper e Fifer, 1980), che l’apprendimento,
        per mezzo dell’esperienza e quindi dell’evoluzione cognitiva,
        contribuirà ad affinare.”
        .

        Ora, ammettiamo pure che gli psicoanalisti abbiano decisamente esagerato, soprattutto nell’associare a queste mancanze chissà quali traumi: un bambino cresce bene se chi si occupa di lui è caloroso ed equilibrato, chiunque egli/ella sia.
        Però se la diade madre bambino si forma già nella vita intrauterina, negare scientemente a un bambino di venire allattato e curato dalla donna che lo ha portato in grembo, non è la negazione di un piccolo diritto?
        Un conto è strappare un bambino da un orfanotrofio, altro è farlo scientemente.
        Un conto

    • natale cennamo · sabato, 5 marzo 2016, 6:40 pm

      vuoi l’elenco delle mamme che conosco io che per non sciuparsi il seno danno il latte nella bottiglina ai propri figli naturali?

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · domenica, 6 marzo 2016, 7:06 pm

        No, ne conosco alcune anch’io. Ma ne conosco tante che allattano.
        Ovvio che si parla in generale e in percentuale, poi non so se ti sei accorto che il mio tono era molto ipotetico e non assolutista ( nel caso rileggi).
        Per un bambino è sicuramente meglio crescere con un genitore adottivo equilibrato piuttosto che con la propria madre squilibrata o fortemente depressa.problematica o egoista.

  2. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:46 pm

    No Wilson, adottare non è solo dare soldi a distanza . è un sacco di cose, ma di sicuro non dev’essere un lenimento alle proprie frustrazioni.
    È la prima cosa che oggi controllano.

  3. fiorenza · venerdì, 4 marzo 2016, 3:45 pm

    Da quanti mesi parlate su questo argomento?
    Tanto primo o poi questa cosa si risolverà, come la fecondazione eterologa che la legge 40 vietava: a furia di sentenze avverse dei giudici hanno dovuto modficare la legge.
    Succederà anche per l’adozione del figliastro e fra qualche anno pure la “gestazione per altri” entrà nell’ordinamento.
    Per legge i figli nati da eterologa hanno diritto a conoscere, se mai lo volessero, i donatori, almeno in USA: ci sono le banche dati, non so nulla per quanto riguarda altri organi oggetto di trapianti vari, né per le trasfusioni sanguigne, in Italia non si possono conoscere i donatori in questi casi, ma…non si sammai.

  4. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:41 pm

    È arrivata quella che:
    “Facciamoglielo allattare cinque mesi il bambino alla donna che l’ha partorito. E poi lo si consegni ai genitori legalmente compratori”.
    La bella trovata è sotto il post della Marzano.
    Vedere per credere!

    • fiorenza · venerdì, 4 marzo 2016, 3:53 pm

      E allora? Vuoi che riposti tutte le scemenze che scrivi? Non basterebbe lo spazio di una enciclopedia…
      Fra l’altro non mi sembra una cattiveria far svezzare il bambino nato da “gestazione per altri” alla madre partoriente, ai bimbi piace l’allattamento al seno…

      • pik · venerdì, 4 marzo 2016, 7:11 pm

        pensavo fosse scema solo mary, ma vedo che lo è anche questa fiorenza. Sempre che non
        siano la stessa persona, come wilson con renzi…

    • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 9:50 pm

      Dopo cinque mesi di allattamento, staccarlo dalla madre è una pura cattiveria e… è vero che per soldi si fa tutto, ma…
      Allora è meglio che lo allevino in tre, uno anche a distanza, ma che ha voce in capitolo…

      • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 9:54 pm

        E’ una cattiveria nei confronti della madre ed anche del bambino.
        Ahò, dopo cinque mesi il bambino la riconosce e sente il distacco!
        Un conto è se non l’ha mai vista.
        Vabbè che non si tratta di traumi insuperabili, come si credeva una volta, ma in questo caso è un trauma, non un diritto. Un trauma per entrambi!
        Molto meglio che il bambino rinunci al diritto dell’allattamento al seno e alla diade madre bambino.
        D’altro canto qualcuno a qualche diritto ci deve pur rinunciare!

      • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 9:55 pm

        Vabbè che non si tratta di traumi insuperabili, come si credeva una volta, ma in questo caso è un trauma, non LA NEGAZIONE DI un diritto.

  5. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:28 pm

    Ecco, per le questioni tecniche c’è qui Stefano.
    Io , 5 Stelle. fino a prova contraria , dico NO e basta.
    Tra l’altro si è un po’ indietro :Vendola NON ha in figlio e non l’ha ancora adottato.
    Vedremo se ci riuscirà.

    • Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:31 pm

      E non paragonare Wilson, il diavolo all’acqua santa. L’adozione è l’acqua santa. Il diavolo indovina un po’.

      • pik · venerdì, 4 marzo 2016, 7:17 pm

        se fosse il diavolo si leccherebbe il gomito…è solo un servo pagato.

  6. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:27 pm

    Tu Wilson ti metti le scarpe PRIMA delle calze?
    Quanto ai 5 Stelle non hai idea di quanta brutta gente ci avvicina!
    Ci occorrerebbe un buttafuori.

  7. stefano · venerdì, 4 marzo 2016, 3:25 pm

    Avete scritto che grillo ha cambiato idea e non appoggia più i matrimoni e le adozioni gay.
    Ve lo siete inventato ed è falso.
    Tutti i telegiornali hanno dimostrato l’appoggio incondizionato alla cirinnà dei 5 stelle senza manco un emendamento e la pretesa di votare in aula la legge.
    E che il loro no è un rifiuto non alla legge bensi alla fiducia,che è stata posta per evitare di evidenziare una spaccatura del governo e per accusare i 5 stelle di avere rifiutato la legge.
    Che non ci arrivi il popolino ci sta,ma voi siete giornalisti,non avete scusanti.
    Siete intellettualmente disonesti.

    • fiorenza · venerdì, 4 marzo 2016, 3:26 pm

      Ma chettefrega credi davvero che lady dodi e gli altri pensionati qui dentro facciano parte del movimento? Sono solo ex leghisti megalomani e monomaniaci…tranne Daniele- ex rifondarolo.

    • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 3:36 pm

      E’ stato Di Battista alla lavagna a dire : il governo metta la fiducia e non chieda a noi i voti.
      Questo dopo la marcia indietro di Airola che aveva inviato (per conto di chi?! ) un sms in cui aveva fatto delle promesse “ufficiose” a nome di tutto il gruppo

      • Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:54 pm

        Gli avranno sottratto il telefonino per cinque minuti.

  8. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:16 pm

    Ce l’ha Wilson. Adottato.
    Ma a differenza di Vendfola non se l’è fabbricato. O meglio, non ha tentato di fabbricarselo.
    Adottare un bambino è una bella cosa.
    Ma il bambino c’è già.
    Ma è tanto difficile capire la differenza?

    • Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:23 pm

      Dal 1983 si è stabilito che al bambino serve la famiglia, non alla famiglia il bambino. È un principio di civiltà.

    • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 3:51 pm

      E allora perchè tiri in ballo il fatto che lo spermatozoo non è il suo ?
      Anche a me non piace quello che si è fatto tra l’altro, dopo di che Vendola si è preso un impegno e adesso è normale che provveda al bambino. O no?
      E’ come se l’avesse adottato più o meno. Ma ha un figlio, non è vero che non ce l’ha.

      E allora ti faccio un altro esempio
      Una coppia etero decide di ricorrere alla fecondazione eterologa (lo so che disapprovi, e pure io), e ha comunque un bambino grazie al seme di un altro uomo.
      Ora quel figlio è nato da un impegno comune della coppia , per quanto si possa disapprovare la pratica, e sarà cresciuto da entrambi. Ci siamo?

      Ti faccio una domanda. Il padre è quello che lo cresce o quello biologico ?

      E sarebbe normale fare una legge che consideri in qualche modo diversi i figli nati così facendo ricadere su di loro le scelte di altri ?
      Per esempio è normale che il padre che l’ha voluto poi non sia responsabile allo stesso modo di un altro padre se il seme non è suo?

      ——————–

      Faccio notare che Vendola ha fatto questa cosa in assenza di leggi sulle unioni civili e di stepchild.
      Cosa c’entra vietare le due cose ?

      • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 9:59 pm

        Ottimo ragionamento, Wilson.

  9. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:00 pm

    Wilson nemmeno qui nessuno sapeva che è l’ovulo che origina un figlio. O non approfondivano.
    Tutti a gridare ancora all’utero in affitto che è francamente il MENO.
    Anche lo spermatozoo conta naturalmente. Che nel caso in questione NON è quello di Vendola.
    Il quale, Vendola pertanto, figli non aveva e figli non ha.

    • Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 3:07 pm

      Tanto casino questo Vendola, per nulla!

    • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 3:10 pm

      Dodi, e allora ti faccio una domanda.
      Una coppia etero adotta un figlio
      Quella coppia ce l’ha un figlio o non ce l’ha ?
      Intendiamoci sul vocabolario allora.
      E se in base alla legge italiana una madre disconosce un figlio e questo è adottato da un’altra coppia etero , qual è la sua famiglia, e chi è la madre ?

      Se intendi figlio come figlio biologico, dici un’ovvietà.

      Il casino politico lo hanno fatto i 5 stelle: per due anni hanno fatto battaglie con le organizzazioni LGBT a favore della surrogata (che per me è utero in affitto).

  10. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 2:29 pm

    Ninna nanna ninna oh
    Questo Wilson a chi lo do?
    Lo daremo all’uomo nero che
    lo tiene un anno intero….
    Piantala Wilson che ti facciamo adottare da Testa Di.
    No, da Testa Ed.
    Pardon

    • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 10:05 pm

      Questa è davvero bella, complimenti!
      Testa De…

  11. LAVORATORI ? Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr! · venerdì, 4 marzo 2016, 2:13 pm

    Brasile, scandalo tangenti Petrobras:
    Arrestato l’ex presidente della Repubblica Brasiliana, Luiz Inacio Lula da Silva.

    Il colosso petrolifero statale PETROBRAS ha distribuito oltre 2 miliardi di dollari in mazzette a politici del Partito dei Lavoratori.
    04 marzo 2016

    Luiz Inacio Lula da Silva

    RIO DE JANEIRO. La polizia federale brasiliana, nella mattinata di venerdì 4 marzo, ha arrestato e perquisito la casa dell’ex presidente della Repubblica Brasiliana, Luiz Inacio Lula da Silva, a Sao Bernardo do Campo – nell’entroterra di San Paolo – nell’ambito dell’inchiesta sullo scandalo relativo alle tangenti Petrobras.

    “Ci sono elementi di prova che l’ex presidente Lula abbia ricevuto denaro proveniente da Petrobras”

    L’inchiesta prende il nome del colosso petrolifero statale che ha distribuito oltre 2 miliardi di dollari in mazzette a politici del Partito dei Lavoratori, di cui Lula è stato leader.
    L’ipotesi è che Lula, quando era alla guida del Paese, tra il 2003 e il 2010, abbia tratto benefici dallo schema corruttivo che vedeva al centro il colosso energetico brasiliano, ottenendo vantaggi per se stesso, il suo Partito dei Lavoratori, e anche per il suo governo.

  12. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 1:59 pm

    Solo pochi dei nostri, in un primo momento avevano capito come funziona la cosa.
    AD esempio che Vendola non ha avuto nessunissimo figlio.

    • Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 2:03 pm

      Quel bambino non ha niente di lui se un pezzo di carta in Italia non glielo accredita. Tanto valeva con quell’esborso adottare ( che vuol dire provvedere in tutto e per tutto,)ad un orfano vero. Ma si sa: loro amano cambiare i pannolini e dare le pappette!

      • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 3:03 pm

        Ah, scusa. Non avevo letto.
        Adottare non è concesso ai gay, semmai dare soldi a distanza.

        Adottare non significa dare soldi a distanza.

        Il fatto di non potere adottare comunque secondo me non giustifica quello che è a mio avviso un errore.

    • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 2:47 pm

      Vuoi dire che non avevano capito che con l’utero in affitto (che loro difendevano fino al 9 Febbraio 2016) nel caso di coppia gay il figlio era figlio naturale solo di uno?

      Che solo uno spermatozoo normalmente può fecondare un ovulo?

      Ma i genitori non hanno spiegato nulla a questi signori? Non sanno nulla dell’ovulo e credono ancora alla cicogna oltre che alle scie chimiche e alle palle magiche di Grillo (biowashball)? :)

      Certo che biologicamente il padre è sempre e solo uno, non può che essere così. Ma che c’entra col fatto che l’altro non può essere padre adottivo ?

      ————-

      Se si è contrari all’utero in affitto e lo si può impedire si presenta una legge.
      Loro hanno fatto il contrario , fino al 9 Febbraio 2016. Poi miracolosamente sono rinsaviti dicendo di no alla stepchild?
      Ma nei fatti così si dice di no alle tutele per il bambino, non all’utero in affitto!

      Dodi, io condivido la tua battaglia contro l’utero in affitto, e mi piace moltissimo la tua difesa appassionata contro la mercificazione del corpo della donna.

      Ma certo che il figlio è di Vendola, e di chi se no ?
      Chi adotta non ha delle responsabilità con l’adottato, l’adottato non è figlio suo ?
      E adottare cosa significa se non mettersi d’accordo prima con l’altro, prendersi delle responsabilità per il futuro e poi educare e prendersi cura entrambi del bambino?
      Se si adotta poi non si è padri?

      Il figlio è nato perchè entrambi Vendola e Testa si sono presentati in agenzia per fare quella cosa che entrambi disapproviamo. Se si fosse presentato solo Testa sarebbe stato impossibile per lui ottenere che un’altra gli partorisse un figlio e poi vi rinunciasse a beneficio di una coppia, questa cosa è riservata alle coppie.

      Per questa ragione in tutti gli stati a Vendola sono riconosciuti dei doveri, ora che hanno fatto la cosa

      Quel bimbo è nato perchè l’hanno deciso assieme. Tutti dicono che Vendola ci ha messo i soldi, ma questo vuol dire anche che per il futuro il figlio è a carico di entrambi, lo cresceranno assieme, gli cambiaranno entrambi il pannolino e gli racconteranno Cappuccetto Rosso (povero bambino!) . Dunque è figlio loro, di tutti e due alla pari.
      Non è invece figlio della madre biologica , che non ha voluto il bambino.
      A me Vendola sta cordialmente antipatico per un sacco di ragioni che esulano da questo.
      Mi sta proprio sulle scatole, non lo posso proprio vedere.
      Ma visto che è figlio suo adesso sarebbe bene che fosse responsabilizzato
      Dovrebbe essere obbligato a mantenerlo rinunciando a parte del suo ricco vitalizio anche se in fututo decidessero di lasciarsi.

      No?

      Poi, lo ripeto. Per me serve una legge se possibile sanzionare la cosa specialmente con riguardo a chi ricorre a donne provenienti da paesi in cui la donna è sfruttata e lo si fa per pochi soldi. Quello che è stato fatto non lo approvo , ma la cosa è indipendente. Anche per le coppie etero il discorso è analogo.

  13. Lady Dodi · venerdì, 4 marzo 2016, 1:27 pm

    Non so come ma nel 5 Stelle si fa quello che voglio io.
    Non lamentatevene perché sono buona e, dicono, non stupida.
    Del resto se deragliano li voto e sono fritti.
    Fine della discussione.

  14. Andrea · venerdì, 4 marzo 2016, 1:20 pm

    ora ci vorrebbe che IL PD votasse a favore di questa legge presentata dal mo’-vi-mento cinque ipocriti così loro non possono tirarsi indietro e sarebbe l’umiliazione finale di questo folle partito

  15. Andrea · venerdì, 4 marzo 2016, 1:18 pm

    ma è stato tutto spiegato di recente, nei server di casaleggio viene valutato l’andamento dell’opinione pubblica usando l’elettorato grillino come campione: ogni voto nei sondaggi di grillo e casaleggio crea statistiche su cosa “tira” e cosa “non piace” all’italiano medio, di pancia, quello che sbraita (il grillino medio appunto).
    In base a quello che tira, grillo e casaleggio decidono in che direzione deve andare il movimento, di volta in volta. Quindi è OVVIO che se cambia il vento, cambia il programma. Magari anche così velocemente da non rendere nemmeno possibile di mettere per iscritto cosa ne pensa il partito su una tematica. A quel punto si lascia libertà di coscienza, con la clausolina che un domani tutta questa libertà potrà essere usata contro di te (multa di 150 mila euro)

    • daniele- · venerdì, 4 marzo 2016, 4:12 pm

      ma i parlamentari non hanno il dovere, in un sistema democratico, di esprimere le idee e i voleri di chi li ha eletti?
      o pensi che non dovrebbe essere così!

      • Andrea Z. · venerdì, 4 marzo 2016, 7:58 pm

        penso di no.
        non sono robot, le idee le devono proporre anche loro, anzi qualche idea la devono proporre anche PRIMA di essere eletti, così so per quale motivo dovrei eleggerli. Sulle unioni civili, stepchild, immigrazione, cosa hanno proposto i cinquestelle PRIMA

      • Andrea Z. · venerdì, 4 marzo 2016, 7:59 pm

        penso di no.
        non sono robot, le idee le devono proporre anche loro, anzi qualche idea la devono proporre anche PRIMA di essere eletti, così so per quale motivo dovrei eleggerli. Sulle unioni civili, stepchild, immigrazione, cosa hanno proposto i cinquestelle PRIMA di essere votati? avevano idee chiare?

  16. zarafa · venerdì, 4 marzo 2016, 1:15 pm

    L’utero in affitto è pratica preistorica: la Marzano ha pubblicato una notizia bomba! Sì possono acquistare su un sito di Palo alto embrioni surgelati di cui vengono dettagliatamente descritte caratteristiche fisiche e potenzialità e relativi prezzi. L’embrione verrà recapitato al proprietario in speciale borsa frigo e potrà essere scongelato nel microonde, dopodiché inserito in speciale ventre meccanico che fa parte del kit. Se ne paghi uno in contanti, ne prendi due, ma garantiscono solo sulla perfezione del primo.

    • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 2:02 pm

      Anch’io sono contrario. Ma questo vuol dire che la Russia di Putin è alla preistoria?
      Airola dice: non ci scandalizziamo se le donne si vendono i bambini in quanto schiave. Ci scandalizziamo con chi se li compra.

      Non ho capito bene: chi compra la prestazione e la rinuncia ai diritti sul bimbo (non il bambino, che non è una merce) non farebbe nulla di male se la donna è sfruttata e lo fa in quanto schiava ?

      • daniele- · venerdì, 4 marzo 2016, 4:08 pm

        ti spiego io cosa voleva dire airola: se nessuno comperasse i figli partoriti da una gestazione surrogata nessuna donna si presterebbe a questa pratica;
        non mi sembra tanto difficile.

      • Andrea Z. · venerdì, 4 marzo 2016, 8:04 pm

        ma non è meglio comprarlo, un bambino, da una donna che è e rimarrà per sempre povera e “schiava”?
        quando andai in vacanza in india, regalammo qualche vestito a una donna con bambini appresso… sai cosa ci disse? prendetevene uno vi prego, almeno gli regalate un futuro. Potendo permettermelo lo avrei fatto volentieri.

      • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 10:07 pm

        Le americane che lo fanno non sono affatto schiave! E’ che per soldi si farebbe tutto! Per questo io sostengo, ci paghino almeno le tasse!

    • fiorenza · venerdì, 4 marzo 2016, 4:06 pm

      Ma che cazzata…

    • L'ultimo degli incaZZ · venerdì, 4 marzo 2016, 10:06 pm

      E se il secondo non è perfetto? Lo getti nella spazzatura o lo ricicli sottobanco alle mense della Caritas?

  17. Monte dei Pascoli di Siena · venerdì, 4 marzo 2016, 12:25 pm

    Mi aggancio al tuo messaggio perchè hai citato la Dott.ssa Marzano! Ho letto anche io l’articolo pubblicato sul blog di Gad! Sono delle parole allucinate! E su questa falsa riga prosegue, con la spada meno affilata la cara Concita! Che conclude il suo articolo, parlando del figlio di Nikky ed Eddy: ” E se sia giusto o sbagliato non possiamo dirlo al posto di altri! Certo non possiamo farlo al posto di Tobia, che eè senz’altro benvenuto nel mondo. Potremmo chiederglelo quando sarà grande, se avremo la pazienza di aspettare.Pensa che sorpresa fra vent’anni con un sorriso, rispondesse, mah dipende.”

    Ecco sono molto d’accordo sul “mah”…..

  18. wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 12:18 pm

    Non avete mai fatto nessuna protesta per il 90% di coppie eterosessuali che vanno a comprarseli in Russia e non avete mai detto una parola in quest’aula, non vi siete mai indignati.
    Non vi indignate perchè esistono degli schiavi, vi indignate perchè gli schiavi si vendono i figli, è questo il problema.
    E se se li compra una famiglia naturale va bene lo stesso
    .

    Non secoli fa. Non anni fa.
    09 Febbraio 2016.

    E si presume che l’intervento in aula fosse a nome di tutto il movimento 5 stelle, non si parla a titolo personale, ma dopo aver concordato le cose da dire coi colleghi e anche coi vertici. Questo a maggior ragione in un moVimento in cui si dice che il deputato non esprime posizioni personali

    Il 09 Febbraio dunque le posizioni del moVimento erano queste.
    Poi quelle posizioni si sono moVimentate, e oggi quelle di Di Maio copiano quelle della destra alfaniana

    • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 12:24 pm

      Sembra uno scherzo, pare impossibile.
      Eccolo qui il documento.

      Fonte :

      https://www.youtube.com/watch?v=5eXv6XARnHo

      Minuto 10:06 e seguenti

    • daniele- · venerdì, 4 marzo 2016, 12:25 pm

      mi risulta che il ***** aveva lasciato libertà di coscienza sulle adozioni;
      quindi non vedo il problema, ognuno è libero di pensarla come vuole.
      i senatori *****, salvo tre o quattro, avevano dichiarato di essere a favore dell’art 5 della legge cirinnà ma non è stato loro permesso di votare;
      il cantastorie ha preferito abbuiare tutto e passare alla fiducia cercando di addossare la colpa del fallimento al movimento:
      operazione fallita!

    • picodepaperis · venerdì, 4 marzo 2016, 12:35 pm

      Si sowno rei conto kche questa porcata è
      rifiutata dalla maggior parte dei loro votanti.
      Punto.

      p.s.
      mollichino guarda un po’ quali altri disegni di legge presentati dai 5 Stelle giacciono nei casseti.
      Magari a te e Lerner Gad non piacciono.
      Poi dimmi qualcosa…

      p.p.s.
      Faraone V A F F A N C U L O !!!

      • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 2:07 pm

        Ah, ecco. Ma non era il Pd accusato di cambiare idea all’ultimo ?

  19. wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 11:56 am

    Oh!
    Finalmente. E’ venuto fuori e se ne discute. Grazie Andrea Mollica.

    Aggiungo che Airola aveva fatto dichiarazioni a sostegno della maternità surrogata giusto nell’intervento precedente a quello relativo alla marcia indietro.

    Quanto a Di Maio ad Avvenire aveva detto che non fosse punibile in alcun modo quello che si faceva all’estero, e in ogni caso che la stepchild adoption non c’entrava assolutamente nulla con l’utero in affitto o con la surrogata (per me sono sinonimi).

    Airola aveva detto più o meno così ai parlamentari riuniti:

    Siete indecenti. Non vi scandalizzate del fatto che ci sono le schiave che si vendono i figli. Vi scandalizzate perchè c’è chi se li compra.

    E questo pochissimi giorni prima della marcia indietro e delle esternazioni di Grillo su Vendola (che comunque ha pagato profumatamente una donna del tutto consenziente che vive in Canada, non ha usato una donna sfruttata di un paese povero).

    Poi c’è quella legge, firmata da lui, dalla Lezzi, da Buccarella, e da altri 15.
    Nel 2013.
    Per mettere in difficoltà Bersani?
    E le dichiarazioni precedenti erano per prendere i voti di chi vota SEL ?

    E’ giusto presentare a questi signori il conto dei loro tatticismi.

    Più tardi vado a pescare il video di Airola e riporto le parole esatte. Il senso era quello.

    • daniele- · venerdì, 4 marzo 2016, 12:08 pm

      a proposito di cambiamenti di opinione:
      se vuoi divertirti ancora di più vai a cercarti le dichiarazioni del cantastorie di qualche anno fa e vedrai che risate!
      in politica tutto è in evoluzione.

      • wilson · venerdì, 4 marzo 2016, 12:20 pm

        Ma dal 09 al 10 Febbraio?
        Va bene, ma poi non dite che siete credibili pretendendo fiducia!

  20. tsè · venerdì, 4 marzo 2016, 11:50 am

    Ci sono problemi etici che finora sono stati affrontati in un’ottica più liberista che libertaria – vedi Marzano, tecnica come liberazione dal corpo – ma c’è anche un opportunismo cinquestellino: tenere unita un’area elettorale che ribellista ma eterogenea.

    Mancano ovunque l’onestà intellettuale e l’autonomia necessarie ad affrontare il nuovo mondo che si dischiude, a fondare le idee che guidino un rinascimento che è nelle possibilità ancora inespresse della tecnica.

    Matrimonio come forma di relazione stabile per tutti va benissimo, ma la capacità di generare è solo delle donne: utero per tutti è patetico.

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.