L’Europa-moncherino: disposta a amputarsi le gambe pur di respingere i profughi

mercoledì, 9 marzo 2016

E’ di ieri la notizia che anche la Slovenia e la Serbia hanno deciso di chiudere le loro frontiere. Questo articolo è uscito su “Nigrizia”.

Apprendiamo che di qui all’estate l’Unione Europea potrebbe decidere di tagliarsi una gamba, in seguito a una frettolosa diagnosi di cancrena.
Non sono impazzito. Sto solo traducendo in linguaggio pseudo-sanitario le diciotto cartelle del documento della Commissione di Bruxelles con cui si danno tre mesi di tempo al governo greco per ottemperare al diktat comunitario in materia di profughi.
Queste le principali richieste: riprendersi, in applicazione dell’accordo di Dublino sul paese di primo approdo, le centinaia di migliaia di profughi transitati dalla Grecia che poi hanno raggiunto varie nazioni del nord Europa; impiantare sul suolo ellenico grandi centri di raccolta e identificazione; sigillare la frontiera con la Macedonia per interromperne il flusso.
In contropartita l’Ue garantirebbe al governo Tsipras il supporto finanziario e il dispiegamento di una forza di polizia comunitaria.
La realizzabilità di un tale piano d’azione appare poco verosimile anche a chi lo propone, tanto è vero che già si pianifica in alternativa una misura drastica: escludere la Grecia dall’area Schengen. Tagliarla fuori, appunto. Decretare che questa storica regione sud-orientale del continente, culla della sua più antica civiltà, è ormai affetta da un’inguaribile cancrena dovuta alla sua posizione geografica. Il flusso ininterrotto dei migranti dalla Turchia rappresenterebbe un’insidia velenosa di tale pericolosità per l’insieme dell’organismo, da rendere necessario una dolorosa operazione chirurgica di amputazione.
Al di là di ogni considerazione di ordine morale, intravedo in questo approccio al fenomeno migratorio, fondato quasi esclusivamente sull’istinto del respingimento, una sorta di “cupio dissolvi”, inconsciamente autolesionistico.
Non a caso i paesi del gruppo di Visegrad (Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia) che si oppongono alle direttive comunitarie in materia di ripartizione per quote dei profughi, hanno già pianificato di bruciare i tempi. Per conto loro, programmano accordi con la Macedonia e la Bulgaria per realizzare un blocco militare della cosiddetta “rotta balcanica”. Se poi i migranti siriani e iracheni escogiteranno transiti alternativi, magari passando dall’Albania o ripiegando nuovamente verso il nord Africa per attraversare il Canale di Sicilia, questo a loro non interessa.
Le conseguenze di una tale iniqua scelta di amputazione oggi minacciata nei confronti della Grecia, sono facilmente intuibili. Sul medio periodo, chi si dispone a tagliare fuori dall’area Schengen l’arto sinistro di un continente affacciato sul Mediterraneo, non può che contemplare successivamente l’eventualità di amputarsi, se necessario, pure l’arto destro. Cioè l’Italia.
Pensiamo davvero di poter vivere in pace riducendo il vecchio continente a un moncherino? O non è ragionevole piuttosto prevedere che questo sia solo l’avvio di un processo autolesionistico di disintegrazione?

213 Commenti

  1. Lady Dodi · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:17 pm

    Bruno, hai visto piuttosto ieri sera quel film “Venuto al mondo”?
    Capito come va a finire con l’utero in affitto?
    Altro che ste fregnacce sui migranti incivili!

    • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 5:01 pm

      Io, ieri sera, ho spento la tv: basta fregnacce.
      Da oggi in poi, solo film porno, ma di qualità.
      Sempre meglio della porno-politica.

  2. sputniknews · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:16 pm

    Presidente dell’Egitto Abdel Fattah al-Sisi.Prove di guerra nel Mediterraneo, al via l’esercitazione franco-egiziana Ramses 2016
    © REUTERS/ Philippe Wojazer
    MONDO
    16:03 09.03.2016
    L’obiettivo dei test navali è quello di mettere a punto strategie e procedure standard tra i due alleati in caso di conflitto. Inoltre lo Stato Maggiore della difesa di el Cairo avrà in queste ore la possibilità di testare pienamente le potenzialità dei mezzi acquistati di recente da Parigi.

    Il generale e attualmente Capo dello Stato egiziano Abdel Fatah al-Sisi l’aveva dichiarato, come riportato ieri anche da Sputnik, che l’esercito e in generale le forze armate nazionali erano pronte a fronteggiare ogni evenienza. Ebbene l’esercitazione Ramses 2016, sebbene pianificata da tempo, sembra andare proprio nella direzione auspicata dal massimo rappresentante egiziano: dimostrare ad amici e soprattutto nemici che la capacità operativa dell’esercito con l’aquila del Saladino è più alta che mai.

    Secondo quanto riportato dai media di settore, lo Stato Maggiore della Marina egiziana ha deciso di testare proprio per l’occasione le apparecchiature acquistate di recente dall’Eliseo.

    “Per questa esercitazione — ha affermato poche ore fa il maggiore Mohammed Samir, portavoce dell’esercito egiziano —, abbiamo deciso di utilizzare sia unità di superficie della nostra marina e velivoli aerei, di concerto con i nostri partner transalpini, che utilizzano le stesse apparecchiature”.

    Le unità navali impiegate in Ramses 2016 stanno incrociando nelle acque antistanti la storica città di Alessandria d’Egitto, e il programma di esercitazione proseguirà per alcuni giorni. Prevista anche la partecipazione degli aerei da combattimento francesi Dassault Rafale, considerati tra i migliori velivoli da combattimento in circolazione, e acquistati di recente da el Cairo. L’esercitazione Ramses 2016, tuttavia, non è la prima del suo genere, poiché due anni fa si tenne l’omologa Cleopatra 2014. La particolarità di quest’anno è che per la prima volta vi prende parte anche la portaerei francese Charles De Gaulle.

    Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/mondo/20160309/2239545/esercitazioni-franco-egiziani-ramses-2016.html#ixzz42Q5mV8W5

  3. Enzo P. · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:12 pm

    “Il rischio di chi non conosce è quello di non riconoscere – ad esempio le nuove forme in cui l’hitlerismo ritorna.”

    Questa frase è in una nota del recente libro “Heidegger e gli ebrei” della filosofa Donatella Di Cesare.
    Il volume approfondisce la questione dell’antisemitismo del filosofo tedesco e della sua adesione al nazismo, anche alla luce dei suoi “Quaderni neri”, rimasti segreti per decenni ed in parte solo da poco pubblicati.
    Nel brano cui la nota si riferisce l’autrice sottolinea l’importanza di conoscere il pensiero di Hitler espresso innanzitutto nel Mein Kampf(“…comprendere non vuol dire nè giustificare, nè, tanto meno, condividere”):

    “Si presume di conoscere già quell’ideologia nell’essenziale; si condanna quel ‘razzismo’ senza sapere spesso neppure che cosa Hitler intendesse con ‘razza’.”

    Hitler, continua la Di Cesare, concepisce il genere umano come un insieme di specie, nelle cui interazioni decisivo è l’istinto vitale.
    Proseguendo:
    “Come le specie animali, così dovrebbero funzionare anche quelle umane: in questo passaggio, nella pretesa, cioè, che gli esseri umani siano divisi in specie si compendia il razzismo biologico. Per Hitler ogni specie (…) deve essere chiusa, salvaguardare sia l’omogeneità interna sia la differenza dalle altre, e soprattutto evitare ogni (…) mescolamento e incrocio. (…) Perchè il mescolarsi delle specie animali, così come delle ‘razze’ umane, sarebbe causa di deterioramento.”

    Più avanti:
    “Non si deve tuttavia credere che Hitler sostenga un biologismo deterministico, sia perchè decisiva è sempre la volontà, sia perchè il concetto di ‘razza’ è più complesso e riguarda soprattutto il ‘modo di pensare’.”

    L’avversione oggi in Europa nei confronti dei migranti, l’odio e la paura alimentata di “mescolamento e incrocio” con altre “razze”
    non sono forse “nuove forme in cui l’hitlerismo ritorna”? (In aggiunta, ovviamente, alle formazioni esplicitamente neonaziste e neofasciste.)

    • GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:17 pm

      Ha, ha, lo PSIKOPATIKO ha smesso i panni di LORENZO M. ed ha ripreso quelli di ENZO P.
      A breve la ricomparsa di GIOBASTI, Jules B e tutte le varie mamme di…

      Giulio Cesare

    • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:45 pm

      Ad oggi, non c’è una sola prova che Hitler fosse razzista, egli voleva solo il bene della sua gente e della sua nazione.
      Che colpa è mai questa?
      Con la diligenza del buon padre di famiglia, a prezzo di duri sacrifici sopportati da tutti i tedeschi, in
      senso socialista, ma non un socialismo demagogico e fine a se stesso come s’è dimostrato essere quello
      sovietico approdato al capitalismo attuale, dove Soviet e Socialismo, malgrado la vittoria della
      Guerra Mondiale, SONO SPARITI.
      LA GERMANIA, MALGRADO TUTTE LE CANATE CHE GLI SONO STATE FATTE E’ RISORTA : PERCHE’?
      Solo la strada del sacrificio porta a concreti risultati.
      Hitler, non era un razzista, e non era un imbianchino, anzi dipingeva benino.
      Quali altre menzogne ci sono state propinate nel corso degli ultimi 70 anni?
      Perché noi europei, dobbiamo beccarci supinamente
      questa invasione senza colpo ferire?
      Schengen, ha permesso l’ingresso in Italia della feccia proveniente da altre nazioni, migranti a parte…..
      Questo trattato va strappato, rescisso, a noi Italiani non conviene affatto.

      • otto il bassett-hound · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:53 pm

        Ho idea che,a te,farebbe bene una buona tazza di olio di ricino…magari ne rilanci la produzione.

      • otto il bassett-hound · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:58 pm

        Tutta roba autarchica s’intende!

      • imbecille · mercoledì, 9 marzo 2016, 6:19 pm

        Non entrò nel merito delle cazzate che scrivi ma sappi che Hitler quando invase l’Austria fece uccidere il professore che lo bocciò come aspirante pittore…

      • daniele- · mercoledì, 9 marzo 2016, 6:24 pm

        il motivo per il quale sei stato licenziato 20 anni fa e non hai più ritrovato lavoro è più che evidente…..

      • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 9:49 pm

        Uno parla di ciò che mi riguarda e non conosce, l’altro ha il figlio che deve
        fare il chierichetto e lui non crede in Dio.
        Ne dovete macinare di strada, ma tanta tanta tanta.
        Mi raccomando, nel frattempo continuate ad
        usare la testa per spartire le orecchie,
        almeno a qualcosa vi serve!

      • otto il bassett-hound · mercoledì, 9 marzo 2016, 9:59 pm

        E tu,Bruno,che parte ti ritagli nello spettacolo?

  4. GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:12 pm

    La carriera di Chouchane: prima Al Qaida, poi da noi

    Il capo dell’Isis di Sabrata già nel 2003 voleva unirisi alle bande di Al-Zarkawi in Irak, ma fu arrestato in Siria. E da jihadista ha vissuto indisturbato in Italia

    ….. ben protetto dai KRIMINALI BUONISTI KATTOKOMUNISTI

    Giulio Cesare

  5. GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:09 pm

    L’INFERNO FISCALE SOVIETIKO si sta rapidamente realizzando.
    La LIBERTA’, che prima di tutto è LIBERTA’ ECONOMICA, sta riducendosi al lumicino.
    Gli SCHIAVI TACCIONO, il MOSTRO STATALE domina.

    Da fine mese l’Agenzia delle entrate potrà accedere in tempo reale a tutte, dico tutte, le nostre transazioni: versamenti, prelievi, assegni, accessi alla cassetta di sicurezza, bancomat.

    Le banche, in sostanza, da imprese di diritto privato diventeranno agenzie pubbliche. Il denaro, il nostro denaro, esce di fatto dalla proprietà privata per passare sotto il diretto controllo dello Stato.

    Prossimamente, la PATRIMONIALE, anzi un’ALTRA PATRIMONIALE.

    Tanti auguri SCHIAVI

    Giulio Cesare

    • imbecille · mercoledì, 9 marzo 2016, 9:53 pm

      Ma quando ti droghi Giulio perché invece di scrivere cazzate non provi a scrivere canzoni…?

  6. Lady Dodi · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:04 pm

    Giulio, piantala. Ti pare che quelli abbiano bisogno del manuale?
    Dallo ai pederaasti di casa nostra.

    • Lady Dodi · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:05 pm

      Non inventarne più che siamo oltre il ridicolo.

      • GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:13 pm

        Figliola, io non invento niente, non sono il PATAKKARO, riporto fatti e notizie reali.

        Giulio Cesare

  7. GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:02 pm

    Ecco il manuale che spiega ai migranti come fare sesso con le donne europee

    Il governo tedesco ha inaugurato una pagina web in cui vengono spiegate ai nuovi arrivati i comportamenti a cui si devono attenere se vogliono avere rapporti sessuali con le donne tedesche. Con tanto di immagini a corredare le spiegazioni. E specificano: “Stupri e mutilazioni genitali non sono accettate culturalmente”

    Ah, beh, da domani tutti i REPRESSI SESSUALI ISLAMICI adotteranno comportamenti politicamente corretti.
    E’ CERTO
    Possiamo andare a “salvarne” qualche altra DECINA DI MILIONI.

    Giulio Cesare

  8. GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:57 pm

    Polizia svedese: “Per le donne è pericoloso uscire da sole la sera, meglio stare a casa”

    Ma perchè?
    Solo perchè i PROFUGHI ISLAMICI MODERATI le considerano un oggetto?
    Suvvia, dobbiamo comprendere la loro KULTURA, anzi dobbiamno imparare da loro, dice la FANATIKA STALINISTA BOLDRINA.
    Parola di ESTREMISTA KOMUNISTA.

    Giulio Cesare

  9. Lady Dodi · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:57 pm

    La Grecia è da qualche millennio che teme la Turchia per quanto ne so.
    Questa trovata turca dei migranti dev’essere l’ultimo atto.
    Altro che “degli islamici hanno palpato una dodicenne”, caro il mio Giulio Cesare!
    Le frontiere in quanto tali, perché appunto si chiamano FRONTIERE, esistono perché fungono da porte, ma qua che i due, uno facendo il ” buonissimo” e uno il “cattivissimo” desiderano solo una bella guerra cristiano-islamica, è di tutta evidenza.

  10. Euroletamaio · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:57 pm

    Alcuni euroletamodeputati sotto l’uso pesante di droghe a base di eroina e di cocaina pura , hanno inviato al capo della diplomazia UE Federica Mogherini una petizione per fare delle sanzioni al presidente russo Vladimir Putin, il direttore del Servizio Federale di Sicurezza (FSB, servizi segreti russi) Alexander Bortnikov, il presidente della commissione Esteri della Duma Alexey Pushkov, così come il direttore del Comitato Investigativo Alexander Bastrykin ed altre 25 persone.

  11. GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:49 pm

    Le ZEKKE KOMUNISTE sono sempre FILOISLAMIKE, sarà perchè tra ESTREMISTI si capiscono molto bene.

    Bologna, corsi di arabo a scuola: “Integrazione al contrario”

    A Molinella la circolare per l’istito elementare: “Incentivare lo studio dell’arabo”.

    Giulio Cesare

  12. Lady Dodi · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:49 pm

    Certo che non ci sono terroristi fra i migranti a vario titolo Divino Cesare.
    L”amico”tuo qua ci voleva i Turchi e invece ….magari avremo i Siriani o gli Irakeni cui quelli come lui volevano fosse rovinata la vita.
    Per me puoi anche non fargli il controcanto ché non abboccò.
    Hanno arrestato un imam? Capirai!

  13. Andrea · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:46 pm

    fossi la grecia organizzerei pullmini di profughi con targa “corpo diplomatico” diretti alle maggiori capitali europee

    • Andrea · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:46 pm

      anzi, cittadinanza greca a tutti quelli che la chiedono… così non sono più extracomunitari

    • parlare chiaro e senza allucinogeni · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:47 pm

      Invece io, tutti sti pulmini li manderei a casa sua e di Mao Patakka, a quella della Merkel , della Boldrini e a quella di Kunta Kinte

    • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:21 pm

      Con assoluta precedenza per Bruxelles e Strsburbo.

      • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:22 pm

        STRASBURGO.

  14. GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:44 pm

    Colonia, 12enne aggredita da un gruppo di immigrati

    I colpevoli hanno bloccato una 12enne su uno scivolo della piscina e poi l’hanno palpata. Dopo essere stati arrestati sono stati rimessi in libertà

    Trattasi di PROFUGHI ISLAMICI MODERATI.

    Ci auguriamo vivamente che i KRIMINALI BUONISTI KATTOKOMUNISTI comincino a provare sulla loro pelle gli effeti della KULTURA ISLAMIKA, che tanto piace alla FANATIKA STALINISTA BOLDRINA, kompagna di merende del PATAKKARO FILOISLAMIKO.

    Giulio Cesare

  15. GIULIO CESARE · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:43 pm

    “Il jihad continua, iniziamo da Roma”. Arrestato l’imam del centro di accoglienza

    Nei suoi sermoni invita gli altri ospiti del centro di accoglienza a colpire l’Occidente: “Attrezzarsi e farsi saltare in aria è la via più semplice“. Lui stesso aveva progettato la fuga dalla struttura per raggiungere Roma e fare un attentato. Ma oggi è stato arrestato

    RINGRAZIAMO i KRIMINALI BUONISTI KATTOKOMUNISTI, ringraziamo l’AGENTE DEL KALIFFO, MOHAMMED PATAKKA, sostenitori dell’accoglienza senza se e senza ma.

    Ricordiamo le parole del PATAKKARO che ha sempre escluso che tra i PARASSITI ed i DELINQUENTI che vengono “salvati” si annidassero TERRORISTI.
    Come sempre la verità dei fatti samentisce le SUE MENZOGNE.

    Giulio Cesare

    • Andrea · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:47 pm

      meglio i terroristi dei fascisti

      • Chiamate l'ambulanza · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:05 pm

        The Psico-Criminal Hospital of Aversa is asking to the Anti-terrorism Police your immediate capture and prompt release to the proxy SERT Health Mental Care. Chiamate l’ambulanza!

  16. parlare chiaro e senza allucinogeni · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:42 pm

    Slovenia e Croazia hanno chiuso i loro confini per la maggior parte dei rifugiati in transito come la rotta dei Balcani sta lentamente sigillando. Sembra che sia la Serbia e la Macedonia attueranno misure analoghe per reindirizzare il flusso di migranti come parte di una nuova strategia continentale. Il Ministero degli Interni della Slovenia, ha detto che il provvedimento per tagliare severamente il flusso di confine sarebbe stato attuato a mezzanotte. Il percorso rimarrà aperto a una piccola minoranza di stranieri che soddisfano tutti i requisiti per l’ingresso, così come coloro che intendono chiedere asilo e una parte dei migranti che saranno controllati singolarmente e in conformità con le norme di Schengen sulla circolazione UE transfrontalieri .

  17. da ridere · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:38 pm

    ” Gheddafi è finalmente morto, ed il prossimo è Assad!!!! “

    Adesso si porti in cascina 12 milioni di profughi

    • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:57 pm

      Basterebbero i 30 destinati a Villalago.

  18. bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:37 pm

    L’Europa-moncherino: disposta a amputarsi le gambe pur di respingere i profughi.
    —————————————-
    Titolo molto pretestuoso, al di la di ogni altra
    plausibile considerazione di ordine emotivo.

    Il sindaco: «Impossibile accogliere 30 migranti»
    VILLALAGO. Il sindaco Fernando Gatta ha scritto al prefetto Francesco Alecci per ribadire la sua perplessità sull’arrivo nel piccolo centro montano di 30 migranti. «L’arrivo dei profughi a Villalago avrebbe un impatto negativo sulla popolazione, che conta un’alta percentuale di popolazione anziana», scrive Gatta, «con inevitabile disorientamento socio-culturale della medesima, paradossalmente discriminante per quest’ultima, in considerazione della provenienza dei rifugiati, della sicura diversità di cultura, fede ed abitudini di vita». A ospitare i rifugiati dovrebbe essere la struttura alberghiera situata in centro, in piazza Lupi. «La struttura messa a disposizione dei privati alla società richiedente ad oggi non risulta dotata di licenza di esercizio dell’attività», aggiunge il sindaco, «e nel paese non è presente una caserma delle forze dell’ordine, che è a Scanno, a sette chilometri di distanza. Si comprende la necessità che deriva dal fenomeno in atto, che ha assunto dimensioni bibliche, ma occorre tenere presente le condizioni oggettive del paese e della sua popolazione, che rischiano di diventare soggetti passivi di iniziative volte al soddisfacimento di “appetiti” da parte di privati interessati, che per evitare interferenze evitano confronti con enti e le popolazioni locali». Massimiliano Lavillotti
    ————————————————
    Prova a spiegarci come tu inquadri questo tipo di
    SOLUZIONI, spiegalo ai Villalaghesi, se ci riesci.

    • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:45 pm

      Qui siamo in Abruzzo, a 5 km dal mio paese di origine.
      Come pensa di integrare nel tessuto sociale del luogo queste persone il signor Prefetto?
      Che tipo di lavoro svolgeranno queste persone?
      Sono previste sostanziali forme di finanziamento?
      Pensi che Salvini abbia tutti i torti? E gli italiani in genere?
      Fino a ieri, la nostra è stata terra d’emigrazione,
      che si fa si ricomincia?

    • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 4:14 pm

      (www.lapiazzadiscanno.it)
      Il Signore che gestisce questo sito, da cui ho tratto
      la notizia riguardante i 30 migranti, è PD come te,
      ed è tuttora attivo politicamente sul territorio, è persona degna di fede, senti che ti dice, vai sul sito e trovi i contatti.

  19. Lady Dodi · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:37 pm

    Tutta questa tiritera per chi non l’avesse capito è per la paura che la Grecia prima e gli altri poi,si rivolgano al Presidente Putin.

    • bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:47 pm

      Ma pensa a goderti la pensione e a non sparare stupidaggini, con 5000€, hai voglia a girare.

  20. bruno d · mercoledì, 9 marzo 2016, 3:33 pm

    : escludere la Grecia dall’area Schengen. Tagliarla fuori, appunto. Decretare che questa storica regione sud-orientale del continente, culla della sua più antica civiltà, è ormai affetta da un’inguaribile cancrena dovuta alla sua posizione geografica.
    ———————————————-
    Puzza di ricatto lontano un miglio.Ciò che va assolutamente ridiscusso è l’accordo di Schengen per evitare ulteriori e seriamente motivate prese
    di posizione in senso contrario di altri paesi.

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.