Dichiarazione (inventata) dell’onorevole Valeria Valente sulle elezioni primarie di Napoli

martedì, 8 marzo 2016

Apprendo con stupore e rammarico che alcuni miei sostenitori, a mia totale insaputa, domenica scorsa davanti ai seggi hanno offerto un rimborso spese a vari cittadini, sollecitandoli a votare il mio nome. Avendo io condotto in piena lealtà la campagna elettorale delle primarie, confrontandomi con un candidato che godeva di una popolarità di gran lunga maggiore della mia, mantengo la convinzione di averlo sconfitto politicamente. Ma poiché non mi risulterebbe sopportabile anche solo il dubbio che quei pochi voti finanziati possano essere risultati determinanti ai fini della mia vittoria su Antonio Bassolino, nel condannare l’inqualificabile e mai richiesto comportamento di quei pochi sostenitori, ho deciso di rinunciare spontaneamente all’incarico di candidata sindaca di Napoli che ho avuto l’onore di ricevere dagli elettori. Con questo mio gesto voglio prevenire qualsivoglia ricorso e/o indagine della magistratura che macchierebbe non solo la mia onorabilità ma anche la credibilità del centrosinistra partenopeo. Ringrazio tutti coloro che mi hanno votato. Continuerò il mio servizio per la città nella veste di deputata della Repubblica.

Valeria Valente (questa dichiarazione, sia ben chiaro, è inventata)

229 Commenti

  1. tsè · martedì, 8 marzo 2016, 3:59 pm

    Il distributore di euro è un consigliere comunale piddí, bassoliniano, che ancora un mese fa ha firmato per sostenere la presentazione di Bassolino alle primarie.

    Se il filmato è una provocazione si è prestato in vantaggio del suo vero referente; se è autentico la noncuranza con cui si muove fa capire che quella è la prassi consueta ora come in passato.

    Meglio che Bassolino si taccia, in ogni caso.

    • tsè · martedì, 8 marzo 2016, 4:33 pm

      Antonio Borriello nasce a Napoli nel 1956.

      Tecnico della ASL, si iscrive giovanissimo, nel 1973, al Partito Comunista, partecipando attivamente alle grandi battaglie per i diritti civili e diventando nel 1977 segretario della sezione del PCI.

      Nel 1983 diviene membro del Comitato Federale del PCI napoletano.

      Nel 1991 aderisce al PDS (poi DS), entrando a far parte della Direzione provinciale del partito, mentre l’anno successivo diventa coordinatore a S. Giovanni a Teduccio.

      Dal 2001 al 2006 è presidente del Consiglio circoscrizionale di S. Giovanni, candidandosi, nel 2005, alle elezioni regionali nelle liste DS, competizione nella quale raccoglie circa 7000 consensi.

      Nel 2006 viene eletto consigliere comunale nelle liste DS. Membro della Direzione regionale e provinciale del partito, è stato rieletto nel 2011 con il Pd.

      • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 6:13 pm

        Borriello uno e trino?? Si è diviso tra i seggi di Scampia, Piscinola, San Giovanni e Teduccio? Le telecamere nascoste erano in tutti quei seggi. Pare che Borriello non fosse solo ma in buona compagnia, la Repubblica.it fa altri nomi, e cita anche scrutatore che esce dal seggio e mostra lista votanti ad un uomo in auto. Qualcosa di più di un comportamento di un singolo. La procura di Napoli apre fascicolo anche se forse inutilmente, visto che non c’è reato laddove manca regolamentazione, ma la figura non è delle migliori.

      • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 6:51 pm

        E tengo a dire, che non sono per Bassolino.

    • bruno d · martedì, 8 marzo 2016, 8:06 pm

      Bassolino è servito solo per tirare come si dice in gergo ciclistico la volata allo sconosciuto di turno,
      non ha la faccia del fesso.

  2. Jacopo · martedì, 8 marzo 2016, 3:34 pm

    Ci sono due errori di fondo nella dichiarazione (inventata).

    1) “alcuni miei sostenitori, a mia totale insaputa, domenica scorsa davanti ai seggi hanno offerto un rimborso spese a vari cittadini, sollecitandoli a votare il mio nome”
    quindi c’è un qualche candido convinto che la Valente non sapesse che i suoi sgherri (o meglio, quelli che davvero dirigono il gioco) giravano per napoli allungando pochi spiccioli ai passanti per votarla?

    2)”mantengo la convinzione di averlo sconfitto politicamente. Ma poiché non mi risulterebbe sopportabile anche solo il dubbio che quei pochi voti finanziati possano essere risultati determinanti ai fini della mia vittoria su Antonio Bassolino, nel condannare l’inqualificabile e mai richiesto comportamento di quei pochi sostenitori, ho deciso di rinunciare spontaneamente all’incarico di candidata sindaca di Napoli che ho avuto l’onore di ricevere dagli elettori”
    Anche qui abbonda il candore, per così dire.
    La Valente ha vinto per un pugno di voti.
    Dunque: o i voti comprati sono stati, che so, una decina, e sfortuna (o fortuna) ha voluto che ci fosse una telecamera appostata proprio lì, a riprendere il fattaccio, oppure, la disgustosa compravendita ha spostato in modo decisivo l’ago della bilancia verso la Valente.

    P.S. Se poi uno è iscritto al pd, questo pd, lamenntarsene e restare dentro risulta se possibile ancora più insopportabile che restare dentro ed esserne contenti…

    • wilson · martedì, 8 marzo 2016, 4:16 pm

      Stai commentando una dichiarazione inventata (vedi ultime righe).
      Per fortuna che la Valente stupida non è.

      Gli sgherri, quelli che tu chiami così, sono convinti bassoliniani diventati sostenitori della Valente all’ultimo.
      Però a tutti andavano bene quando stavano con Bassolino, e non si chiede nemmeno un’azione contro di loro, ma contro la Valente (che ha avuto il torto di visitare i seggi e augurare buon lavoro).

      Quelli che hanno fatto lo “scoop” poi sono stati convinti sostenitori di De Magistris, le telecamere non erano certo lì per caso.

      Cosa voglio dire? Chiaro che chi ha sbagliato deve pagare (e magari essere espulso dal pd) ma non mi bastano assolutamente episodi isolati di questo tipo per invalidare un risultato.
      altrimenti chiunque potrebbe far finta di sostenere un candidato, farsi filmare mentre dà soldi e invita a votarlo, perchè l’altro possa tirare fuori poi il sospetto di brogli e chiedere di ripterle in caso sconfitta.
      Se c’è uno scostamento significativo ha senso, altrimenti no.
      Non tenere conto del fatto che il divario è enorme, e che un sacco di persone in più sono andate a votare per la Valente significherebbe non rispettare quel voto.

      Quanto alle tue accuse alla Valente o c’è qualcosa che riguarda lei , o stiamo parlando di nulla.

      Si invalidano quei voti contestati, si fanno i calcoli , e siccome lo scarto è enorme si dà la Vittoria chi ce l’ha.
      Parliamo di una decina di casi? Lo scarto è di 500.
      Gli ex bassoliniani che hanno offerto un euro o che hanno indicato chi votare si caccino dal Pd.

      Sono d’accordo con l’ultima cosa che hai detto. Dunque Bassolino può fare le valige.
      Ma subito!

      • Jacopo · mercoledì, 9 marzo 2016, 11:56 am

        episodi isolati?
        non lo sono, per niente.
        non per quanto riguarda la singola elezione, perchè visto lo scarto minimo fra la vincitrice e il secondo arrivato è molto probabile, quasi certo, che quei voti comprati siano stati decisivi nel determinare il risultato finale.
        non sono episodi isolati nemmeno per quanto riguarda le primarie in generale.
        è già successo che questo tipo di competizione, specie a livello locale, sia stata inquinata, talvolta in modo decisivo, da episodi di questo tipo.
        succese già a napoli alla precedete tornata (e bersani annullò tutto).
        il fenomeno si è poi intensificato con l’avvento di renzi (o immediatamente prima che diventasse segretario) fino a diventare sistematico: roma (anche se marino vinse le primarie a larga maggioranza) la liguria (irregolarità decisive per far vincere l’invotabile paita), milano, infine ancora napoli (anche qui irregolarità probabilmente decisive); e parlo dei casi che mi vengono in mente, quelli più noti.
        da notare inoltre che le irregolarità sono sempre capitate, guarda caso, a favore dei candidati renziani.

        il fatto poi che i sostenitori della valente fossero bassoliniani fino a un quarto d’ora prima e un quarto d’ora dopo siano improvvisamente diventati renziani aggrava semmai la situazione (lungi da me difendere bassolino), mostrando un’altra volta (l’ennesima, ormai) la vera cifra della “rottamazione” renziana.
        nè, infine, si può sminuire la cosa perchè quelli che hanno ripreso sono “convinti sostenitori di de magistris”. embè? i casi sono due: o hanno detto il falso, oppure (ma su questo è persino ridicolo discutere) hanno documentato un fatto vero e di estrema gravità.
        sapevano che cos’è il pd, sapevano che ci sarebbero state rberie, sapevano chi sono i dirigenti e, mi dispiace ammetterlo, ormai anche gli elettori, si sono appostati presso qualche seggio e sono andati a colpo sicuro…

  3. sandro · martedì, 8 marzo 2016, 3:07 pm

    Invece a Napoli l’arancione trionferà ancora… E dopo lo spettacolo (bis) di domenica ogni residuo dubbio si è dissolto. :-)

  4. nino · martedì, 8 marzo 2016, 3:06 pm

    non si capisce perchè la valente dovrebbe rinunciare alla candidatura a sindaco, solo perchè alcuni suoi amici hanno misericordiosamente dato 1 euro alle persone bisognose, che senza non avrebbero potuto votare. Non c’è inoltre la prova che i beneficiati abbiano votato la valente. Infine bassolino può far paura a de magistris, la valente nemmeno un po’.

    • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 3:46 pm

      1 euro alle persone bisognose? In quale modo giudicano chi sia bisognoso e chi no? E poi dai video si vedeva che il loro scopo fosse quello di indirizzare il voto verso un nome.. a uno dicevano ” vedi devi mettere il voto qui.. (indicando il tabellone)”, e poi forse avendo poca stima del loro interlocutore.. “vedi.. devi votare Valeria Valente.. è l’unica donna..” (ma va? Non lo capiva da solo???), fosse stato gesto fine a se stesso, non avrebbero indotto persone a votare Tizio piuttosto che Caio.. ho visto anche addetti ai seggi, uscire per strada e tampinare gente in auto in sosta.. manco i testimoni di Geova sono messi così..ma per favore.. ma dove vi attaccate? A difendere l’indifendibile. Procura di Napoli intanto ha aperto fascicolo. Io non tifo per Bassolino, che Dio ce ne scampi e liberi.. ma mi sa che qui, il più pulito c’ha la rogna. Si levi un velo pietoso sull’intera questione. Comunque forse ti è sfuggito che la dichiarazione fosse inventata.. ma figuriamoci, se emerge uno slancio di dignità da sta gente. Puah..

      • wilson · martedì, 8 marzo 2016, 4:41 pm

        Ecco, appunto. Puzza di costruito.

      • wilson · martedì, 8 marzo 2016, 4:43 pm

        Quanto sono questi voti? Pochi?

        Bassolino chieda l’espulsione dal partito dei suoi amichetti che invitavano a votare per la Valente.

        Il risultato finale però non cambia.

      • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 6:01 pm

        Ce lo dirà la procura di Napoli, vista l’pertura fascicolo..
        Intanto, su Repubblica.it non si parla di un seggio, ma di quelli più caldi, ovvero: Scampia, Piscinola, San Giovanni e Teduccio.
        Borriello non è l’unico coinvolto, si parla di capogruppo PD sesta municipalità, Gennaro Cierro, un senatore PD Enzo Cuomo che presidiava seggio a San Giovanni e non manca uno scrutatore che esce dal seggio e mostra un elenco di votanti ad un uomo in auto.
        Oltre a questo, in molti seggi ci sono state lamentele perché la tecnologia che doveva garantire il controllo ed evitare il “fenomeno” delle votazioni multiple, non funzionava.
        La cosa che mi fa più incaxxare è che Bassolino ricorrerà e avrà buone possibilità di spuntarla alla fine.

    • Aliseo · mercoledì, 9 marzo 2016, 2:59 am

      Chioso “candidatura a SINDACA”.Oggi bisogna chiamarla così.
      Domani a p.zza del popolo ci sarà invece una manifestazione per la festa dell’uomo. Molto arrabbiati in particolare alcuni professionisti che rivendicano il diritto di chiamarsi “astronauto” , “psichiatro”, “commercialisto”. Disorientata la categoria degli infermieri, dei contabili e dei manager: i primi due vorrebbero declinarsi al maschile come infermiero o contabilo mentre il terzo lamenta l’assoluta assenza della vocale finale che rende impreciso e non chiaro il genere. Molto meglio in questo caso declinare la professione di managèro e di managèra esattamente come “Ceo” e “Cea”. Per forza le aziende (da intendersi come aziendo e azienda a seconda della proprietà) non riescono a stare sul mercato e falliscono, con questa confusione interna di ruoli e di generi…come potrebbero?

      • Aliseo · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:10 am

        P.S. I media stanno dando grande risalto e pubblicizzano in prima pagina la manifestazione di domani perchè i giornalisti hanno lo stesso problema da risolvere e ciascuno di loro vorrebbe essere chiamato “giornalisto”.

  5. zarafa · martedì, 8 marzo 2016, 3:03 pm

    Questo è il nuovo pd che avanza: dal pacco di pasta , dalla scarpa avanguardia del resto che verrà a elezioni vinte, si è passati all’obolo di 1 euro (a Milano sarebbero stati 2).
    Io ho deciso di mettere a disposizione la greppia milanese a un nuovo partito, quello di Passera. Voglio metterlo alla prova

  6. GiulianoFornari · martedì, 8 marzo 2016, 2:55 pm

    Caro Gad, sei capace di berti tutto, perfino uno scoop tanto sfacciatamente costruito !
    La Valente non ha nulla a che vedere con quel video, rifletti sul sempre valido ” cui prodest ? ” e ti renderai conto che la mente geniale che lo ha organizzato puntava a delegittimare il risultato delle primarie o più modestamente a crearsi una giustificazione alla sconfitta subita.

  7. 8 Marzo · martedì, 8 marzo 2016, 2:42 pm

    Boldrini : Oggi Bandiere a mezz’asta per i femminicidi
    ————————————————-
    Facci , dalle mimose ai crisantemi !

  8. Marco Mytwocents · martedì, 8 marzo 2016, 2:36 pm

    Eh Già.. così la prossima volta sappiamo come fare per togliere dalle scatole un candidato che ci sta sulle balle.

    Un paio di figuranti e uno smartphone…

    Bah.

    • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 3:54 pm

      I figuranti di domenica evidentemente hanno doppio lavoro.. visto che sono principalmente consiglieri amministrativi consiglieri comunali.. sono individuabili per nome, cognome. Chiedetelo a loro se hanno ordito un “gomblotto”..

      • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 4:04 pm

        Con tutto, che non mi entusiasma il fatto che Bassolino ora possa fare ricorso.. a Napoli c’è l’imbarazzo della non scelta..

      • Marco Mytwocents · martedì, 8 marzo 2016, 4:28 pm

        La mia era in prospettiva, per il futuro. Nel caso specifico non mi unisco alla canea prima che siano chiarite le responsabilità.

        Comunque visto che oramai le primarie servono solo a cercare cinesi o altri, anche da gente che fino a ieri le voleva fare anche per scegliere il colore delle tende (patetici), non facciamole più e amen.
        (personalmente ero contrario anche prima)

      • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 5:24 pm

        Forse basterebbe regolamentarle, e definitivamente, altrimenti sono farse. Cantone dice che non c’è reato proprio perché non ci sono regole.. ha be’.. abbiamo trovato come azzerare ogni polemica. In ogni caso, la procura di Napoli ha aperto fascicolo, a sto punto, mi domando a che serva. Le primarie hanno i difetti delle vecchie nomine dall’alto, con l’aggravante della presa per il culo.
        Se non si regolamentano, ma che lascino perdere.

      • Marco Mytwocents · martedì, 8 marzo 2016, 6:03 pm

        Regolamentarle significa fare una legge.

        Fare le primarie con la massima trasparenza e controllo significa una organizzazione come alle elezioni: nessun partito può permetterselo.

        Altrimenti si prendono per quel che sono: un grande sondaggio partecipato con tutti i rischi che comporta.

      • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 6:09 pm

        Sondaggio partecipato spesso farlocco, che però porta a candidature vere. Ribadisco, allora se non si regolamentano che si lasci perdere sta pantomima.

      • Marco Mytwocents · martedì, 8 marzo 2016, 6:36 pm

        Le candidature sono candidature e non comportano l’elezione.

        quindi un partito può benissimo decidere di scegliere il suo candidato come meglio crede (fino a quando non ci sarà una regolamentazione precisa)

        Ai Grillini bastano 1700 clic degli iscritti a un blog per tirare fuori un candidato sindaco ( parliamo di un partito che è al 25%)

      • Puah.. · martedì, 8 marzo 2016, 6:48 pm

        Mica tutti gli elettori di un partito sono iscritti. Su cosa siano le primarie non serviva lezione, lo sappiamo che servano solo a far uscire candidato di un partito, e quindi? Affinché abbiano un senso siano serie, diversamente, se ne può fare anche a meno. Mi pare semplice buon senso.

  9. 8 Marzo · martedì, 8 marzo 2016, 2:33 pm

    Ma questi del Pd so proprio ridicoli .
    A Napoli persino le tragedie finiscono in farsa
    Figuriamoci le fantomatiche primarie

  10. Quattro · martedì, 8 marzo 2016, 2:29 pm

    I Renziani
    NON hanno Invenzione
    ma ben altro

  11. Julio · martedì, 8 marzo 2016, 2:24 pm

    Le dimissioni tempestive fanno bene alla salute dei partiti, e anche a quella delle persone. Il PD sembra che abbia dimenticato questo principio ma che cosa possiamo aspettarci da un partito che ammette la militanza dei cuffariani, che scende ripetutamente a patti che snaturano la propria identità politica (Berlusconi, Verdini), che se ne frega della democrazia quando vuole e se ne fa un vanto quando lo trova conveniente?

  12. 8 Marzo · martedì, 8 marzo 2016, 2:17 pm

    la camorra a Napoli
    Votate la femmina
    —————————————-
    Loro si che rispettano la festa della donna .

  13. tsè · martedì, 8 marzo 2016, 2:07 pm

    a Milano l’arancione ha perso perché ha stufato, punto.

    ha stufato la comunità cinese, che ne ha approfittato per ribadirlo, ed ha stufato chi non appartiene alle categorie protette dal clientelismo arancione.

    • Ivano · martedì, 8 marzo 2016, 5:09 pm

      A Milano come mai Pisapia all’ultimo ha tirato fuori dal cappello la sua amica Balzani di consiglio? forse per togliere voti a Majorino, da tempo candidatosi? Infatti dopo le primarie “cinesi” ha detto… e adesso lavoriamo con Sala per Milano. O forse il dopo Expo-mangiasoldi gli faceva paura?

  14. salvatore · martedì, 8 marzo 2016, 1:36 pm

    E prima in Liguria e poi a Milano con le mandorle e le destre in qualche modo assoldate. Adesso a Napoli vedo anno operato anche sulla scia di Scajola… manco lei sapeva niente! Questa e le altre riferite in esordio tuttavia NON solo rappresentano questa donna, ma ben chiarisce questo nuovo PD. Il partito di Renzi senza faccia e senza morale. Quest’uomo lo rappresentavo come un ciarlatano della risma di Berlusconi. Credo di Dover aggiustare il tiro, questo individuo è peggiore del condannato in tutti i sensi e anche più scaltro. Prima o poi scivolerà. Chissà!? Sarà a Ottobre?

    • Mastro Titta · martedì, 8 marzo 2016, 1:40 pm

      Sarai credibile quando utilizzi bene le h!

      • pinpon · mercoledì, 9 marzo 2016, 12:57 am

        Mastro Titta · martedì, 8 marzo 2016, 1:40 pm
        Sarai credibile quando utilizzi bene le h!

        ……………………
        sarai ancora piu’credibile quando utilizzerai il futuro semplice

  15. Mastro Titta · martedì, 8 marzo 2016, 1:30 pm

    Qualcuno puó andare a recuperare il post su Bassolino fatto da Lerner…lo scorso anno o quello prima? Dai che ci facciamo due ghignatem

    • wilson · martedì, 8 marzo 2016, 3:31 pm

      Son curioso.

  16. tsè · martedì, 8 marzo 2016, 1:26 pm

    maccerto, un Bassoliniano che ha firmato per la presentazione di Bassolino alle primarie, che ha cambiato cavallo a pochi giorni dalle votazioni, si fa beccare a indirizzare gli elettori giusto davanti al seggio (ma vedi) e Valente dovrebbe perciò lasciare il passo a Bassolino …

    (tammuriata)

  17. GIULIO CESARE · martedì, 8 marzo 2016, 1:10 pm

    Ieri il PATAKKARO scriveva:
    Il bello delle primarie è che a sinistra restano insopprimibili.

    Oggi, scoppia un’altra guerra intestina sulle primarie farsa dei rossi, con dichiarazioni, controdichiarazioni, brogli, lotte di potere, skifezze varie, come sempre.
    E’ impossibile trovare qualcosa di peggiore di queste ZEKKE ROSSE in questo paese.

    KE SKIFO ‘STI KOMUNISTI

    Giulio Cesare

  18. Francesco · martedì, 8 marzo 2016, 1:09 pm

    Lo scritto è commendevole ma che un’esponente del PD parli di lealtà e credibilità è fuori dall’ambito del reale.

  19. Giuseppe Torchia · martedì, 8 marzo 2016, 1:03 pm

    … ma basso?ino… attaccato alla poltrona peggio dei peggiori democristiani…

  20. wilson · martedì, 8 marzo 2016, 1:02 pm

    Ma sei così amico di Bassolino da abbassarti fino a questo punto?

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.