Il neonazista tedesco salvato dai migranti siriani fa fatica a ringraziarli

giovedì, 24 marzo 2016

Stefan Jagsch, un neonazista militante nel partito NPD, è stato salvato da un gruppo di migranti siriani, che gli hanno prestato i primi soccorsi dopo un grave incidente automobilistico. Il caso di cronaca ha attirato notevole curiosità, anche per gli aspetti politici così paradossali. Stefan Jagsch però non ha ancora pienamente ringraziato i suoi soccorritori. Sul suo profilo Facebook, come racconta Spiegel Online, il politico della NPD ha spiegato di non ricordarsi chi siano state le persone che l’hanno estratto dalla sua automobile dopo che era andata a sbattere contro un albero. I vigili del fuoco così come il personale medico accorso sul luogo dell’incidente hanno testimoniato che si sia trattato di un gruppo di richiedenti asilo siriani, ma ciò non basta a Stefan Jagsch per dire un convinto grazie ai suoi soccorritori. Forse per razzismo, forse per imbarazzo, forse per uno stato confusionale anche comprensibile dopo un incidente grave in automobile. Il neonazista è stato contattato dalla TV pubblica dell’Assia dopo il suo commento su Facebook, e si è limitato a dire che se i fatti descritti sui giornali corrispondessero al vero il soccorso dei migranti sarebbe un comportamento da elogiare. Jagsch ha poi spiegato di non potere prendere un’ulteriore presa di posizione a causa del suo stato di salute.

11 Commenti

  1. Alessandro Casiccia · domenica, 27 marzo 2016, 5:34 pm

    comprendiamo l’imbarazzo del povero neonazi salvato dai migranti !!

  2. marco · venerdì, 25 marzo 2016, 6:38 pm

    I MIGRANTI INVECE SONO MOLTO PIU’ EDUCATI ED HANNO RINGRAZIATO LE TEDESCHE PER L’ACCOGLIENZA RICEVUTA LA NOTTE DI CAPODANNO A COLONIA

  3. Bomba Estéreo · venerdì, 25 marzo 2016, 4:51 pm

    Siriani collaborazionisti dei nazisti.

  4. jules.b · venerdì, 25 marzo 2016, 3:58 pm

    L’avevo detto che le occasioni non vanno sprecate…

  5. mary · venerdì, 25 marzo 2016, 9:17 am

    media e noin solo
    i migranti,nella loro umanità e nel loro civismo,hanno dimostrato
    al neonazista che,lui,e’ uno ZERO

  6. Mauro Mostardi · venerdì, 25 marzo 2016, 5:40 am

    ci sta che veramente non ricordi i suoi soccorritori, come che faccia finta di NON ricordare solo lui può saperlo , la notizia cmq è una non-notizia un neonazista che non ringrazia i soccorritori migranti ? Dove sta la meraviglia??

  7. un migrante · giovedì, 24 marzo 2016, 2:32 pm

    Milano, sparatoria con la polizia durante l’inseguimento: 21enne ucciso da un colpo alla schiena.
    ………………..
    Che sconvolgente notizia !
    Un prezioso migrante, arrivato n italia per portare ricchezza, democrazia e per pagare le pensioni ai ggiovani viene barbaramente assassinato.
    Il colpevole deve essere immediatamente condannato alla sedia elettrica!

  8. luigina · giovedì, 24 marzo 2016, 2:22 pm

    Anche la regina ha bisogno della vicina

  9. giors · giovedì, 24 marzo 2016, 1:51 pm

    . Senza i migranti si sarebbe fatto felice chi odia i neonazsti e chi non vorrebbe i migranti.

    • Andrea · martedì, 29 marzo 2016, 9:40 am

      no perchè i non-neonazisti non vogliono la morte altrui… so che è un concetto assurdo per te, ovvero che è possibile non odiare il diverso, eppure è così.

  10. Andrea · giovedì, 24 marzo 2016, 1:46 pm

    ma guarda un pò! che combinazione! non ricorda bene!

I commenti di questo blog sono sotto monitoraggio delle Autorità. Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog. Inoltre usa con moderazione i seguenti comandi di formattazione testo.

Lascia un commento

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Puoi lasciare un commento anche se non sei registrato.
Tutti i campi sono obbligatori.