Il Tweet

giovedì, 24 marzo 2016

Buon compleanno a #DarioFo genio e sregolatezza, misconosciuto vulcano creativo... siamo diventati tanti a volerti bene, dal 1926 in poi!

90 Commenti

  1. Un vecchietto · giovedì, 24 marzo 2016, 12:22 pm

    Molti hanno voluto tranquillizarci del fatto che anche se gli islamici siano talmente tanti che ce li troviamo anche sotto il letto, non siano pericolosi. Parecchi ci hanno mostrato il cartello che qualche bastardo ha messo nelle mani di un ragazzino chiedendo scusa. Prima mi scatagni un aeroporto coi brandelli di centinaia di persone e poi mi chiedi scusa? Strozo te e tuo padre! Voi sapete chi è stato, chi li protegge, chi li mantiene, quelli che stanno lavorando per ripetere l’eroica impresa. Portateli alla polizia, denunciateli, ammazzateli se necessario, ma non chiedete di mettere ogni volta una pietra sopra. Siete tutti sospettati e colpevoli. Per colpa vostra non andiamo in metropolitana e al supermercato nelle ore di punta. E tagliatevi quella barba schifosa!

  2. Un vecchietto · giovedì, 24 marzo 2016, 12:04 pm

    Figurati se Salvini non avrebbe sbandierato il pericolo che ha scampato. Sarebbe stato facile prenderlo in giro, ma l’odio per la Lega di Lerner gli ha fatto tirare fuori le camice verdi. Non ho visto la trasmissione ma se lo scopo era quello di trovare delle soluzioni alla morsa di terrore che sta annichilendo l’Europa il diversivo di Lerner era stupido.

    • deda · giovedì, 24 marzo 2016, 1:00 pm

      Lerner che chiede ad un leghista di appoggiare la guerra di un arabo è tutto un programma, no?
      Lo avesse chiesto alla Boldrini, capirei, a Vendola, capirei, ma rinfacciare ad un leghista una roba simile, è ridicolo.
      Lerner non è un italiano, si vede.

  3. Un vecchietto · giovedì, 24 marzo 2016, 11:48 am

    Fo ha detto che adora questo Papa. Ho già detto che la funzione della Chiesa sono le raccomandazioni. Servono per trovare lavoro, per la carriera nello stato e nella televisione, per prendere voti, perfino per partecipare ai concorsi televisivi. Quelli “Graziati” si sdebitano mostrandosi pervasi dalla Fede. Non ce n’è uno che vacilli. Dio c’è e questo Papa è un regalo che ci ha inviato. Perfino Fo che non ne avrebbe bisogno è diventato un leccaculo perché teme di venire abbandonato alla sua solitudine. Eppure dovrebbe sapere che si muore soli. La pubblicità è l’anima del commercio. E il commercio prospera.

  4. e già... · giovedì, 24 marzo 2016, 11:39 am

    parole del deputato belga Laurent Louis, del partito “Debout les belges” : “Come sapete, non ho mai nascosto che pensavo che gli attentati che sono stati perpetrati negli Stati Uniti e in Europa dall’ 11 settembre 2001 erano degli attentati “false flag”, degli attentati attribuiti a delle organizzazioni terroristiche islamiche ma in realtà perpetrati dai nostri governi per servire gli interessi politico-economiche con sullo sfondo la destabilizzazione del mondo arabo, lo sviluppo dell’islamofobia nel mondo, la concretizzazione del progetto del grande Israele e in fine la realizzazione di un nuovo ordine mondiale che impone un governo mondiale che limita i nostri diritti e delle libertà fondamentali al fine di lottare contro il terrorismo creato da coloro che, nell’ombra, tirano le redini della politica mondiale”.

    • deda · giovedì, 24 marzo 2016, 12:57 pm

      A questa cricca di malati mentali gravi, che sono mentalmente più malati dei fanatici dei film di Bond che vogliono conquistare la Terra, io ci sputo addosso.
      Quando si dice che la realtà supera la fantasia, questo è uno di quei casi, no?
      Questa cricca di svitati PERICOLOSISSIMI, altro non è che un aspetto di cosa può essere l’omuncolo terrestre, sono una delle tante sue possibilità, piuttosto non capisco chi permette loro di fare quello che gli pare, e anche questo è un altro aspetto parecchio inquietante dell’omuncolo terrestre, no?

  5. Julio · giovedì, 24 marzo 2016, 11:05 am

    Buon compleanno a questo meraviglioso uomo di teatro. Ci sono persone che davvero portano avanti la vita, e Dario Fo è una di queste.

  6. Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 10:21 am

    Andrea · Giovedì, 24 Marzo 2016, 10:10 Am
    io lo vorrei meno puritano ma più moderato… anzi, moderato e basta dato che ora non lo è per niente
    ——————————————–
    Lerner, il popolo richiede moderazione, potresti servirgli un assaggio di puro maccartismo?
    Non sai cos’è? Informati, e che diamine.
    E se chi modera dimostrasse di essere un tiranno, noi cosa si dovrebbe dire:
    - Basta con la censura fascista?-
    Nessuno scriverebbe sul blog.

    • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · venerdì, 25 marzo 2016, 12:23 am

      Bisognerebbe che i cosiddetti “moderati” avessero la forza e le capacità argomentative per zittire i cosiddetti troll.
      Invece a volte hanno meno ragione dei troll.
      Che significa? che siamo in una fase critica , di rottura, che i vecchi schemi moderati per interpretare il mondo non sono più adatti; che i moderati devono trovarne di nuovi, altrimenti saranno sommersi.
      Zittire gli “immoderati”, renderli sotterranei non serve, maglio ascoltarli e- almeno da parte di chi ne ha le capacità- “analizzarli in modo moderato”, per non farsi sommergere dai problemi che sollevano, scambiati per sciocchezze di pochi esaltati.

  7. Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 9:50 am

    chi l’ha detto che freud non ha più nulla da dire? · Giovedì, 24 Marzo 2016, 9:13 Am
    Come fai a far passare le parolacce scritte bene? Sei intrallazzato col leader maximo del blog?
    ——————————————–
    No, ma mi sa che devo essergli sempre più simpatico,
    dal momento che determinate cose avrebbe voluto scriverle lui, ma per ovvi motivi, non può.

    • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:58 pm

      Non può?
      Allora gli serve una bella psicoanalisi freudiana.
      Lerner, ricorda ,al bisogno: Vienna Berggasse 19.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · venerdì, 25 marzo 2016, 12:28 am

        Ci dev’essere già stato, a nostra insaputa: con “vaccata” ha fatto il salto della quaglia!

  8. Quattro · giovedì, 24 marzo 2016, 9:40 am

    L’Adulante Errante

    FO quel che fo
    e a voi do
    il mio Genio un po’
    popo, popo

  9. chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 9:37 am

    Prova! Allora mi spieghi come hai fatto a far passare “puttana/puttane”?

    • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 9:38 am

      °°°°§
      ok, è passato anche a me. Comunque la prossima volta che vedi il Lernere, che tu ci sei a contatto, chiedigli di far diventare il blog meno puritano.

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 10:00 am

        Nacchi, in sardo, ha detto che in associazione
        con determinati ambienti ecclesiastico-sinagogali, egli, cercherà di mettere il burqa
        anche al blog, pazienza per la netiquette, era troppo bello per durare:
        -Troppa puttanizia in giro!-

      • Andrea · giovedì, 24 marzo 2016, 10:10 am

        io lo vorrei meno puritano ma più moderato… anzi, moderato e basta dato che ora non lo è per niente

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · venerdì, 25 marzo 2016, 12:12 am

        *blog —-> blogghe

    • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 10:35 am

      Sai nella metro quando si aprono i due vetri, e tu passi il tornello? Se uno sta dietro di te, passa
      anche lui, come si dice in radiotecnica, gli fai da “portante”.
      Non sai cos’è una portante? Allora, nella radio c’è
      un oscillatore che genera onde, in moderazione d’ampiezza su quell’onda ce ne appoggi un’altra,
      che è il tuo messaggio.
      Questa è l’AM, è instabile ma supera anche le cime montagnose quando si abbassa l’etere.
      L’FM, o MF, è la famosa moderazione di frequenza, vale a dire, la stessa onda fa da portante e messaggio radio, va da se che il segnale è più nitido, ma viaggia in linea retta, ed allora c’è bisogno del ponte radio o ripetitore.
      Questo in analogico, e molto in linea di massima, in digitale, ci vuole l’esperto vero.

  10. Fru Fru · giovedì, 24 marzo 2016, 9:24 am

    Riassumo. Gad è come Dario Fo della RSI. Ma Dario Fo sbagliò perché era giovane e non capiva. Ora non capisce a causa dell’età avanzata sul problema dell’accoglienza e dell’integrazione. Anche Gad aveva simpatie agli albori degli anni settanta passati;e però continua a sbagliare nella maturità perché c’è qualcosa nel cervello probabilmente ancora ingombro di ideologie sovrastrutturali.

    • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 10:19 am

      Qui, mi sa che dovresti rivedere un attimo i tuoi concetti sulla elasticità mentale degli ebrei, al cui confronto il Maestro Fo, è rigido come un Augello
      turgido.
      Ti faccio un esempio sul SOCIAL-PRATICO.
      Noi non possiamo sapere l’effettiva gravità della situazione in cui c’hanno calato, e c’è il bisogno di IRRIGIMENTARE TUTTA LA SOCIETA’, quella che stiamo vivendo potrebbe dimostrarsi una guerra totale.
      Non puoi intervenire con l’esercito, ne richiamare
      alle armi gente che il militare non l’ha mai fatto.
      C’è solo un modo, a questo punto, FAR PASSARE IL MESSAGGIO CHE IN FONDO IN FONDO, IL FASCISMO NON
      E’ CHE FOSSE POI COSI MALE.
      E te l’avrebbero rimesso nel culo con la vasellina.
      E’ CHIARO IL CONCETTO?
      Possibile che nessuno fa caso al fatto che si cerca di destabilizzare al massimo il QUADRO POLITICO?
      Va buò, Renzi non è esattamente il massimo come Leader, però a furia di farlo girare, comincia a prendere come cosa normale, tutti i tributi che gli si fanno, addirittura l’ho visto sbadigliare annoiato, e chi l’ha tirato su, che fa? Lo piccona da sotto e caldeggia, gli fa fare dei giri di campo
      per provarlo almeno ai supplementari, Di Maio, e pure Di Battista.
      A Grillo fa dire che Freccero è il nuovo che avanza,
      e il popolo dice:
      - MEGLIO IL FASCIMO -
      Capitto mi hai?
      Buon per me che sostanzialmente, me ne batto il belino!
      Ma solo in apparenza, in separata sede prego Dio
      di mettere tutta questa brava gente che la GUIDA,
      a Reddito Zero, voglio ridere pure io, e che, solo loro?

    • deda · giovedì, 24 marzo 2016, 1:36 pm

      … e però continua a sbagliare nella maturità perché c’è qualcosa nel cervello probabilmente ancora ingombro di ideologie sovrastrutturali.

      Che però, guarda il caso, vanno a favorire la parte che per lui dovrebbe essere quella sbagliata, che sembrano cose di sinistra quelle che dice, ma vanno a favorire il governo unico mondiale, quello che c’è ma nessuno lo deve sapere…
      Gli altri voltagabbana non si sono comportati così, si pensi alla coerenza di Giuliano Ferrara, una volta rinnegata la sinistra non l’ha mica usata più, nemmeno una parola di sinistra, nemmeno per errore dalla sua bocca è uscita una parola che potesse sembrare anche solo di sinistra, idem Fo, non una parola che possa sembrare di destra, Lerner invece ci riempie di paroline di sinistra che fanno farina per il potere, capito di che tipo di persona stiamo parlando? Attenti.
      Ma se è filo americano, se si trova d’accordo con Luttwak il nazista, se crede nel capitalismo, se vuole che gli ebrei dominino il mondo, lo dica apertamente, lealmente, cos’è questo fare l’agente segreto?
      Se non fossi entrata nel blog di Lerner probabilmente ancora adesso lo riterrei una brava persona, Oddio!
      Meglio la destra chiara, quella che dice io sono così, credo a questo, voglio questo, aspiro a questo, fattene una ragione!
      Meglio un giors, un Giulio Cesare un milione di volte piuttosto che fradici come Lerner, la mary, che dicono A mentre pensano B, ma non perché sono “confusi”, no no, lo fanno per fregarti.

  11. Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 9:23 am

    AMERI Enrico
    giornalista sportivo-Militò nella GNR durante la R.S.I.
    ———————
    @mary, c’era anche Ameri fra gli Italiani che non tradirono i propri ideali.

  12. Fru Fru · giovedì, 24 marzo 2016, 9:06 am

    Finalmente siamo arrivati al punto. Non solo quelli elencati aderirono alla RSI. Ma nel 1922 credettero in Mussolini De Gasperi, Croce , Albertini , 5 ex presidenti del Consiglio ecc. ecc.. Perché ? perché non si rendevano conto di quel che facevano .La Storia si ripete. Oggi aderiscono all’accoglienza e all’integrazione fior fiore di intellettuali e politici che non capiscono il fenomeno che sta accadendo sotto i loro occhi. Quando apriranno gli occhi della mente sarà troppo tardi. I terroristi vengono da famiglie normali di religione musulmana, che odiano gli europei . Dal Marocco all’Egitto credete che i nord-africani siano amici degli europei ? Credete che i rumeni ,gli albanesi, i macedoni …. siano amici degli europei ? . Vivete insieme a loro, vi sembreranno persone normali,brave …ma sotto sotto covano odio . E allora ? L’accoglienza e l’integrazione devono essere rimandate di alcuni secoli. Amici come prima e più di prima a casa propria con i propri usi e costumi e la propria religione , scambi commerciali alla pari senza sfruttamento e aiuto reciproco in caso di bisogno , scambi culturali e turistici : alla stessa stregua con tutti gli altri paesi del mondo. Marocco come il Cile, Libia come il Canada, Turchia,Siria,Iran, Arabia Saudita …. come Argentina ,Giappone , India,Filippine …..Nell’interesse reciproco per evitare guerre disastrose per le parti che fatalmente saranno inevitabili. Non è più il tempo delle colonie anche se il colonialismo ha preso altri aspetti . Evitiamo che vengano in veste di agnelli fino a quando non si cambia la natura. Ripeto ancora : si tratta di recuperare il buonsenso da ambo le parti nell’interesse reciproco.

    • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 9:35 am

      Ma lo sai che mi sei piaciuta, nel tuo argomentare?
      Comunque, al momento, più che di odio, degli stranieri presenti in Italia, si parla ancora di
      disprezzo, dopo la prima bomba, allora, verrà fuori l’odio misto al disprezzo covato da ambo le parti.
      Chi ha teorizzato e messo in pratica DEMOCRAZIA E SOCIETA’ MULTIRAZZIALE, ha messo tutto in conto.
      Per avere un’idea da cosa sono rappresentate le fondamenta di questo bel tipo di società, fondata sempre sulla libertà, ma solo di chi c’ha, chi non c’ha s’attacca al cà….. e tira forte, basta andare a Cassino, al Cimitero di Guerra, però bisogna andarci fisicamente e passare in quel Cimitero una Giornatella a Riflettere.
      Chiameremo quella giornata:
      - GIORNATA DELLA RIFLESSIONE SULLA INSTAURAZIONE
      DELLA SOCIETA’ MULTIRAZZIALE E PURE INTERCONFESSIONALE, possibilmente INTERNAZIONALE!-
      ———————————–
      In quanto agli intellettuali, sarebbe il caso che capissero da subito gli effetti che noi dobbiamo subire a cagione della loro DABBENAGGINE.
      Speriamo che chi metterà le bombe prossime a venire, vada a piazzarle tutte sotto le loro case.

    • deda · giovedì, 24 marzo 2016, 1:14 pm

      Condivido il commento di Fru Fru perché corrisponde ai fatti.

  13. tsè · giovedì, 24 marzo 2016, 8:49 am

    genio e testardaggine, magari.

    • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 9:45 am

      Praticamente è bruno. Basta solo togliere genio e aggiungere, per fare una rima , coglionaggine.

  14. Lady Dodi · giovedì, 24 marzo 2016, 8:35 am

    Comincia la corte ai 5 Stelle.
    Pussa via!
    Consiglio: puntate al figlio che non è certo il padre. Jacopo non vale niente, il padre Dario è nostro e nessuno lo intorta.

  15. Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · giovedì, 24 marzo 2016, 8:32 am

    FO Dario

    attore-Militò nella R.S.I. tra i Paracadutisti e partecipò, assieme ad E.M.Salerno, alla riconquista del caposaldo di Cannobbio, nell’Ossola, nell’ottobre 1944.

    • pinky700 · giovedì, 24 marzo 2016, 9:05 am

      tu invece imbecille eri e imbecille sei rimasto

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 9:17 am

        Se la cosa è riferita a me medesimo, mi dispiace deluderti, ma non credo di appartenere
        alla categoria IMBECILLI, bensì a quella
        SFRUTTATI, e non è una opinione.MIA.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 9:21 am

        E di chi è l’opinione. Te l’ha detto il medico?

  16. Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:25 am

    Dai sentiamo il leader maximo del blog che c’ha da dire, c’è pure Dario Fo, a suo buon diritto naturalmente, e non ce l’ho aggiunto io.
    ———————————–
    Aderirono alla R.S.I.

    Cognome e nome attività note

    ALBERTAZZI Giorgio

    attore- Sottotenente della Legione Tagliamento – GNR , proveniente dalla Scuola A.U. Lucca

    AMERI Enrico

    giornalista sportivo-Militò nella GNR durante la R.S.I.

    AMICUCCI Ermanno

    Scrittore -Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Ermanno Amicucci

    ANGELINI Cinico

    Maestro musica-Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., il maestro Cinico Angelini

    BARTALI GINO

    Ciclista-Aderisce alla R.S.I. nella GNR motociclisti.

    BUZZATI Dino

    Scrittore -Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Dino Buzzati

    CAPORILLI Pietro

    Scrittore Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Pietro Caporilli

    CARBONI Oscar

    Cantante-Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Oscar Carboni

    CARRARO Tino

    Attore -Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Tino Carraro..

    CHIARI Walter

    Attore -militò nelle Decima Mas collaborò al suo settimanale con il titolo “L’Orizzonte”, con una tiratura di cinquantamila copie, quale autore di vignette umoristiche….dopo la Liberazione fu prigioniero nel campo di Coltano, vicino a Pisa.

    COPPOLA Goffredo

    Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Goffredo Coppola

    DANIELLI Giotto

    Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Giotto Dainelli che scrive su ”Italia e Civiltà” un giornale cattolico di ispirazione fascista uscito a Firenze nel gennaio ‘44

    DAPPORTO Carlo

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Carlo Dapporto

    DEL BOCA Angelo

    Il futuro storico antifascista Angelo Del Boca aderisce alla R.S.I. convinto sia “la repubblica ideale”, inquadrato come ufficiale nella Monterosa partecipa allo sfondamento in Garfagnana e viene proposto per la “croce di ferro” germanica, ma negli ultimi mesi di guerra passa nelle file partigiane.

    DORDONI Pino

    Sportivo – Aderisce alla RSI ed alla fine della guerra viene rinchiuso a Coltano

    DUCATI Pericle

    Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Pericle Ducati,che collabora a La Settimana, suppl. del Resto del Carlino diretto da Giorgio Pini

    ERCOLE Francesco

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Franceso Ercole (direttore della “Nuova antologia”, edita da Mondadori, cui collabora anche mons. Luigi Martini)

    FERRATI Sarah

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I.,Sarah Ferrati

    FO Dario

    attore-Militò nella R.S.I. tra i Paracadutisti e partecipò, assieme ad E.M.Salerno, alla riconquista del caposaldo di Cannobbio, nell’Ossola, nell’ottobre 1944.

    GAMBETTI Dario

    Pittore-Prigioniero degli americani, dopo l’8 settembre 1943 si rifiuta di “collaborare” e viene rinchiuso nel campo dei “fascisti”

    GELLI Licio

    Factotum del GUF di Pistoia pur non avendo fatto la scuola media… Volontario in Spagna con le CCNN… Factotum del federale di Pistoia….nel 1943 collabora con i tedeschi con il grado di sergente maggiore delle SS, giura fedeltà alla R.S.I ma fa il doppio gioco con i partigiani che gli daranno certificati di credito

    GIORGIERI Licio

    Ten Col. Aereonautica , cl. 1925, ucciso dalle BR- Era alla Scuola Allievi Ufficiali della GNR a Modena, poi sottotenente al Battaglione Granatieri della Guardia.. .Non rinnegò mai il suo passato.

    GIOVANNINI Alberto

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Alberto Giovannini

    GOTTA Salvatore

    Poeta, piemontese,autore delle parole di Giovinezza , durante la R.S.I. collabora a La Settimana, suppl. del Resto del Carlino diretto da Giorgio Pini

    GOVI Gilberto

    Durante la R.S.I…..Gilberto Govi, ritornato sulle scene dopo molti anni, nella sua Genova, ha devoluto l’intero incasso della prima serata a beneficio della sottoscrizione per un Mas alla Marina Repubblicana.

    GOVONI Corrado

    scrittore poeta-…Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Corrado Govoni

    GRANZOTTO Gianni

    giornalista- Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Gianni Granzotto

    INTERLANDI Teresio

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Teresio Interlandi..

    KRAMER Gorni

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Gorni Kramer …La Decima Mas ha il suo settimanale con il titolo “L’Orizzonte”, e con una tiratura di cinquantamila copie, questo giornale ospita molte delle migliori firme dei momento, fra queste vi è Gorni Kramer..

    MANACORDA Guido

    Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Guido Manacorda

    MANUNTA Ugo

    Frai giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo lo scrittore Ugo Manunta…..La Decima Mas ha il suo settimanale con il titolo “L’Orizzonte”, e con una tiratura di cinquantamila copie, questo giornale ospita molte delle migliori firme dei momento, fra queste vi è Ugo Manunta…….Il 14 febbraio’ 45, Mussolini autorizza la costituzione del l Raggruppamento Nazionale Repubblicano Socialista, che in breve si ritrova con due-tremila iscritti, Aderiscono, fra gli altri Ugo Manunta, l’antifascista socialista Gabriele Vigorelli, l’anarchico Puivio Zocchi, il comunista libertario Germinal Concordia

    MARCHESI Concetto

    Accademico d’Italia, confermato dal ministro Biggini, durante la R.S.I., rettore dell’Università di Padova

    MARINETTI Filippo Tommaso

    scrittore poeta- Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Filippo Tommaso Marinetti

    MASTROIANNI Marcello

    militare della R.S.I. in servizio a Dobbiaco, nei ranghi dell’Istituto geografico militare e poi della Todt.

    NAVARRINI Nuto

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Nuto Navarrini insignito del grado di capitano delle Brigate Nere

    NAZZARI Amedeo

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Amedeo Nazzari

    OJETTI UGO

    Scrittore. Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Ugo Ojetti

    OPPO Cipriano Efisio

    Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Cipriano Efisio Oppo

    OSIRIS Wanda

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Wanda Osiris

    PAVESE Cesare

    Pavese è autore di un paio di lettere di sottomissione al Duce e simpatizzò per la R.S.I

    POZZO Vittorio

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Vittorio Pozzo

    RADIUS Emilio

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Emilio Radius

    RAMPERTI Marco

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Marco Ramperti

    RANDONE Salvo

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Salvo Randone

    ROCCA Massimo

    ex anarchico, interventista, collabora all’Avanti, fascista, si staccò dal fascismo durante il Regime, aderì però poi alla R.S.I., ridivenne antifascista dopo il ‘45

    ROLL Vera

    Fra gli artisti ritroviamo al Nord, nella R.S.I., Vera Roll, compagna di Nuto Navarrini e stella della rivista,

    ROSSI KOBAU Lionello

    padre di Paolo Rossi, comico di sinistra, bersagliere volontario della R.S.I., autore di un libro

    ROSSO di San Secondo

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Rosso di S.Secondo

    RUINAS Stanis

    Fra i giornalisti e scrittori che vivono l’esperienza della R.S.I. troviamo Stanis Ruinas…(Salvatore Francia-L’altro Volto Della Repubblica Sociale Italiana , ed.Barbarossa, Saluzzo CN 1988)[1]

    SALCE Luciano

    regista di sinistra -A Coltano ..affluirono ben 35mila prigionieri di guerra delle unità della R.S.I., e di un numero imprecisato di civili, rei di essere fascisti e collaborazionisti. Fra cui il regista Luciano Salce

    SALERNO Enrico Maria

    attore- Allievo Ufficiale della Scuola GNR di Varese- partecipò, assieme a Dario Fo, alla riconquista del caposaldo di Cannobbio, nell’Ossola, nell’ottobre 1944.

    SALVO Aldo

    giornalista RAI-ex-ufficiale dellAviazione R.S.I., autore di “Mal di Roma”,romanzo autobiografico. (Carlo Mazzantini- I balilla andarono a Salò-ed.MaR.S.I.lio, Venezia, 1995, pag.39)

    SOFFICI Ardengo

    Scrittore- Aderiscono alla R.S.I. uomini del mondo della cultura come Ardengo Soffici che scrive su ”Italia e Civiltà” giornale cattolico di ispirazione fascista uscito a Firenze nel gennaio ‘44

    SPADOLINI Giovanni

    Segretario PRI- Spadolini scrive nel,1944:”Tra Fascismo e antifascismo, sempre il Fascismo,tra il nemico e l’alleato tedesco, sempre l’alleato tedesco”(La Stampa 23/4/94)….. Giovanni Spadolini su Italia e Civiltà del 15 febbraio 1944 (cioè sei anni dopo le leggi razziali), si lamentava che il fascismo avesse perso “a poco a poco la sua agilità e il suo dinamismo rivoluzionario, proprio mentre riaffioravano i rimasugli della massoneria, i rottami del liberalismo, i detriti del giudaismo”.

    TOGNAZZI Ugo

    attore-combattente della R.S.I., della Brigata Nera di Mantova .

    VIANELLO Raimondo

    attore- Militò nella R.S.I nei bersagliere ed a guerra finita fu imprigionato a Coltano il fratello era tenente di vascello della X Mas

    VOLONTE’ Mario

    padre di Gian Maria, … Il 16 setembre 1943, nella Casa della GIL, in piazza Bernini 2 , viene costituito ufficialmente il Partito Fascista Repubblicano di Torino, tra il gruppo di fondatori, il conte Gaschi, Pernice e Mario Volontè….. poi tenente della Brigata Nera Capelli ,di Torino, e Comandante il Presidio di Chivasso. Il 30 novembre del 1944 , Mario Volontè, , dopo esser stato fermato dai fascisti stessi, viene denunciato dalla Federazione al Consiglio Militare per malvessazioni e soprusi contro la popolazione. Arrestato e condotto alle Carceri Nuove, verrà trasferito nella Fortezza di Pinerolo, dove resterà recluso sino alla fine della guerra…

    —————————————–
    Io vorrei che fosse proprio Dario Fo a voler commentare la sua adesione alla RSI, io non ci trovo nulla di male, se non altro ha dimostrato,
    all’epoca, coerenza con le scelte fatte ed ha tenuto fede alla parola data.

    • ?? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:27 am

      Perche’ non si puo’ cambiare idea ? Specialmente quando la guerra non era piu’ vincente.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:37 am

        Se Mussolini non fosse morto forse avrebbe cambiato idea ed aderito al pci ed oggi sarebbe un simbolo di sinistra ( com’era prima di diventare fascista, dopo tutto),
        Chissà…

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:37 am

        Ah, Mussolini no, e questo si?!

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 9:08 am

        Cretina, non conosci neppure la STORIA, Mussolini nel 1921 faceva parte dell’ala più oltranzista del Partito Socialista Italiano.
        Nel Congresso di Livorno del 1921, la dove nacque il PCdI, Partito Comunista d’Italia,
        Mussolini, che non era uno sciocco, era sciocco Mussolini? A me sembra di no, capì che le masse
        la pigliavano BELLAMENTE per lo culo,esattamente come ora, la sinistra dovrebbe essere monoblocco, ad esempio, tutta gente che lavora, eh no, LA TERRA E’ BASSA, e
        allora i furbi si danno da fare per fare vita buona, e sotto sotto, si alleano con i forti
        CONSOCIATIVISMO alla lunga il tutto sfoga in
        TERRORISMO, mi sembra logico, o no?
        Mussolini, che non era uno sciocco, d’accordo
        con un’EBREA che diciamo così era rimasta fedele alla LEGGE, s’inventò i FASCI DI COMBATTIMENTO, poi sempre IMBOCCATO, ad onor del vero, diciamo che pure lui, Una Tantum,
        la imboccava, c’hai presente la Lewinschkji, be’ il metodo è quello, e si vede he lei conquistata dai suoi modi da vero MACHO, GLI ORGANIZZò, UNA BELLA MARCIA SU ROMA, ma al contrario di Garibaldi, ma tutto sommato d’accordo con il pensiero di Mazzini, Giolitti, Nathan,sindaco ebreo e massone,Sidney Sonnino, Ministro ed interventista nella prima guerra mondiale, ebreo, e pure con Garibaldi.
        A cosa, ma la finite di prenderci per il culo?
        Vi piace fare la grande Israele? fatevela pure, io rivoglio solo il mio lavoro, CON ANNESSI E CONNESSI,i giorno di lavoro, simbolico, dal giorno ndopo in pensione, come tutti i miei ex- compagni di lavoro.
        Non si può fare? E chi lo dice Di Segni? i lavoro, non capisce un cazzzzzzo. Lerner, Idem con patate.Tu? Mi vien che ridere.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 9:28 am

        E perché che ho detto io? “SIMBOLO della sinistra come era PRIMA di aderire al fascismo”
        Che significa secondo te?
        Rettifico;quegli asini che volavano via erano simbolo del cervello dei sessantenni, sessantunenni .
        Ogni riferimento….

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 9:42 am

        Allora meglio non farla……..la guerra, prova a sentire i tedeschi parenti di quei soldati
        della Wermacht, esercito regolare, non hitleriano, che a causa del tradimento degli Italiani c’hanno rimesso un congiunto……
        Con chi debbono pigliarsela? Dovrebbero, tanto ormai quegli odi son sopiti.

    • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:28 am

      Aderì prima alla RSI, poi al PCI più visionario , infine diventò grillino. Non 5 stelle critico, che potrebbe pure essere una cosa buona, proprio grillino.
      Tutto ciò non significa nulla, ma è indice di pensiero visionario e molto creativo , il che è sicuramente un bene nell’ambito artistico. Ma non in politica.

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:38 am

        Non è che lo stai confondendo con Magdi Cristiano Allam che cambia religione, alla bisogna? Gli manca solo di diventare ebreo, e poi potrebbe fare il Sincretico, una bella fusione religiosa, e tira fuori una super religione, buona per tutti gli uomini.

      • Alessandro Milano BASTA TASSE VIA EURO STOP INVASIONE · giovedì, 24 marzo 2016, 8:38 am

        Roba da Nobel.
        Mica cosette che noi non possiamo capire!
        Mi

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:48 am

        Pure Napolitano, un autentico visionario,’azz
        conviene fare i visionari, porta a dei risultati insperati:
        Nobel, Presidenza della Repubblica……nella lista, tra gli altri, c’è anche Marcello Mastroianni, e te credo che in seguito ha inter
        pretato:
        -Una giornata particolare.- con la Loren che è
        grande per aver interpretato film ebraici, tipo – Judith – in cui guarda caso si parla di Assiria nel periodo post seconda guerra mondiale.
        Ancora una volta, tutto fa capo a Israele, solo che all’epoca, gli ebrei mi parevano PIU’ GIUSTI, in fondo, nessuno più ricorda che di OLOCAUSTO, si cominciò a parlare dal 1965 in poi.Perché?

    • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:36 am

      Tranquillo, le Centrali Nucleari, i Reattori in particolare, sono iper protetti contro quasto tipo di evenienze, contro i terremoti ed eventuali altri gravissimi, ma devono essere gravissimi, accidenti naturali, NO.
      Ma si può porre rimedio.
      Avete mai pensato che è più facile attuare una guerra
      batteriologica?
      In Europa, mettiamo il caso, si procede a diffondere un determinato tipo di morbo che ammazza
      tutti gli europei, o buona parte di essi,dopo di che: avanti Africa, tutto vostro!
      E’ fantascienza pure questa naturalmente.

  17. chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:23 am

    Mi associo.
    Buon compleanno a #DarioFo genio e sregolatezza, misconosciuto vulcano creativo… ma è meglio che non faccia politica e che nei suoi spettacoli non parli di politica: anche lì è troppo “vulcano creativo visionario”.
    Mi associo soprattutto al pensiero a Franca Rame,

    • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:50 am

      Cambia titolo, nick name che te Freud, non sai neppure dove stava di casa. A prescindere.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:52 am

        Ma come, non stava a Vienna, in Berggasse 19?

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 9:01 am

        Vacci in quella via , c’è ancora la casa, stenditi sul famoso lettino e … cerca di capire cosa simboleggia lo stormo di asini volanti che se ne volava inesorabilmente via !

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 9:09 am

        O porca puttana, un’altra che non ci fa, c’è proprio.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 9:13 am

        Come fai a far passare le parolacce scritte bene? Sei intrallazzato col leader maximo del blog?

  18. Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:15 am

    Buon compleanno a #DarioFo genio e sregolatezza, misconosciuto vulcano creativo… siamo diventati tanti a volerti bene, dal 1926 in poi!
    —————————————
    Sentiamo le s t r o n z a t e di stamattina va.

  19. mary · giovedì, 24 marzo 2016, 8:14 am

    mi associo agli auguri
    sono 90 da Oscar
    al Nobel il traguardo dei 100
    e’ stato fortunato, ad avere vicino una compagna come Franca Rame,un pensiero anche a Lei

    • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:25 am

      Sei un’associata? a che cosa di preciso? A destra, o a sinistra?
      Oppure stai al centro contro gli opposti estremismi?
      Allora, mentre voi giocate, io sto sempre a reddito zero. nessuno mi darà il Nobel per questo, anche se
      tutto sommato, non mi dispiacerebbe avere quei quattro soldi che consegnano insieme all’attestato di premio.
      Quanto danno in vil danaro?
      Poi mi piacerebbe capire per quale strana associazione d’idee, il Leader Maximo del blog, ha associato un compleanno, seppur di rilievo, con il marasma sociale in atto.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:33 am

        Allora, mentre voi giocate, io sto sempre a reddito zero. nessuno mi darà il Nobel per questo, anche se
        tutto sommato, non mi dispiacerebbe avere quei quattro soldi che consegnano insieme all’attestato di premio.
        Quanto danno in vil danaro?
        -
        Certo che sei sempre così monotematico e palloso , il nobel non te lo da nessuno.
        Dove cogli questa associazione del leader maximo? Da quali parole?

      • Bruno d · giovedì, 24 marzo 2016, 8:53 am

        Tu comincia ad andare a dar via il culo, mi piacerebbe proprio vederti a reddito zero.
        A monotematica, ma quante mosche ci girano nella tua capoccia vuota?
        Nemmeno una, è tempo perso.Andare. Dove? fa un po’ te, non hai che l’imbarazzo della scelta.
        Affanculo, per esempio? Mi sembra un’ottima idea vai
        avanti te che a me vien da ridere……davvero.

      • chi l'ha detto che freud non ha più nulla da dire? · giovedì, 24 marzo 2016, 8:58 am

        Bruno, io ancora potrei dare via anche qualcos’altro oltre al c.lo, a differenza tua che non puoi più, rassegnati!
        Lo stormo di asini volanti che hai visto simboleggia proprio quello.
        Quindi vai a dar via il c.lo è l’ultima cosa che ti resta da fare.

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.